CAETANI E GAETANI

 

 

 

 

Orso Gaetani (+ post 1167), cittadino di Anagni nel 1120, forse discendente dei principi di Capua. Sposa N.N.

 

A1. Giovanni (+ post 1167), cittadino di Anagni.

       = ……….

 

       B1. Bartolomeo (la sua successione è incerta. Secondo il Caetani, padre di Mattia sarebbe un Roffredo Rettore di

              Benevento [vivente nel 1230, Nobilis et potens miles anagninus] e figlio di Uberto [vivente nel 1230] a sua volta

              forse figlio di un giudice Ildizio vivente nel 1193)

  = ……….

 

             C1. Mattia (* 1190 ca. + post 1260)

        = ………..

 

                   D1. Goffredo (+ 1275), Podestà di Todi 1274/1275.

                          = Emilia Conti (o Patrasso), figlia di Pietro Conti e nipote del Papa Alessandro IV (vedi/see)

 

                          E1. Goffredo o Roffredo (* 1225 ca. + ante 5/10-1296), 1° Conte di Caserta dal 1288, Signore di Calvi,

         Vairano e Norma nel 1282, compra Selvamolle il 1-8-1283, Senatore di Roma 1290/1292, Signore di

         Vairano confermato dal Re di Sicilia il 1-4-1291, Podestà di Todi 12-1282/5-1283, Signore di Caserta

         con i castelli di Ducenta, Atino, Presenzano, Fontana, Vairano e Calvi il 10/20-2-1290, compra Torre il

         14-9-1295.

                                = Elisabetta Orsini

 

                                F1. Pietro (+ assassinato presso Ceccano 10-1308), Procuratore del Capitolo di Santa Maria di

               Sermoneta il 12-9 (1282 ?), Consigliere e famiglio del Re di Napoli dall’8-1-1296, acquista la

               maggior parte dei feudi in Campagna che poi faranno parte dell’asse feudale della dinastia

               1296/13093, Podestà di Orvieto dal 1-7-1296, 1° Conte di Caserta dal 5/10-1296 (feudo ceduto

               nel 1306), Marchese della Marca d’Ancona dal 1296 /?) al 1303 (?), Signore della rocca e terra di

               Sermoneta dal 28-9/2-10-1299, ottiene la convalida pontificia dell’acquisto delle terre di

               Sermoneta, Bassiano e San Donato il 2/3-10-1300, conferma dell’acquisto di San Felice il

               28-1-1302, vende ½ di Torre Astura il 7-2-1304.

   = Giovanna, figlia di Landolfo dei Conti di Ceccano (vedi/see)

 

   G1. Benedetto (* ante 1265 + Marturano, fine 8-1322), capostipite dei Caetani Palatini.

                                      G2. Goffredo o Roffredo detto “il Conticello” (+ 4-1335/6-1335), Canonico di Santo Stefano di

         Sgurgola il 28-2-1288 (rinuncia); Signore di Traetto e Suio investito il 19/20-10-1299, Conte di

         Fondi dal 16-10-1299; Signore di Sermoneta, Norma, Ninfa, Bassiano, San Donato ecc. dal

                                            1308, con la divisione del 24-11-1317 ottiene Pofi, Selvamolle, Torre, Trivigliano, Trevi,

Filettino, Vallepietra e Carpino ; Rettore di Campagna e Marittima 1300/1303 e per conto degli

Angioini ca. 1314; Podestà di Siena 22-1-1322, Capitano Generale di Sperlonga e

Castellammare di Stabia il 10-8-1324.

a)      = 19-9-1296 Margherita, figlia del Conte Palatino Aldobrandino Aldobrandeschi (* 1254

         + 1318), già vedova di Guido di Montfort e di Orso/Orsello Orsini, divorzia il 3-10-1298;

b)      = inizi 10-1299 Giovanna dell’Aquila, figlia ed erede di Riccardo Conte di Fondi e di

         Giacoma Ruffo dei Conti di Catanzaro (* post 1270 + 1307/1317) (vedi/see)

c)      = 10-1317 Caterina della Ratta, figlia di Diego 1° Conte di Caserta (vedi/see)

 

                                            H1. (ex 2°) Niccolò (* 1310/1314 + 1348), 2° Conte di Fondi, Signore di Sermoneta, Norma,

                                                   Ninfa, Sezze, Traetto, Piperno ecc. 1335/1345, Gran Ciambellano del Regno di Napoli.

a)      = 1331 Violante della Ratta (de La Rath/De Larath), figlia di Diego 1° Conte di 

          Caserta e di Oddolina di Chiaramonte (+ 1334) (vedi/see)

b)      = 1335 Giacoma Orsini, figlia di Orso/Orsello dei Signori di Monterotondo (+ 2-2-

         1363) (vedi/see)

 

I1. (ex 2°) Onorato (* 1336 ca. + 4-1400), 3° Conte di Fondi, Signore di Sermoneta,

      Norma, Ninfa, Sezze, Traetto e Piperno.

      = 1359 Caterina del Balzo, figlia di Bertrando 1° Conte d’Andria e Montescaglioso e di

          Margherita d’Aulnay Signora di Teano (+ 8-1-1398) (vedi/see)

 

     J1. Giacobella (+ post 25-5-1400)

           = 1-1379 Baldassarre Duca di Brunswick-Grubenhagen Despota di Romania

              (+ post 1384).

     J2. Cristoforo (* 1364 ? + a 14 anni).

 

I2. (ex 2°) Sancia (* 1336/1338 + post 18-5-1377)

     = post 1347 Stefanello Colonna Signore di Palestrina (vedi/see)

I3. (ex 2°) Giacomo, per la sua discendenza v. Parte III.

I4. (ex 2°) Angelella (+ ante 1363).

I5. (ex 2°) Giovanna (+ post 1363).

I6. (ex 2°) Francesca

      = ante 1363 un Orsini Conte dell’Anguillara

 

                                            H3. (ex 2°) Francesca (vediivente 1326/1361)

                                                   = ante 1326 Berardo da Ceccano (vedi/see)

                                            H3. (ex 3°) Giacomo, capostipite della linea di Filettino v. Parte VII

                                            H4. (ex 3°) Giovanni (+ post 1335), da lui discende la linea di Castelmola v. Parte VIII

                                            H5. (ex 3°) Cyno (?) (+ cade nella battaglia di Porta San Lorenzo, Roma 20-11-1347).

 

                                F2. Francesco (* ante1286 + 16-5-1317), Canonico di Anagni, Cappellano di Bonifacio VIII,

   Tesoriere e Canonico di York, Laon, Parigi, Lisieux, Arras, Santa Maria di Selvamolle, Priore di

   San Giorgio presso Anagni e di San Pietro in Seletis, Cardinale con il titolo di San Nicola in

   Carcere Tulliano dal 17-12-1295.

                                       = ante 1295 Maria di Supino, ripudiata dal marito per poter diventare Cardinale.

 

                          E2. Benedetto (* 1230 ? + Roma 11-10-1303), Chierico e Canonico di Anagni, Canonico di Todi il

                                14-8-1260, beneficiato di Bar-le-Duc, Chartres, della chiese di Thoucester, Lione, Parigi, Anagni, Todi

                                e Kassel, Cardinale Diacono di San Nicola in Carcere Tulliano dal 23-3-1281, Legato a Napoli nel

                                1283, compra il castello di Selvamolle il 26-12-1284, eletto Papa con il nome di Bonifacio VIII il

                                21-12-1294 (consacrato a Roma il 2-1-1295).

                          E3. Una figlia

                                = Guernazzoni di Catenazio d’Anagni

                          E4. Una figlia

                                = Adinolfo di Mattia (dei Conti ?), erano genitori di una Matalona nipote del Papa Bonifacio VIII.

                          E5. Una figlia

                                = 1240 ? Gualcano Tomasi, genitori del Cardinale Giacomo Gaetani-Tomasi

                          E6. Giovanni (+ post 1278) , alcuni lo considerano il genitore di F1. Benedetto e F2. Giovanni (vedi oltre)

 

                   D2. Pietro, Vescovo di Todi

                   D3. Atenolfo, Podestà di Orvieto

  = ……….

 

                          E1. Giacomo

         = ………

 

                                F1. Benedetto (+ 14-12-1296), Cardinale dal 23-1/13-5-1295.

                                F2. Giovanni (+ 1-1-1300), frate minore, Cardinale con il titolo di Sant’Eustacchio dal 17-12-1295.

 

       B2. Pietro, Capitano di Itri, Conte Palatino, Vicerè di Napoli e Capitano Generale dell’Imperatore Federico II.

       B3. Tommaso (+ Veroli….)

  = …………

 

             C1. Goffredo, magistrato a Veroli.

 

       B4. Giacomo, Canonico di Parigi

       B5. Ruggero

       B6. Costanza

              = Teodoro Orsini

 

A2. Gregorio

A3. Aldobrandino (+ 11-1-1223), Cardinale con il titolo di Santa Susanna dal 1216.

A4. Limpiade

       = Giovanni Capece, Patrizio Napoletano

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com