SPADAFORA

 

 

 

 

Giovanni Spadafora, Segretario dell’Imperatore Federico II Re di Sicilia nel 1230. Sposa N.N.

 

A1. Corrado († post 1260)

       = ……..

 

       B1. Gerardo

              = …….

 

              C1. Corrado († cade in battaglia a Iaci 1357), miles.

                     = …..

 

D1. Federico, miles, 1° Barone del Biscotto, del Sale e della Canapa sulle gabelle del porto di Messina; aggregato al Patriziato Veneto il 12-V-1409, Console della Repubblica di Venezia a Messina.

    = …….

 

                           E1. N.H. Salvatore, 2° Barone del Biscotto e Patrizio Veneto, Stratigò di Messina nel 1429 e 1431.

          = ……..

 

                                 F1. N.H. Salimbene, 3° Barone del Biscotto e Patrizio Veneto.

= Giovanna (risposata a Enrico Tedesco Barone della metà dei mezzograni sopra le tonnare di Solanto, San Giorgio, Arenella e San Niccolò di Bendorni, titoli che passarono a Giovanna divenuta vedova e poi ereditati dal figlio di prime nozze).

 

G1. N.H. Antonio, 4° Barone del Biscotto, Barone della metà dei mezzograni sopra le tonnare di Solanto, San Giorgio, Arenella e San Niccolò di Bendorni (investito il 25-VI-1509 come eredità materna); Patrizio Veneto.

          = ……..

 

H1. N.H. Federico, 5° Barone del Biscotto, Barone della metà dei mezzograni sopra le Tonnare di Solanto, San Giorgio, Arenella e San Niccolò di Bendorni (investito il 30-IV-1515 e 19-VII-1517, non ebbe investiture sulla baronia e signoria di Biscotto); Patrizio Veneto.

     = ……

 

I1. N.H. Giovanni Antonio, 6° Barone del Biscotto, Barone della metà dei mezzograni sopra le tonnare di Solanto, San Giorgio, Arenella e San Niccolò di Bendorni (investito il 12-IX-1530 e il 20-X-1557); Patrizio Veneto; Confrate dell’Ospedale di Messina il 3-IV-1542.

                                                           = Marianna Rocca

 

J1. N.H. Federico († testamento pubblicato: Palermo 20-IV-1598), 7° Barone del Biscotto, Barone della metà dei mezzograni sopra le tonnare di Solanto, San Giorgio, Arenella e San Niccolò di Bendorni (investito il 4-III-1572); Patrizio Veneto; Maestro Razionale del Regno di Sicilia, Confrate dell’Ospedale di Messina il 27-XII-1571.

= (contratto: Palermo 14-V-1570) Giulia Alliata, figlia di Pietro Alliata e di Bernardina Faraone († monastero di San Gregorio, Messina 7-VI-1629), da vedova diviene monaca in San Gregorio.

                                                                

K1. N.D. Eleonora, Patrizia Veneta, investita del Biscotto e degli altri feudi il 20-IV-1592.

= N.H. Vincenzo Mastrantonio e Beccadelli di Bologna Marchese della Sambuca (investito il 4-VII-1604) e Patrizio Veneto

K2. N.H. Giovanni Antonio († ca. 1586), Patrizio Veneto.

K3. N.D. Antonia († 25-IX-1619), Patrizia Veneta.

                                                                        = Don Carlo Ruffo 1° Duca di Bagnara (vedi/see))

K4. N.D. Maria, Patrizia Veneta, Badessa del monastero di San Gregorio a Messina.

K5. N.D. Alfonsina (* 1582 ca. † ?), Patrizia Veneta.

                                                                        = Palermo 5-VII-1597 Antonino Gotho e Cressino Barone della Floresta

K6. N.D. Bernardina († post 1629), Patrizia Veneta, Badessa del monastero di San Gregorio a Messina.

K7. N.D. Giulia, Patrizia Veneta, era sposata ed aveva avuto una figlia di nome Maria.

 

                                              H2. N.H. Giovanni, Patrizio Veneto.

 

                                 F2. N.H. Giovanni, Patrizio Veneto, Senatore di Messina.

    = ………

 

G1. N.H. Scipione, Patrizio Veneto, Reggente di Caltagirone nel 1525, Confrate dell’Ospedale di Messina il IV-1542.

          = …….

 

                                             H1. N.D. Isabella († post 1575), Patrizia Veneta.

                                                    = Maurizio Porco dei Baroni di Protonotaro

 

E2. N.H. Corrado, 1° Barone di Venetico, Maestro Razionale del Regno di Sicilia nel 1442, Stratigò di Messina, Barone di Mazzarà (investito: Tivoli 10-VI-1447), Barone di Solanto; Patrizio Veneto.

          = …….

 

F1. N.H. Federico, 2° Barone di Mazzarà e Venetico (investito il 23-IX-1457), Barone di Solanto (investito il 23-IX-1452), compra la terra di San Martino il 23-III-1459 e investito con il titolo di Barone il 4-V-1459; Patrizio Veneto.

     = …….

 

                                        G1. N.H. Francesco, 3° Barone di Venetico e Barone di Solanto investito il 7-XI-1509, Patrizio Veneto.

                                               = Melchiorra Moncada

 

                                               H1. N.H. Giovann Pietro, 4° Barone di Venetico investito il 10-X-1552, Patrizio Veneto.

                                                      = Laura Spadafora, sua cugina (vedi/see) oltre)

 

                                                      I1. N.H. Federico, 5° Barone di Venetico investito nel 1564, Patrizio Veneto.

                                                           = Beatrice Branciforte, figlia di Niccolò Conte di Raccuja e di Giovanna Lanza (vedi/see))

 

J1. N.H. Giuseppe Antonio, 6° Barone di Venetico, 1° Marchese di San Martino dal 23-VII-1622 (terra comprata nel 1612), Patrizio Veneto.

a)      = 6-III-1612 Guiomara (Imara) Ruffo, figlia di Muzio dei Conti di Sinopoli e Principi di Scilla e di Camilla Santapau 5° Marchesa di Licodia (vedi/see))

b)      = 18-XI-1617 Vincenza Moncada, figlia di Francesco Barone di Calvaruso e di Eleonora Gaetani dei Marchesi di Sortino (* 4-IV-1591 † ?) (vedi/see))

 

K1. [ex 1°] N.H. Don Francesco († VI-1654), 2° Marchese di San Martino, 1° Principe di Venetico con Privilegio del 10-XI-1629, Patrizio Veneto.

K2. [ex 1°] N.H. Don Muzio, 2° Principe di Venetico, 3° Marchese di San Martino e Patrizio Veneto.

= Donna Agata Branciforte e Campulo, figlia di Don Antonio 1° Principe di Scordia e di Giuseppa Campulo dei Marchesi delli Martini (vedi/see))

 

L1. N.H. Don Giuseppe Domenico († 1670), 3° Principe di Venetico e 4° Marchese di San Martino investito il 14-VIII-1661, Patrizio Veneto.

 

                                                                 K3. [ex 1°] N.H. Don Gutierrez, Patrizio Veneto.

                                                                        = Donna Anna Rosalia Spadafora dei Principi di Maletto (vedi/see) oltre)

 

L1. N.H. Don Domenico, 4° Principe di Venetico e 5° Marchese di San Martino, 4° Principe di Maletto, 4° Marchese di Roccella di Randazzo e Signore di ½ di Pirago con investitura del 15-I-1679; Cavaliere dell’Ordine d’Alcantara e Patrizio Veneto.

                                                                               = Giuseppa Branciforte e Borgia, figlia di Girolamo Conte di Sant’Antonio e di Antonia Borgia (vedi/see))

 

M1. N.H. Don Muzio († Palermo 23-II-1723), 5° Principe di Venetico, 5° Principe di Maletto, 6° Marchese di San Martino, 5° Marchese di Roccella di Randazzo e Signore di ½ di Pirago (investito il 21-I-1698); Gentiluomo di Camera di Vittorio Amedeo II di Savoia Re di Sicilia, Capitano di Palermo nel 1717 e 1718, Maestro Razionale del Regio Patrimonio, Deputato del Regno di Sicilia nel 1720; Patrizio Veneto.

= (contratto: Palermo 9-IX-1695) Anna Maria Gaetani e Gravina, figlia di Ignazio Gaetani e Gaetani e di Perna Gravina (vedi/see)), venne investita di Pirago il 25-IX-1720.

 

N1. N.H. Don Domenico (* 1702 † Venetico 3-VII-1754), 6° Principe di Venetico, 6° Principe di Maletto, 7° Marchese di San Martino, 6° Marchese di Roccella di Randazzo, Barone di Mazzarà, della Cavalleria, Pirago, Persinaci, Vigna del Re, Signore degli Stati d’Acquaviva e della città di Sutera (investito il 14-VI-1725); Patrizio Veneto, Gentiluomo di Camera con esercizio del Re di Napoli e Sicilia.

= (contratto: Palermo 23-X-1723) 2-I-1724 Donna Caterina Moncada e Platamone, figlia di Don Francesco 2° Principe di Larderia e di Donna Eleonora Platamone Principessa di Rosolini (* Messina 1708 † caduta da cavallo, Spadafora X-1773) (vedi/see))

 

O1. N.H. Don Muzio (* 1732 † Palermo 27-I-1798), 7°Principe di Venetico, 7° Principe di Maletto, 8° Marchese di San Martino, 7° Marchese di Roccella di Randazzo, Barone di Mazzarà, della Cavalleria, di Pirago, Persinaci, della Vigna del Re, Signore degli Stati d’Acquaviva e della città di Sutera (investito il 3-VII-1754); Patrizio Veneto. Era debole di mente.

= 8-X-1757 Donna Marfisa Paternò e Paternò Castello, figlia di Don Giuseppe 1° Marchese di Sessa e di Donna Isabella Paternò Castello dei Marchesi di Giuliano (* 1721 † ?) (vedi/see)), già vedova di Pietro del Castello Marchese di Sant’Isidoro e Tortorici.

O2. N.H. Don Federico (* 1737 † 18…), 8° Principe di Venetico, 8° Principe di Maletto, 9° Marchese di San Martino, 8° Marchese di Roccella di Randazzo, Barone di Mazzarà, della Cavalleria, di Pirago, Persinaci e della Vigna del Re, Signore degli Stati d’Acquaviva e della città di Sutera (investito il 25-IV-1798); Patrizio Veneto, Cavaliere dell’Ordine di Malta e Superiore della Carità a Palermo nel 1775.

= Palermo 21-IV-1768 Donna Eleonora Colonna Romano, figlia di Don Calogero Gabriele 2° Duca di Cesarò e di Donna Melchiorra Ventimiglia dei Principi di Grammonte (* 1746 † ?) (vedi/see))

 

                                                                                                   P1. N.D. Donna Alessandra (* Palermo 18-V-1778 † 8-I-1866), Patrizia Veneta.

a)      = Palermo III-1804 Don Pietro Ascenso e Tedeschi dei Baroni di Santa Rosalia, Senatore e Governatore del Monte di Pietà, Rettore del Grande Ospedale di Palermo (* Modica ….. † ?);

b)      = 9-III-1837 Benjamin Ingham (* 1785 † 4-III-1861).

P2. N.H. Don Domenico (* 1779 † Palermo 6-III-1851), 9° Principe di Maletto, 9° Principe di Venetico, 10° Marchese di San Martino 9° Marchese di Roccella di Randazzo, Barone di Mazzarà, della Cavalleria, di Pirago, Persinaci e della Vigna del Re, Signore degli Stati d’Acquaviva e della città di Sutera (investito il 10-XII-1804); Patrizio Veneto.

 

                                                                                     N2. N.H. Don Federico, Patrizio Veneto.

                                                                                     N3. N.H. Don Giuseppe, Patrizio Veneto.

                                                                                     N4. N.D. Donna Giuseppa, Patrizia Veneta.

                                                                                            = 30-III-1722 Don Gutierrez Spadafora 2° Principe di Spadafora (vedi/see) oltre)

 

M2. N.H. Don Francesco, Patrizio Veneto, ebbe il marchesato di Roccella in concessione da parte del fratello.

 

L2. N.H. Don Muzio, Marchese di Policastrelli; 1° Principe di Spadaforacon diploma datato Madrid 7-III-1710 (esec.: Messina 4-V-1713); Patrizio Veneto.

= Messina 28-III-1682 Donna Maria Antonia Ruffo, figlia di Don Antonio 1° Principe della Scaletta e di Alfonsina Gotho Baronessa di Santa Lucia (* Messina 1-I-1657 † ?) (vedi/see))

 

M1. N.H. Don Gutierrez († Messina 4-X-1748), 2° Principe di Spadafora (investito il 5-XI-1716), 4° Duca di Spadafora e Barone di San Pietro Licurri per testamento (8-III-1722) della cugina Anna Spadafora (investito il 29-VII-1724); Patrizio Veneto; Gentiluomo di Camera del Re di Napoli e Sicilia, Vicario Generale a Novara nel 1743.

a) = 30-III-1722 Donna Giuseppa Spadafora dei Principi di Venetico e Maletto (vedi/see) sopra)

b) = Palermo 11-X-1730 Donna Giovanna Branciforte, figlia di Don Giuseppe Principe di Scordia e di Donna Anna Naselli dei Conti di Comiso e Principi d’Aragona († Palermo 26-III-1779) (vedi/see))

 

                                                                                     N1. [ex 1°] N.D. Donna Maria Antonia (* Palermo 1728 † ivi 1785), Patrizia Veneta.

= (contratto: 9-XII-1745, per notaio Savasta di Palermo) Palermo 19-II-1746 Don Placido Notarbartolo 2° Duca di Villarosa (vedi/see))

N2. [ex 1°] N.D. Donna Anna Maria († Palermo 11-1780 sepolta ivi alle Cappuccinelle), Patrizia Veneta.

= Palermo 5-XI-1745 Giovanni Pietro Galletti e Sollima Marchese di Santa Marina († Palermo 14-IX-1784, sepolto ivi in Santa Maria di Gesù).

N3. [ex 2°] N.H. Don Muzio Corrado Onofrio († Palermo 6-XII-1779), 3° Principe e 5° Duca di Spadafora e Barone di San Pietro Licurri (investito il 3-VII-1750), Patrizio Veneto.

= Spadafora 24-IV-1759 Donna Antonia Monroy, figlia di Don Alonso 3° Principe di Pandolfina e di Donna Aurora Morso dei Principi di Poggioreale (* Palermo 15-I-1741 † ante 1779) (vedi/see)), Dama dell’Ordine di Malta.

 

O1. N.H. Don Alonso († 1840), 4° Principe e 6° Duca di Spadafora, e Barone di San Pietro Licurri (investito il 22-XII-1785); Patrizio Veneto, Capitano della Regia Marina spagnola dal 1791.

O2. N.H. Don Gioacchino (* 1761 † ?), Patrizio Veneto, Consultore di Palazzo nel 1790.

          O3. N.H. Don Gaetano, per la sua discendenza v. Parte II.

          O4. N.H. Don Salvatore, Patrizio Veneto, Cavaliere dell’Ordine di Malta.

          O5. N.H. Don Mario, Patrizio Veneto.

          O6. N.D. Donna Antonia, Patrizia Veneta.

                  = 3-1792 Marchese Antonio Letizia

 

                                               H2. N.D. Eleonora, Patrizia Veneta.

                                                      = 1523 Andreotto Staiti, Nobile Patrizio di Messina

 

                                        G2. N.H. Giovanni Antonio († 1495), Barone di Solanto e Patrizio Veneto.

= …….

 

                                               H1. N.D. Margherita, Patrizia Veneta.

                                                      = Gerardo Alliata Barone di Solanto (vedi/see))

 

                                        G3. N.H. Girolamo († 1512), 6° Barone di Mazzarà (investito nel 1505), Patrizio Veneto.

                                               = Caterina

 

                                               H1. N.D. Bernardina, Patrizia Veneta, investita di Mazzarà il 17-V-1511.

                                                      = Leonardo Faraone, Nobile Patrizio di Messina

 

G4. N.H Giovanni Pietro († 1519), 8° Barone di Mazzarà investito il 7-1514 e 7-VII-1517, compra ½ del feudo di Pirago (investito il 19-VII-1519); Patrizio Veneto.

G5. N.H. Giacomo, 9° Barone di Mazzarà e di ½ di Pirago (investito il 12-XI-1519 e il 3-X-1557), Patrizio Veneto.

           = …….

 

H1. N.H. Don Mariano († 1596), 10° Barone di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago (investito il 23-V-1568, concessione del titolo di “Don” il 19-VI-1574 (esec.: Palermo 20-IV-1575); Patrizio Veneto.

H2. N.H. Pietro († ante 1596), Patrizio Veneto.

                                                      = ……. Moncada

 

I1. N.H. Don Mariano, 11° Barone di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago investito il 14-III-1596 e il 26-VIII-1600, Patrizio Veneto, Confrate della Compagnia dei Bianchi di Messina nel 1607.

 = ………

 

J1. N.H. Don Pietro († Messina 16-XII-1659), 12° Barone di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago investito il 27-X-1614 e il 18-XII-1621, Patrizio Veneto.

      = ………

 

K1. N.H. Don Muzio († Venetico 16-VIII-1660), 13° Barone di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago (senza investitura), Patrizio Veneto.

                                                                        = Agata Spadafora, investita di Mazzarà a nome del figlio minorenne il 12-I-1661.

 

L1. N.H. Don Giuseppe Domenico († 1671), 14° Barone di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago e Patrizio Veneto dal 1660

 

                                                                 K2. N.H. Don Ottavio, Patrizio Veneto.

                                                                        = …….. Branciforte

 

L1. N.H. Don Pietro, 1° Principe di Mazzarà dal 1673 e Signore di ½ di Pirago, investito con la signoria di Lando l’8-IV-1679; Patrizio Veneto.

        = ……..

 

M1. N.H. Don Federico, 2° Principe di Mazzarà e Signore di ½ di Pirago; 1° Duca di Spadafora con privilegio del 29-V-1673 (esec. 11-VIII-1673); Patrizio Veneto, Maestro Razionale del Real Patrimonio.

                                                                                      = Eleonora Rigoles, investita a nome del figlio il 2-XII-1695.

 

N1. N.H. Don Onofrio, 3° Principe di Mazzarà (investito 1674), 2° Duca di Spadafora e Signore di Lando (investito il 27-VIII-1715), Barone di San Pietro Licurri (investito l’8-IV-1679), Patrizio Veneto.

N2. N.D. Anna († testamento: 8-III-1722), 3° Duchessa di Spadafora, Baronessa di San Pietro Licurri e Baronessa di Lando investita il 25-II-1720; Patrizia Veneta. Lascia erede il cugino Gutierrez Spadafora e cede il principato di Mazzarà.

 

L2. N.H. Don Antonio († 1648), 1° Barone e Signore di San Pietro Licurri con Privilegio dell’11-II-1628, Patrizio Veneto, Confrate dell’Ospedale di Messina il X-1638.

                                                                              = Cornelia Moleti

 

M1. N.H. Don Federico († Palermo 10-IV-1678), 2° Barone di San Pietro Licurri dal 1648, investito il 19-XII-1648 e il 16-IX-1666; Patrizio Veneto.

 

                                                                 K3. N.H. Don Gutierrez, Patrizio Veneto.

 

                                               H3. N.D. Laura, Patrizia Veneta.

                                                      = Pietro Spadafora Barone di Venetico (vedi/see) sopra).

                                               H4. N.D. Eleonora, Patrizia Veneta, compra il feudo di Brancaleone nel 1571 (vedi/see) Staiti).

                                                      = 22-I-1549 Federico Stayti (Staiti), Patrizio di Messina (vedi/see))

 

                                        G6. N.H. Corrado, Barone di San Martino e Patrizio Veneto.

 

                                  F2. N.H. Giacomo, Patrizio Veneto.

     = …………

 

                                        G1. N.H. Francesco Maria, Patrizio Veneto.

                                               = Antonia Guerrera

 

                                               H1. N.H. Annibale, Patrizio Veneto, inviato della città di Messina dal Papa.

                                                      = Laura Saccano, figlia di Francesco ed Elena Saccano

 

                                                      I1. N.D. Eleonora, Patrizia Veneta.

a) = 1593 Giuseppe Messina

b) = 1607 Vincenzo Razzo Barone delli Mari e Principe e Cavaliere della Stella

                                                      I2. N.H. Scipione, Patrizio Veneto, Cavaliere dell’Ordine di Malta dal 1598.

 

                                   F3. N.H. Annibale, Patrizio Veneto, Vescovo di Lipari dal 1485.

 

A2. Pietro Damiano († post 1306), Senatore di Randazzo, investito Barone di Jaci nel 1282 dal Re d’Aragona,  investito di Troina nel 1304, cambia Troina con il feudo di Roccella nel 1306; cadde prigioniero all’assedio di Agosta nel giugno 1291 mentre combatteva per il Re d’Aragona.

       = ………..

 

       B1. Damiano, Barone di Spanò per donazione del Re Pietro III d’Aragona e Barone di Roccella di Randazzo.

              = ………..

 

              C1. Bernardo, Barone di Roccella di Randazzo e di Spanò, Conte di Gagliano. Ebbe un figlio morto a 8 anni.

                     = ……….

              C2. Ruggero, Barone di Roccella di Randazzo, Maestro Giustiziere della Val Demone e di Castrogiovanni nel 1343.

                     = …….

 

                     D1. Guglielmo (vivente 1342/1355), Barone di Roccella di Randazzo.

                            = ……….

 

E1. Ruggero, Barone di Roccella di Randazzo, Maestro Giustiziere della Val Demone, Protonotario nel 1361, 1363 e 9-1366; aveva Pittari e 26 once annuali di gabella su Sciara; Barone di Savi (confermato il 26-X-1392); Signore di Colla e Cannata di Randazzo.

                                  = ………

 

F1. Federico, Barone di Roccella di Randazzo; Capitano e Castellano perpetuo di Messina con Privilegio del 24-XI-1391, Maestro Razionale del Regno di Sicilia, Maestro Giustiziere della Val Demone nel 1403; subì la confisca di Roccella il 25-X-1396 ma venne presto reintegrato; possedeva Pittari, Bonvassallo, Pietra Intonicata e la Foresta Revocata che permuta con il castello e le terre di Olivieri il 9-VII-1399 (approvato con Regio Privilegio: Catania 3-IV-1400). La permuta venne successivamente annullata.

                                        = Violante Montaperto e Valguarnera, figlia di Bartolomeo Montaperto Barone di Raffadali e di Cecilia Valguarnera

 

                            E2. Arnaldo o Rinaldo, compra il feudo di Maletto.

a) = Granata, figlia ed erede di Giovanni Castagna Signore di Cutò

b) = Costanza, figlia di Rinaldo de Castelli e di Giuliana. Ebbe in dote i feudi di Caccione e Michinesi

 

F1. Ruggero detto Gerotto († testamento: Randazzo 2-XI-1470), Barone di Maletto investito “more francorum” il 20-VI-1420, Prefetto di Randazzo nel 1460.

F2. [ex 2°] Antonio Spatafora de Castellis († testamento reso pubblico il 15-X-1438), Signore di Caccione e Michinesi dal 1422 (investito il 10-X-1425).

                            = …………

 

G1. Salimbene († testamento: Randazzo 21-XI-1470), Signore di Caccione e Michinesi (investito il 19-VII-1453).

                                              = ……..

 

H1. Giovanna, ereditò i feudi di Cutò, Schillita, Bufalo, Colla Soprana e Colla Sottana il 25-IX-1480 e rinuncia a Maletto e terre annesse in favore dello zio Giovanni nel 1473.

                                                     = Antonino Platamone

                                               H2. Giovan Francesco        

 

                                       G2. Giovanni, Barone di Maletto con Caccione e Michinesi investito il 20-IX-1473, viveva a Randazzo.

                       = ……….

 

H1. Beato (dal 12-I-1912) Domenico (* Randazzo 1450 † Monte Cerignone 21-XII-1521, sepolto ivi nella chiesa del convento), frate domenicano professo nel convento di Santa Zita a Palermo, fondò la chiesa e il convento di Monte Cerignone nel 1491.

H2. Giovannello, Barone di Maletto con Caccione e Michinesi (investito il 15-VII-1499), Barone di Roccella di Randazzo con Pittari, Bonvassallo, Pietra Intonacata e la Foresta Revocata (investito“more francorum” il 3-VII-1510).

                               = ………

 

I1. Giovanni Michele († 1563), Barone di Roccella di Randazzo, Barone di Maletto con Caccione e Michinesi (investito il 19-I-1518 e l’8-XI-1557).

a) = Violante del Bosco, figlia di Vincenzo 1° Conte di Vicari e di Donna Beatrice Tagliavia d’Aragona dei Principi di Castelvetrano

b) = Donna Lucrezia Moncada, figlia di Don Francesco 1° Principe di Paternò e di Caterina Pignatelli dei Conti di Borrello (vedi/see))

 

 J1. Giovanni, Barone di Roccella di Randazzo, Barone di Maletto con Caccione e Michinesi (investito il 6-VII-1564).

                                                            J2. Francesco († ante 1572)

= Laura Beccadelli di Bologna, figlia di Girolamo dei Baroni di Sambuca, Cefalà e Capaci (vedi/see))

                                           

K1. Don Michele († Roccella 3-X-1619), Barone di Roccella di Randazzo, Barone di Maletto con Caccione e Michinesi (investito il 22-XII-1572); 1° Marchese di Roccella di Randazzo con Privilegio datato: monastero di San Lorenzo 23-VI-1579 (esec. a Palermo il 23-XI-1579); 1° Principe di Maletto con Privilegio del 2-IV-1619 (esec. dal 14-IX-1619); Pretore di Palermo nel 1602.

                                                                         = Maria Crisafi

 

L1. Don Francesco, 2° Principe di Maletto, 2° Marchese di Roccella di Randazzo, Signore di Michinesi e Caccione dal 1619 (investito di Roccella il 4-X-1620 e il 10-IX-1622); vende Santa Domenica e lo Parino nel 1629, Santa Domenica, Puzzuleo e Iancoria Soprana nel 1644, Pietraviva nel 1649 e Solfara nel 1662; Deputato del Regno di Sicilia, Governatore dell Compagnia dei Santi Apostoli Simone e Giuda di Messina nel 1624.

= 12-XI-1620 Donna Lucrezia Sanseverino, figlia di Scipione Duca di San Donato e di Anna Carafa (* 27-VII-1609 † ?) (vedi/see))

 

M1. Don Michele (* 1622 † Palermo 21-9/11-1677), 3° Principe di Maletto, 3° Marchese di Roccella di Randazzo, Barone di Acquaviva, Signore di Michinesi e Caccione (investito il 10-XII-1642 dopo la rinuncia del padre); Deputato del Regno di Sicilia.

= (contratto: Palermo 21-IV-1641) Caterina Gisulfo e Osorio, figlia di Paolo Gisulfo e Spadafora e di Eleonora Osorio e Torongi - Investita dei feudi del marito il 10-XII-1678. Vende Acquaviva e Michinesi il 2-XII-1689.

                                                                                M2. Donna Anna Rosalia

a)  = Don Gutierrez Spadafora dei Principi di Venetico (vedi/see) sopra)

b) = 1666 Don Orazio Paternò Barone della Sigona (vedi/see))

                                                                                 M3. Donna Isabella Spadafora e Sanseverino dei principi di Maletto

                                                                = don Alessandro Staiti nobile di Messina

 

                                                                    N1. donna Lavinia Staiti  Spadafora Sanseverino nobile di Messina

Capitoli matrimoniali per notaio Giacomo di Stefano di Messina del primo luglio 1691

=  1691, don Giovanni V Palermo e Arezzo 10 barone e 1° principe di Santa Margherita il 9 novembre 1708, esecutoriato l'11 ottobre 1709, barone di Castelluccio di Modica il 3 settembre 1709

Con privilegio dato in Madrid il 9 novembre 1708, esecutoriato in Messina l'11 ottobre 1709, il re Filippo V di Spagna elevò l'antica baronia di Santo Stefano e Santa Margherita, posseduta dalla famiglia Palermo fin dal XIV secolo, al rango di principato. (Vedi: Palermo di Santa Margherita)

                                                                                 M4. Donna Margherita

                                                                                 M5. Donna Livia

 

                                                                         L2. Donna Maria

                                = Don Francesco III Ventimiglia 3° Principe di Castelbuono (vedi/see))

 

I2. Salimbene, Giurato a Randazzo nel 1501.

I3. Guglielmo, Luogotenente del Governatore della Camera Regionale.

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com