DI BOLOGNA (Beccadelli di Bologna)

Linea Patrizia napoletana

 

Antonio (Beccadelli) di Bologna detto “il Panormita” (* Palermo 1393 ca. † Napoli I-1471, sepolto ivi in San Domenico dei Frati Minori), Dottore in leggi, fu molto celebre in vita come oratore, tanto che era noto con il suo soprannome; fu incoronato Poeta dall’Imperatoe Sigismondo di Lussemburgo nel 1433, poi passò al servizio di Filippo Maria Visconti Duca di Milano, di cui fu molto amico, dal quale ebbe uno stipendio annuo di 800 ducati per scrivere un’opera intitolata “Le Storie del mondo”; ebbe concessione dal Duca di Milano della vipera nel cimiero; si trasferì poi a Napoli al servizio di Alnfonso V Re d’Aragona, di cui divenne Consigliere e Segretario, Presidente del Tribunale della Regia Camera della Sommaria, ambasciatore a Ferrara nel 1451, a Genova e Firenze nel 1452 e a Roma nel 1453, ebbe privilegio di inquartare lo stemma della casa d’Aragona, ebbe una rendita annua di 100 once sulla dogana di Palermo; ebbe in dono la villa detta Lazzisa, a Palermo, che fu confermata al figlio con Privilegio dato a Castelnuovo il 13-VIII-1455; fu stampato a Venezia nel 1553 un volume con 5 libri di epistole, 2 orazioni e varie poesie. Sposa a Napoli (in età avanzata) Laura Arcella, di famiglia patrizia napoletana del Seggio di Capuana

 

 

A1. Antonio (vivente 1455/1471), ammesso al patriziato napoletano per il Seggio di Nido.

a) = Camilla di Sangro

b) = Luisa Caracciolo, figlia di Giovan Giacomo Conte di Sant’Angelo e di Caterina Orsini (vedi/see)

 

B1. [ex 1°] Antonio, Patrizio Napoletano.

  = Luisa Capece, figlia di Antonio, Regio Consigliere e Patrizio Napoletano, e di Maddalena Loffredo (vedi/see)

 

C1. Antonio († infante), Patrizio Napoletano.

C2. Scipione († infante), Patrizio Napoletano.

C3. Cesare († ante 1588), Patrizio Napoletano, nel 1544 s’impegnò a versare 400 ducati come dote spirituale della sorella Lucrezia, che entrava nel monastero di Santa Patrizia.

 = Beatrice di Tocco, figlia di Giovanni Battista Signore di Montemiletto, Patrizio Napoletano, e di Lucrezia Saraceno dei Signori di Torella (vedi/see)

 

D1. Achille, Patrizio Napoletano, nel 1588 s’impegnò a versare una dote spirituale di 500 ducati per la sorella Gerolama che entrava nel monastero di Santa Patrizia a Napoli.

 = Beatrice di Somma, figlia di Francesco, Patrizio Napoletano, e di Zenobia Caracciolo (vedi/see)

 

E1. Cesare (* 21-XI-1587 † 28-X-1650), Patrizio Napoletano.

= Claudia Carafa, figlia di Marcello, Patrizio Napoletano, e di Emilia Ceva Grimaldi (* Ischia 20-IV-1588 † post 26-IV-1660) (vedi/see)

 

F1. Emilia (* Napoli 6-II-1608 † ?), monaca nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1632, ne divenne Badessa nel 1668/1669, nel 1673, nel 1682 e nel 1688.

F2. Francesco (* Napoli 1-I-1609 † ?), Patrizio Napoletano.

= Barra 13-II-1635 Donna Ippolita Rossi, figlia di Giulio 1° Duca delle Serre e di Beatrice Carafa (vedi/see)

 

G1. Claudia (* Napoli 4-V-1636 † ?), monaca “suor Claudia Maria” nel monastero della SS. Trinità di Napoli dal 1652.

G2. Beatrice (* Napoli 14-IX-1638 † ?).

G3. Don Nicola (* Napoli 8-IV-1644 † 15-X-1722), Patrizio Napoletano, comprò il feudo di Palma, 1° Duca di Palma con Privilegio datato: Madrid 16-VI-1664 (esec. Napoli 30-VIII-1664), comprò il feudo di Castelnuovo il 5-X-1691.

= Napoli 6-IV-1673 Donna Maria Ruffo, figlia di Don Paolo dei Duchi di Bagnara e di Vittoria Pignatelli dei Marchesi di Casalnuovo (* Sant’Antimo 29-IV-1651 † Napoli 15-XII-1691) (vedi/see)

 

H1. Donna Ippolita (* Palma 22-VII-1674 † 19-II-1725)

 = Napoli 21-VI-1699 Don Fulvio Gennaro Caracciolo 1° Principe di Torre dell’Isola e 2° Duca di Montesardo (vedi/see)

H2. Don Cesare (* Palma 11-VIII-1675 † Napoli 27-II-1715), Patrizio Napoletano.

= Napoli 9-I-1698 Donna Anna Francesca Caracciolo, figlia di don Lucio 3° Duca di San Vito e di Maria Vittoria Castillar dei Machesi di Grumo (* Napoli 24-IX-1681 † ivi 24-IX-1755) (vedi/see)

 

I1. Donna Maria Francesca (* Napoli 12-II-1699 † Marano 22-III-1731)

= Napoli 29-III-1717 Don Nicola Caracciolo 1° Principe di Marano (vedi/see)

I2. Don Nicola (* Napoli 4-VIII-1700 † ivi 9-II-1763), 2° Duca di Palma dal 1722, 1° Marchese di Castelnuovo dal 5-X-1735, Patrizio Napoletano.

I3. Donna Vittoria (* Napoli 2-IX-1701 † ?).

I4. Donna Ippolita (* Napoli 8-VIII-1702 † ?), monaca “suor Maria Serafina” nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1723, ne divenne Badessa nel 1773.

I5. Don Francesco (* Napoli 5-II-1705 † ivi 3-III-1705), Patrizio Napoletano.

I6. Donna Lucrezia (* Palma 9-IV-1706 † ?), monaca “suor Maria Cecilia” nel monastero di San Giuseppe de’ Ruffi a Napoli dal 1724.

I7. Don Antonio Francesco (* Palma 2-IV-1707 † Napoli 9-I-1778), 3° Duca di Palma e 2° Marchese di Castelnuovo dal 1763, Patrizio Napoletano.

= Napoli 23-VI-1764 Donna Maria Rosa Loffredo, figlia di Don Carlo 2° Principe di Migliano e della Principessa Donna Maria Anna Giuseppa Albani dei Principi di Soriano al Cimino († 27-IV-1828) (vedi/see)

 

J1. Donna Anna Francesca (* Napoli 24-VI-1770 † ivi 27-VI-1771).

J2. Don Nicola Maria (* Napoli 2-IX-1772 † ivi 26-IV-1775), Patrizio Napoletano.

 

I8. Donna Claudia (* Palma 11-IV-1708 † ?), monaca “suor Maria Rosa” nel monastero di San Potito a Napoli dal 1725.

I9. Don Francesco (* Napoli 18-X-1710 † ?), Patrizio Napoletano.

I10. Don Giuseppe (* Napoli 7-VII-1712 † ?), Patrizio Napoletano.

I11. Donna Cesarea (* Napoli 16-V-1715 † ?), monaca “suor Maria Carmela” nel monastero di San Potito a Napoli dal 1733.

 

H3. Donna Vittoria (* Palma 11-IX-1676 † ?), monaca “suor Geronima” nel monastero di San Giuseppe de’ Ruffi a Napoli dal 1694.

H4. Donna Claudia (* Napoli 8-X-1677 † ?), monaca “suor Agnese” nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1694, 

H5. Donna Giovanna (* 18-V-1683 † 31-XII-1703), morta educanda nel monastero di Sant’Andrea di Napoli.

H6. Donna Emilia (* Napoli 3-IV-1684 † ?).

H7. Donna Anna Maria (* Napoli 2-XI-1686 † ?), monaca “suor Maria Giuseppa” nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1704, ne fu Badessa nel 1727/1730 e nel 1745/1747.

H8. Donna Antonia († infante).

 

G4. Emilia (* Napoli 26-X-1645 † ?), monaca “suor Fortunata” nel monastero della SS. Trinità di Napoli dal 1664.

G5. Marcello (* Napoli 18-X-1647 † ?), Patrizio Napoletano, Chierico Regolare Teatino con il nome di “fra’ Michele”, Prevosto del convento di San Paolo a Napoli, infine divenne Vescovo di Isernia.

G6. Maria (* Napoli 8-IV-1650 † ?), monaca nel monastero di San Potito a Napoli dal 1669.

G7. Francesco (* Napoli 10-II-1653 † ?), Patrizio Napoletano.

G8. Bonaventura (* Napoli 12-VII-1651 † in guerra, Ungheria 168…), Patrizio Napoletano, Capitano di cavalleria imperiale.

 

F3. Achille (* Napoli 7-IX-1609 † ?), Patrizio Napoletano.

F4. Diego (* Napoli 18-XII-1610 † ?), Patrizio Napoletano.

F5. Carlo (* Napoli 27-X-1611 † ?), Patrizio Napoletano, fu uno dei fondatori della Congregazione dei Presbiteri Missionari Apostolici nel 1646, Arcivescovo di Benevento e Capua.

F6. Isabella (* Napoli 28-III-1613 † ?), monaca “suor Maria Eufemia” nel monastero di Santa Patrizia a Napoli nel 1629.

F7. Violante (* Napoli 14-IV-1614, probabilmente identica alla successiva † ?), monaca “suor Maria Clemenza” nel monastero della SS. Trinità di Napoli dal 1630.

F8. Andreana (* Napoli 16-IV-1614 † ?).

F9. Chiara (* Napoli 29-II-1617 † ?).

F10. Anna Maria (* Napoli 20-XII-1618 † ?), monaca nel monastero di San Gaudioso a Napoli dal 1635.

F11. Maria (* Napoli 8-VII-1620 † 10-V-1691)

  = Napoli 18-III-1649 Giovanni Battista Milano d’Aragona, Patrizio Napoletano (vedi/see)

F12. Nicola (* Napoli 29-VII-1621 † ?), Patrizio Napoletano.

F13. Teresa (* Somma 26-I-1625 † ?), monaca “suor Placida” nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1639, ne divenne Badessa nel 1695.

F14. Domenico (* Napoli 17-X-1626 † ?), Patrizio Napoletano.

F15. Achille (* Napoli 30-XI-1627 † ?), Patrizio Napoletano.

F16. Marcello, Patrizio Napoletano, Cavaliere Commendatore dell’Ordine di Malta.

 

E2. Violante (* Napoli 23-XI-1588 † San Mauro 15-IX-1632, testamento: 14-IX-1632), Duchessa di Lustra con Privilegio dato a Madrid il 28-IX-1625.

  = 6-X-1602 Alonso Brancaccio 3° Barone di Lauriano (vedi/see)

E3. Zenobia (* Pozzuoli 9-XI-1589 † ?).

 

D2. Carlo, Patrizio Napoletano.

D3. Giovanni, Patrizio Napoletano.

D4. Zenobia († 1590/1591)

 = 21-II-1583 Don Francesco Carafa 1° Duca di Campolieto (vedi/see)

D5. Isabella

 = Giovanni Angelo Pisanelli 3° Signore di Bonito

D6. Adriana

D7. Cecilia

D8. Girolama (* 1569 † ?), monaca nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1588.

D9. Lucrezia († infante).

D10. Livia

D11. Lucrezia

 

 C4. Ettore († 26-VII-1580), Patrizio Napoletano.

  = 2-X-1565 Lucrezia Pignatelli, figlia di Sigismondo, Patrizio Napoletano, e di Laura Carafa († 2-VII-1597) (vedi/see)

 

D1. Ascanio († 4-III-1631), Patrizio Napoletano.

D2. Mario († 23-X-1637), Patrizio Napoletano.

= 15-V-1611 Giulia Brancaccio Marchesa di San Sebastiano, figlia di Carlo, Patrizio Napoletano, e di Maria delli Monti dei Marchesi di Corigliano (* 23-XI-1592 † 1-XII-1648) (vedi/see)

 

E1. Lucrezia (* Napoli 1-IX-1620 † ivi 9-VI-1664)

a) = Napoli 13-VI-1634 Don Girolamo d’Afflitto 1° Principe di Scanno (vedi/see)

b) = Napoli 25-IV-1662 Don Marco Antonio di Capua dei Principi di Roccaromana (vedi/see)

 

D3. Orazio (* Napoli 6-VII-1570 † ?), Patrizio Napoletano.

D4. Girolamo (* Napoli 27-V-1574 † ?), Patrizio Napoletano.

D5. Lelio, Patrizio Napoletano.

D6. Livia

 = Napoli 20-IX-1586 Filippo Carafa, Patrizio Napoletano (vedi/see)

D7. Eleonora

 

 C5. Antonio, Patrizio Napoletano.

a) = 6-III-1565 Lucrezia Muscettola, figlia di Camillo, Patrizio Napoletano, e di Camilla Carafa dei Conti di Montecalvo (vedi/see)

b) = Olimpia Brancaccio, figlia di Nicola, Patrizio Napoletano, e di Roberta Brancaccio (vedi/see)

 

D1. [ex 2°] Fabio, Patrizio Napoletano, possedeva il feudo di Libonati, che nel 1611 vende a Francesco Galluppi.

a) = (dote di 40.000 ducati) Vittoria di Lauria, figlia di Alfonso Signore di Majerà e già vedova di Lelio Carafa 5° Conte di Policastro

b) = (dote di 12.000 ducati, capitoli matrimoniali per noptaio Giovanni Simone della Monica: Napoli 22-IX-1607) Antonia de Riso

 

E1. [ex 1°] Olimpia (* Napoli 4-IX-1598 † ?), monaca nel monastero di San Marcellino a Napoli.

E2. [ex 2°] Antonio (* Napoli 3-IX-1608 † ?), Patrizio Napoletano.

E3. [ex 2°] Bartolomeo (* Napoli 2-III-1611 †  ivi 4-IV-1620), Patrizio Napoletano.

E4. [ex 2°] Alonso (* Napoli 20-XI-1611 † ?), Patrizio Napoletano.

E5. [ex 2°] Maria Dorotea (* Napoli 20-XI-1614 † ?)

 = (capitoli matrimoniali per notaio Matteo Angelo Sparano, di Napoli: 24-XI-1635) Dionisio de Riso

E6. [ex 2°] Porfida (* 9-X-1621 † ?)

 = Fabio Messanelli 2° Marchese della Teana (vedi/see)

 

D2. [ex 2°] Fulvio, Patrizio Napoletano.

= 26-IV-1612 Vittoria de Riso dei Baroni di Mottola († testamento: Teana 1636, per notaio Giulio Cesare de Marsiliis).

D3. [ex 2°] Giulia (* 1574 † ?), monaca nel monastero di San Marcellino a Napoli dal 1593.

D4. [ex 2°] Camilla (* Napoli 29-XI-1577 † ?)

 = Giovanni Giacomo Caracciolo, Patrizio Napoletano

D5. [ex 2°] Antonio (* Napoli 16-II-1578 † ?), Patrizio Napoletano.

 = Napoli 9-II-1614 Geronima, figlia di Giovanni Pietro Lantaro

 

E1. Carlo (* Napoli 6-XII-1614 † ?), Patrizio Napoletano, Chierico Regolare Teatino “fra’ Giuseppe”.

E2. Chiara (* 16-X-1616 † Napoli 29-X-1655)

 = Giuseppe Filomarino, Patrizio Napoletano

E3. Giuseppe (* 27-IX-1618 † ?), Patrizio Napoletano.

E4. Francesco (* 17-XII-1620 † ?), Patrizio Napoletano.

E5. Maddalena (* 11-IX-1624 † ?).

E6. Filippo (* 25-XII-1626 † ?), Patrizio Napoletano.

 

D6. [ex 2°] Beatrice

       = Napoli 4-XI-1601 Ottavio Messanelli 7° Signore della Teana (vedi/see)

D7. [ex 2°] Maria (* 27-VI-1584 † ?), monaca nel monastero di San Marcellino a Napoli dal 1606.

D8. [ex 2°] Violante (* Napoli 10-VIII-1587 † ?)

 = Napoli 14-XII-1609 Annibale Filangieri dei Signori di Lapio (vedi/see)

D9. [ex 2°] Vittoria (* 1589 † ?), monaca nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1608.

D10. [ex 2°] Giovanni (* 5-VII-1590 † ?), Patrizio Napoletano.

  = Prudenzia Indelli

 

E1. Andrea, Patrizio Napoletano, Chierico Regolare Teatino e predicatore.

E2. Francesco, Patrizio Napoletano, Capitano di fanteria spagnola, poi monaco benedettino olivetano.

E3. Fabrizio (* 14-IX-1622 † ?), Patrizio Napoletano.

E4. Anna Maria (* 20-XI-1623 † ?).

E5. Aniello (* Somma 15-II-1625 † ?), Patrizio Napoletano.

E6. Beatrice (* 8-V-1627 † ?).

E7. Maria (* 7-IV-162… † 4-IV-1698), monaca nel monastero di Sant’Andrea a Napoli dal 1655.

E8. Fabio (* Napoli 10-I-1629 † ?), Patrizio Napoletano.

E9. Violante (* Napoli 20-IX-1631 † ?).

E10. Giuseppe (* Napoli 21-X-1632 † ?), Patrizio Napoletano.

E11. Una figlia, monaca nel monastero di San Giovanni a Napoli.

 

D11. [ex 2°] Fabrizio, Patrizio Napoletano.

D12. [ex 2°] Giulio, Patrizio Napoletano.

D13. [ex 2°] Cornelia

= Gennaro Paoluccio Signore di Spinete

D14. [ex 2°] Cecilia

 

C6. Annibale († infante), Patrizio Napoletano.

C7. Fabio († infante), Patrizio Napoletano.

C8. Ottaviano († infante), Patrizio Napoletano.

C9. Diana

   = Ferdinando Pandone Conte di Ugento e Patrizio Napoletano

C10. Laura

C11. Luisa

C12. Lucrezia, monaca nel monastero di Santa Patrizia a Napoli dal 1544. Fu obbligata a lasciare il monastero nel 1569 perché contraria alla sua riforma da parte delle autorità ecclesiastiche.

C13. Giulia

 

B2. [ex 2°] Giovanni

B3. [ex 2°] Federico, Patrizio Naoletano.

B4. [ex 2°] Beatrice

  = Bartolomeo del Tufo Barone di Tufo (vedi/see)

B5. [ex 2°] Diana

  = Girolamo Capece Scondito, Patrizio Napoletano (vedi/see)

B6. [ex 2°] Camilla

  = Alessandro Capece, Patrizio Napoletano del Seggio di Nido (vedi/see)

B7. (Naturale e legittimato) Giacomo

       = ………..

 

C1. Scipione († 1599), Giureconsulto, compra i feudi di San Nicola delli Canali, Ardore e Buonvicino dalla Regia Corte per la somma di 9.102 ducati e Regio Assenso dato il 18-VIII-1571.

= Napoli 8-XII-1566 Ippolita Ramirez, figlia di Giovanni Ramirez e di Isabella Sanseverino dei Baroni di San Donato

 

D1. Giacomo (* 23-II-1569 † 1623), Barone di San Nicola delli Canali, Ardore e Buonvicino.

 = Napoli 18-XI-1612 Olimpia Mormile, figlia di Giovanni Camillo, Patrizio Napoletrano, e di Isabella Billi (vedi/see)

D2. Isabella (* Napoli 14-VII-1572 † ?).

D3. Andrea (* Napoli 29-XI-1573 † ?), Abate.

D4. Camillo (* Napoli 6-III-1575 † 1624), Barone di San Nicola delli Canali, Ardore e Buonvicino (Significatoria 14-X-1623), vende il feudo però prima del 1623 al cognato Giovanni Capecelatro.

        Stipite della Linea di Brancaleone (RC), per la sua discendenza vedi qui

D5. Vittoria (* Napoli 25-VIII-1578 † ?)

 = Ottavio Fontanarosa, Nobile di Nola

D6. Violante

 = Napoli 2-II-1611 Giovanni Capecelatro, Patrizio Napoletano

 

C2. Porzia, monaca.

C3. Cassandra

 

A2. Agata

 = Giovan Paolo Galluccio Signore di Galluccio e Caspoli, Patrizio Napoletano

A3. Caterina

a)  = Cola Tomacelli, Patrizio Napoletano

b)  = Cesare Capece Bozzuto Signore di Afragola e Patrizio Napoletano (vedi/see)

A4. Beatrice

 = Giovanni Antonio di Ruggero

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com