GAETANI DELL’AQUILA D’ARAGONA

 

 

 

 

Cristoforo Gaetani dell’Aquila (+ assassinato all’assedio di Napoli 18-10-1439), 5° Conte di Fondi, Signore di Piedimonte ceduto dalla madre con Regio Consenso del 4-11-1418 e 25-10-1421, 1° Conte di Morcone (terra concessa dalla madre il 17-2-1402), Patrizio Napoletano; Vicerè di Campagna e Molise il 6-8-1406, custode di Roma per conto del Re di Napoli il 24-6-1408 fino all’8-1408, Governatore di Roma 1410/9-1413, Vicerè degli Abruzzi e Capitano di L’Aquila 1419/1420, Gran Protonotario e Logoteta del Regno di Napoli il 20-9-1420, Sindaco di Napoli il 20-9-1421; vende Rocca d’Introboni e il castello di Loratino nel 1406, vende il feudo e castello di Marino ai Colonna il 18-3-1423; assume il cognome Gaetani dell’Aquila. Sposa Isabella de Pizzutis (o Piczutis) Signora di Busso, Bassanello, Longano e San Massimo (+ 1435); in seconde nozze il 20-3-1436 Giovannella del Forno, e ne legittima i figli.

 

 

A1. (ex 2°, tutti nati prima del matrimonio e legittimati dal Papa Martino V il 28/29-7-1432) Onorato Gaetani dell’Aquila

       d’Aragona (per concessione del Re di Napoli) (* 1414/1425 + 25-4-1491, sepolto in San Francesco di Fondi), 6°

       Conte di Fondi, Signore di Alife, Piedimonte, Vallecorsa, Monticelli, San Lorenzo, Caivano, Spigno, Castelforte,

       Dragone, Le Fratte, Castelnuovo, Itri, Sperlonga, Lenola, Pàstene e Castellonorato dal 1439; Conte di Morcone fino al

       1437; Patrizio Napoletano; Signore di Sgurgola, Salvaterra e Pofi confiscati ai cugini delle altre linee; compra il feudo di

       Alvignano dai d’Aquino per la somma di 1.600 ducati, e lo permuta poi con il feudo di Cusano al Regio Consigliere

       Bernardo de Clavellis tramite contratto datato: Itri 7-2-1482 (Regio Assenso 27-3-1482).

       a) = (2.000 ducati di dote) 1428 Francesca, figlia di Fabrizio di Capua dei Conti d’Altavilla e di Cubella Gesualdo (vedi/see)

       b) = 1469 Caterina, figlia di Carlo Pignatelli, Patrizio Napoletano, e di Mariella Offieri (+ 28-8-1513) (vedi/see)

 

       B1. (ex 1°) Sveva (* 1433 ca. + ante 1487)

              = (contratto matrimoniale: 1446) 1454 Baldassarre Spinelli dei Signori di Roccaguglielma (vedi/see)

       B2. (ex 1°) Baldassarre (* ante 1443 + ca. 1480), Conte di Morcone dal 28-10-1443, 1° Conte di Traetto, Patrizio

             Napoletano.

             = (capitoli matrimoniali: 28-6-1443) Antonella Caracciolo, figlia di Sergianni 1° Duca di Venosa e di Caterina

                Filangieri Contessa di Avellino (vedi/see)

 

             C1. Beatrice (+ post 1491)

                    = ante 1472 Giovanni Battista Conti, Nobile Romano

             C2. Laura

                    = Antonio de Guevara 2° Conte di Potenza (vedi/see)

             C3. Giovannella detta Banella o Mandella (+ post 7-9-1487)

                    = (dote di 12.000 ducati) 1465 Girolamo Sanseverino 2° Principe di Bisignano (vedi/see)

             C4. (Figliazione incerta, forse è figlia del Conte Onorato ?) Arognasa (+ ante 1491).  

 

       B3. (ex 1°) Giovannella (+ post 1487)

              = 1448 Giovanni Cantelmo Conte di Popoli (vedi/see)

       B4. (ex 1°) Cubella

              = 1452 Jacobello Caetani Signore di Maenza (vedi/see)

       B5. (ex 1°) Caterina (* ante 1458 + post 1491)

              = ante 5-1458 Carlo di Sangro Signore di Torremaggiore e Patrizio Napoletano (vedi/see)

       B6. (ex 1°) Pietro Bernardino (* 1458 + prigioniero a Castel dell’Ovo, Napoli 1492), Patrizio Napoletano, rinuncia al

              titolo di Conte di Traetto per assumere quello di Conte di Morcone, prende parte all’ambasciata napoletana dal

              Papa a Roma nel 12-1484.

              = Costanza Orsini, figlia di Roberto Conte di Tagliacozzo e di Caterina Sanseverino dei Conti di Capaccio

                 (+ testamento: 16-11-1516) (vedi/see)

 

             C1. Camilla (+ post 15-7-1507)

                    = Colella Caetani (dei Signori di Maenza ?) (+ post 15-7-1507).

             C2. Onorato (+ testamento: 5-5-1528, morto forse 8-1528), 1° Duca di Traetto dal 28-11-1493 (feudo confiscato

                    il 20-5-1497), Principe d’Altamura (investito il 2/22-12-1506), 7° Conte di Fondi, Signore di Piedimonte, Alife,

                    Montepeloso, Minervino, Mottola e Grottola 1508/1521, i suoi feudi furono confiscati e concessi quasi tutti ai

                    Colonna dal Vicerè di Napoli il 21-1-1521.

                    = Napoli 11-1493 Lucrezia d’Aragona, figlia naturale di Ferdinando I Re di Napoli e di Eulalia Ravignano

                       (+ 1549) (vedi/see) (Il matrimonio con Sancia d’Aragona, nipote di Lucrezia, fu progettato per la fine del 1493

                       ma annullato nel novembre dello stesso anno).

 

                    D1. Federico (* 1494 ca. + decapitato 1528), Patrizio Napoletano, Conte di Morcone, diseredato dal padre

    perché traditore.

                           = Caterina Sanseverino, figlia di Don Bernardino 3° Principe di Bisignano e di Dianora Piccolomini

                              Todeschini dei Duchi di Amalfi (+ post 1539) (vedi/see)

 

                           E1. Beatrice

                                  = Giovanni Giordano Conclubet Conte dell’Arena

 

                    D2. Don Luigi (* 1495 + testamento: 1528, morto poco dopo), Signore di Montepeloso e Patrizio

                           Napoletano; finisce prigioniero delle truppe imperiali e subì la confisca di tutti i feudi e beni.

                           = 1522 Lucrezia, figlia di Ludovico Montalto, Patrizio Napoletano, e di Vincenza di Montalto di Salgi

       (+ ca. 1541).

 

                          E1. Beatrice

                                = Giovanni Conclubet Conte d’Arena

                          E2. Scipione (* ante 1528 + 4-8-1554), Principe d’Altamura, 3° Duca di Traetto, 8° Conte di Fondi,

         Signore di Montepeloso e Patrizio Napoletano.

                                = (contratto 1-4) 1544 Camilla Zurlo, figlia di Giacomo Conte di Montoro e di Cassandra di Capua

                                   (+ 31-12-1604) (vedi/see)

 

                               F1. Don Luigi (+ ante 23-12-1612), Principe d’Altamura, 4° Duca di Traetto, 9° Conte di Fondi,

  Signore di Piedimonte e Patrizio Napoletano; vende il feudo di Montepeloso.

a)      = Lucrezia Orsini, figlia di Raimondo 3° Conte di Pacentro e di Faustina Carafa dei Duchi di

         Ariano (vedi/see)

b)      = Cornelia Carafa dei Signori di Montaluni (+ post 1609).

 

G1. (ex 2°) Donna Camilla (* Napoli 1578 + Roma 21-7-1627), erede di Traetto, Fondi e

       Altamura nel 1614, pretendente al feudo di Piedimonte.

       = 1-6-1593 Don Filippo I Caetani 7° Duca di Sermoneta (vedi/see)

G2. (ex 2°) Don Scipione (+ 21-8-1614), 10° Conte di Fondi, 5° Duca di Traetto, Signore di

       Piedimonte e Patrizio Napoletano alla morte del padre.

       = Girolama Bozzuto

G3. (ex 2°) Donna Antonia (+ infante).

 

                               F2. Donna Cassandra (+ post 1609)

                                     = Scipione Moccia, Patrizio Napoletano

                               F3. Don Alfonso (+ 16…), 1° Duca di Laurenzana dal 24-10-1606 (confermato il 9-3-1607), Patrizio

                                     Napoletano; compra il feudo di Alife nel 1620. Pretendente al feudo di Traetto.

a)      = 3-7-1583 Giulia, figlia di Ruggero Carafa, Patrizio Napoletano (+ 21-10-1593);

b)      = Camilla Revertera, figlia di Francesco Revertera, Patrizio Napoletano, e di Cassandra di

         Capua

 

G1. (ex 1°) Donna Girolama

G2. (ex 1°) Donna Camilla (+ 1606)

       = Don Giuseppe Cantelmo 4° Duca di Popoli (vedi/see)

G3. (ex 1°) Donna Aurelia, monaca.

G4. (ex 1°) Don Francesco (* 21-3-1588 + testamento: 19-12-1624 ma morto ante 1-1625),

       2° Duca di Laurenzana e Conte di Alife, ebbe Piedimonte in eredità dal cugino Scipione, nel

       1623 ottenne il principato d’Altamura in cambio della rinuncia su Traetto; Patrizio Napoletano.

       = 25-7-1607 Diana di Capua, figlia di Luigi di Capua e di Vittoria Caracciolo (* 5-8-1586 +

         18-11-1664, testamento: 27-3-1659) (vedi/see)

 

      H1. Donna Giulia Vittoria (* 17-6-1608 + 1686)

             = Don Paolo III di Sangro 4° Principe di Sansevero (vedi/see)

      H2. Don Alfonso (* 8-5-1609 + Piedimonte 28-6-1644), 3° Duca di Laurenzana, Conte di

             Alife, Principe d’Altamura, Signore di Piedimonte, Signore di Gioia e Dragoni dal 1625

             (istituisce un fidecommesso sulle sue terre) e Patrizio Napoletano; Maestro di campo

             spagnolo nel 1637, il 21-5-1643 permuta il feudo di Laurenzana con quello di Gioia

             mantenendo il titolo ducale.

             = (contratto: 20-11-1629) Donna Porzia Carafa, figlia di Don Antonio 3° Duca d’Andria

                e di Donna Francesca de Lannoy Duchessa di Boiano (* 9-8-1608 + 11-8-1652) (vedi/see),

                già vedova di Don Ferdinando Caracciolo Duca d’Airola.

 

            I1. Donna Francesca (+ post 1648), monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a

                 Napoli.

            I2. Donna Giulia (* 13-9-1633 + ?), monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a

                 Napoli.

            I3. Don Francesco (* 1633 ca. + 1-8-1653), 4° Duca di Laurenzana, Principe d’Altamura,

                 Conte di Alife, Signore di Piedimonte dal 1644 e Patrizio Napoletano; compra le terre di

                 Ciorlano, Fossaceca, Capriati e Santa Maria dell’Oliveto nel 1651; Capitano di

                 cavalleria spagnola nel 1650.

            I4. Don Antonio (* 25-7-1638 + 3-2-1710), 5° Duca di Laurenzana, Principe d’Altamura,

                 Conte di Alife, Signore di Piedimonte, Signore di Gioia, Dragoni, Santa Maria

                 dell’Oliveto, Fossaceca, Capriata e Ciorlano dal 1653, Signore di Alvignano dal 1678 e

                 Patrizio Napoletano.

                 = 18-5-1656 Donna Cecilia Acquaviva d’Aragona, figlia di Don Francesco 12° Duca

                     d’Atri e di Anna Conclubet dei Marchesi dell’Arena (* 28-10-1640 + 8-11-1683)

                     (vedi/see)

 

                 J1. Don Nicola (* 6-6-1657 + 17-8-1741), 6° Duca di Laurenzana, Conte di Alife e

                       Signore di Piedimonte dal 1710; vende Altamura nel 1715 e ottiene il privilegio di

 appoggiare il titolo principesco sul feudo di Piedimonte: 1° Principe di Piedimonte il

 2-9-1715, Grande di Spagna di prima classe dal 9-11-1725, Patrizio Napoletano;

 Signore di Gioia, Alvignano, Dragoni, Santa Maria dell’Oliveto, Fossaceca, Capriata

 e Ciorlano; Gentiluomo di Camera del Re di Napoli e Sicilia, Capitano d’arme nel

 1706, Maresciallo di Campo nel 1707, Consigliere di Stato; autore di alcune opere:

 Gli Avvertimenti intorno alle passioni dell’Animo” (Napoli 1732), la “Disciplina

 del caualier giovane diuisata in Tre Ragionamenti” (Napoli 1738).

                       = 9-3-1686 Donna Aurora Sanseverino, figlia di Don Carlo Maria 9° Principe di

                          Bisignano e di Donna Maria Fardella e Gaetani dei Principi di Pacheco

                          (* Altomonte 28-4-1667 + Piedimonte 2-7-1726) (vedi/see), già vedova di Don

                          Giangirolamo Acquaviva d’Aragona 9° Duca di Nardò

 

                       K1. Conte Don Pasquale (premorto al padre), Patrizio Napoletano.

                               = 6-6-1711 Maria Clara Giuseppa von Croy, figlia di Ferdinando Francesco

                                  Principe di Havré e di Josèphe Barbe d’Hallouin (* 15-6-1679 + ?).

                       K2. Donna Cecilia (+ 26-10-1710)

                              = 13-4-1703 Don Antonio di Sangro 7° Principe di Sansevero (vedi/see)

 

                 J2. Conte Don Domenico (+ post 1702), Patrizio Napoletano, Cavaliere dell’Ordine di

                       Malta dal 29-6-1664, nel 1702 milita in Lombardia nell’esercito spagnolo.

                 J3. Conte Don Francesco (* 25-2-1664 + 11-8-1734), Patrizio Napoletano;

                       Colonnello della Guardia di Filippo V Re di Spagna, Generale di battaglia nel 1703,

                       = 23-1-1723 Donna Giovanna Sanseverino, figlia di Don Giuseppe 10° Principe di

                          Bisignano e di Donna Stefania Pignatelli Aragona Cortés dei Principi di Noia 

                          (* Altomonte 10-2-1706 + Piedimonte 19-2-1779) (vedi/see)

 

                      K1. Donna Marianna (+ 22-2-1806)

                             = Napoli 7-4-1746 Don Nicola Sanseverino 1° Principe di Pacheco (vedi/see)

                      K2. Don Giuseppe Antonio (* 2-12-1726 + 21-4-1782), 7° Duca di Laurenzana,

                             2° Principe di Piedimonte, Conte di Alife, Signore di Gioia, Alvignano, Santa

       Maria dell’Oliveto, Fossaceca, Capriata e Ciorlano dal 1741, Patrizio

       Napoletano (riconosciuto nel 1766); Gentiluomo di Camera del Re di Napoli,

       aggregato alla nobiltà beneventana nel 1740, Capitano del reggimento Real

       Abruzzo nel 1743.

                             = Napoli 4-2-1742 Donna Laura de Mari, figlia di Don Carlo II 2° Principe

         d’Acquaviva e di Donna Beatrice di Tocco dei Principi di Montemiletto

         (* Napoli 3-8-1721 + Piedimonte 5-1-1757) (vedi/see)

 

                             L1. Don Nicola, capostipite delle linee attuali dei Gaetani dell’Aquila d’Aragona

                             L2. Donna Carlotta (* 19-3-1747 + infante).

                             L3. Donna Rosalba (* 18-9-1748 + 14-10-1783)

                                   = 2-2-1772 Don Carlo III de Mari 4° Principe d’Acquaviva (vedi/see)

                             L4. Conte Don Onorato (* 6-10-1749 + 1815), Duca di Miranda maritali

                                   nomine, Patrizio Napoletano.

                                   = 25-3-1797 Donna Gaetana Caracciolo Duchessa di Miranda, figlia ed

                                      erede di Don Francesco, Principe ereditario di Avellino, e di Donna

    Marianna Caracciolo Duchessa di Miranda (* Napoli 17-11-1767 +

    ivi 27-2-1810) (vedi/see)

 

                                      M1. Donna Marianna (* 1800 ca. + 15-9-1850), Duchessa di Miranda,

                                              Duchessa di Atripalda e Principessa di Venafro

                                              = 1822 Don Giuseppe de’ Medici 8° Principe di Ottaiano (vedi/see)

 

                             L5. Conte Don Gabriele (* 12-10-1752 + post 1788), Patrizio Napoletano.

                             L6. Conte Don Francesco (* 4-3-1754 + ?), Patrizio Napoletano, Cavaliere

                                   dell’Ordine di Malta dal 7-10-1779.

 

                      K3. Conte Don Pasquale (* 12-1729 + 1791), Patrizio Napoletano, Cavaliere

                             dell’Ordine di Malta dal 1755, Ministro plenipotenziario dell’Ordine nel 1784,

                             Commendatore di Belcastro nel 1791.

                      K4. Donna Aurora

                             = 1750 Don Giuseppe della Leonessa Principe di Sepino e Patrizio Napoletano

 

                 J4. Donna Maria Emanuela (+ 1738), monaca nel monastero di Santa Maria

                       Donna Regina a Napoli.

                 J5. Donna Teresa (+ post 1738), monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a

                       Napoli.

                 J6. Donna Diana, monaca.

                 J7. Conte Don Luigi (+ 1738), Patrizio Napoletano, Capitano di cavalleria spagnola in

                       Lombardia nel 1702.

                 J8. Donna Maria Anna (+ post 1738), monaca nel monastero di Santa Maria Donna

                       Regina a Napoli.

                 J9. Donna Ippolita, monaca (?).

                 J10. Conte Don Tommaso (+ 1738), Patrizio Napoletano, Capitano di cavalleria in

                        Fiandra.

                        = 13-5-1706 Guglielmina de Mérode, figlia di Ferdinando Massimiliano Conte di

                           Rubempré e di Bona Albertina Baronessa di Mérode (+ 4-10-1739), già vedova

                           di Jean Joseph Conte de Groesbeek e di Engelbert Frédéric Conte de Bryas

 

                       K1. Conte Don Egidio (vediivente nel 1737), Patrizio Napoletano, Gentiluomo di

                              Camera del Re di Napoli, nel 1737 combatte per gli imperiali contro i turchi in

                              Ungheria.

                               = ……………

 

                              L1. Conte Don Tommaso (* 1761 + locanda della luna, Messina 29-3-1830),

   Patrizio Napoletano, Colonnello nell’armata napoletana.

                                     = Baronessa Giuseppa Villapiana (+ ante 29-3-1830).

 

                                     M1. (Marchese, i discendenti maschi primogeniti fecero uso abusivo del

           titolo marchionale nell’800) Conte Don Egidio (* 21-10-1780 +

           24-7-1843), Patrizio Napoletano; egli e i suoi figli vennero confermati

           dei titoli il 2-4-1842.

                                             = 1820 Donna Marianna Frezza dei Duchi di San Felice

 

           N1. Conte Don Onorato (* 7-2-1821 + 4-9-1902), Marchese di

                  Zullino e Patrizio Napoletano.

                                                    = 10-5-1853 Giuseppa, figlia del Marchese Orazio Forcella e di

        Donna Giustiniana Caracciolo dei Duchi di Soreto (vedi/see)

 

                                                    O1. Donna Anna (* 25-1-1855 + ?).

                                                    O2. Donna Maria (* 27-3-1858 + ?)

                                                           = 30-4-1892 Giacomo Gagni

 

                                             N2. Conte Don Filippo (* 1826 + post 1842), Patrizio Napoletano.

                                             N3. Conte Don Giuseppe (* 1828 + post 1842), Patrizio

       Napoletano.

                                             N4. Conte Don Tommaso (* 14-5-1830 + ?), Patrizio Napoletano;

       Cappellano del Tesoro di San Gennaro a Napoli dal 1857.

                                             N5. Conte Don Gennaro (* 22-7-1833 + ?), Patrizio Napoletano.

                                                    = 17-7-1882 Adelaide Filomena

 

O1. Conte Don Egidio (* Napoli 4-12-1882 + 23-2-1943),

       Patrizio Napoletano; medico odontoiatra.

       = Maria, figlia di Domenico Coppolino, Direttore Generale

          della Banca d’Italia, e di Agnese Volpe (* 23-11-1881 +

          1-3-1963).

 

       P1. Donna Adele (* 24 o 26-6-1909 + 1991)

              = Alberto Bellavita (* 1904 + ?).

       P2. Conte Don Gennaro (* 1916 + 1941), Patrizio

             Napoletano.

             = 1935 Iolanda Bellavita (* 24-1-1913).

 

             Q1. Donna Maria Luisa (* 2-2-1938)

             Q2. Conte Don Egidio (* 1939), Patrizio Napoletano.

 

       P3. Conte Don Roberto (* 30-3-1919 + 1972), Patrizio

             Napoletano.

             = Maria Emilia Buffatelli

 

             Q1. Conte Don Giampiero (* 8-5-1942), Patrizio

                    Napoletano.

             Q2. Conte Don Corrado (* 1-5-1954), Patrizio

                    Napoletano.

                    = ………...

 

                    R1. Conte Don ……..

                    R2. Conte Don ……..

 

       P4. Donna Bice (* 12 [ma registrata il 14]-11-1926)

             = 19-2-1949 Pasquale Bravo (* 24-12-1926 + 6-5-

                2001).

 

                                                   O2. Donna Anna (* Napoli 2-2-1886 + ?)

                                                          = Francesco Filomena, avvocato

 

         N6. Conte Don Carlo (* 1836 + post 1842), Patrizio Napoletano.

 

                                                            K2. Donna Carlotta (* Namur 7-8-1718 + 24-4-1779)

                                                                   = 13-3-1737 Don Raimondo di Sangro 8° Principe di Sansevero (vedi/see)

 

            I5. Don Giuseppe (* 1639 + 12-3-1710), Patrizio Napoletano, Cavaliere dell’Ordine di

                 Malta dal 15-3-1646, Arcivescovo titolare di Neacesarea e Patriarca titolare di

                 Alessandria, Nunzio Apostolico a Firenze.

            I6. Donna Anna Maria, monaca benedettina a Piedimonte.

            I7. Donna Diana (+ 16-12-1714)

                 = 2-2-1671 Don Giuseppe Cantelmo 6° Duca di Popoli (vedi/see)

 

      H3. Don Vittoria (* 6-7-1611 + ?), monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a

             Napoli.

      H4. Donna Lucrezia (+ post 1687), monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a

             Napoli.

      H5. Donna Camilla

      H6. Don Carlo (+ 28-7-1688), Patrizio Napoletano, Signore di Alvignano, Cavaliere

            dell’Ordine di Malta dal 1633.

      H7. Don Giovanni Andrea, Patrizio Napoletano, Chierico Teatino Regolare dal 24-6-1673.

      H8. Don Onorato (+ infante), Patrizio Napoletano.

      H9. Donna Aurelia

      H10. Donna Teresa

      H11. Donna Geronima

      H12. Donna Giulia

               = Carlo Caetani dei Signori di Maenza (vedi/see)

 

G5. (ex 1°) Don Ferdinando, Patrizio Napoletano.

G6. (ex 1°) Don Luigi, Patrizio Napoletano, gesuita.

G7. (ex 1°) Don Federico, Patrizio Napoletano, Cavaliere dell’Ordine di Malta dal 30-3-1614.

 

                    D3. Nicola (+ post 21-10-1531), Patrizio Napoletano, pretendente al feudo di Morcone, forse fu Chierico.

                    D4. Isabella

                    D5. Porzia

                           = Diomede Carafa Conte di Maddaloni (vedi/see)

                    D6. Beatrice (+ ante 1523)

                           = ante 1-2-1514 Camillo Caetani Signore di Sermoneta (vedi/see).

                    D7. Ferdinando (+ testamento: 29-8-1546 ma morto ante 1548), Patrizio Napoletano, Signore di Piedimonte

                          e Grottola, Conte del Molise nel 1544, Governatore della Capitanata.

                           = Cassandra, figlia di Francesco di Capua, Patrizio Napoletano, e di Laudomia Arcamone Signora di

                              Roccaromana (+ 1593) (vedi/see), vedova di Giacomo Zurlo Conte titolare di Montoro.

 

                           E1. Giovanni (+ testamento: 30-9-1557, morto 10-1557), Signore di Piedimonte, nomia erede il cugino

          Luigi.

          = Camilla de Cardenas dei Conti di Acerra

    E2. Vittoria

                                  = Don Giovanni Antonio Carafa 1° Duca di Laurino, Signore di Castelnuovo e San Lorenzo (vedi/see)

    E3. Lucrezia

 

                     D8. Giovanna (+ post 1523)

a)      = Don Giovanni Granai Castriota Duca di Ferrandina e Conte di Copertino e Soleto (vedi/see);

b)      = post 1518 Don Giovanni Bernardino Acquaviva d’Aragona 2° Duca di Nardò (vedi/see).

 

             C3. Giacomo (+ 1550 ?), Patrizio Napoletano, Signore di Sonnino, Conte di Morcone 1502/1504 e 1527/1550,

                    Signore di Caivano fino al 1545.

                    = 1507 Donna Costanza Pignatelli, figlia di Don Ettore 1° Duca di Monteleone, Conte di Borello, e di Ippolita

Gesualdo dei Conti di Conza (vedi/see)

 

                   D1. Isabella (+ post 1565), Contessa di Morcone.

                   D2. Geronima (+ testamento: 12-3-1592)

                          = 1541 ca. Baldassarre Acquaviva d’Aragona 1° Marchese di Bellante (vedi/see)

                   D3. Vittoria, che ereditò la contea di Morcone.

                          = Don Scipione Carafa dei Principi di Stigliano, Patrizio Napoletano

 

             C4. (Figliazione incerta) Luigi (+ post 10-11-1515), Patrizio Napoletano.

 

       B7. (ex 1°) Lucrezia (+ ante 1523)

             = 28-5-1467 Scipione Pandone Conte di Venafro e Patrizio Napoletano

       B8. (ex 1°) Nicola Antonio (+ post 1491), Patrizio Napoletano, Protonotario Apostolico.

       B9. (Naturale) Antonio, che diede origine ai Signori di San Marco La Catola, estinti nel XVII secolo.

              = Medea di Sant’Agapito Signora di San Marco di Lacatola.

 

A2. (ex 2°) Giordano (* ante 1425 + 13-10-1496, sepolto in Santa Lucia di Capua), Patrizio Napoletano, Arcivescovo di

       Capua dal 31-5-1447, Patriarca di Antiochia dal 1485, Abate di San Magno 1440 ?/1469.

A3. (ex 2°) Colantonio detto Colella (* ante 1425 + cade all’assedio di Colle 6-5-1479), Consignore di Ceccano e

       Falvaterra, Patrizio Napoletano.

a)      = Elena di Montechiaro

b)      = Caterina (Colonna ?)

A4. (ex 2°) Agnesella (+ post 14-6-1479)

       = (dote di 2.000 scudi) Raimondo della Leonessa Signore di Montemiletto e Morrone (+ 1453) (vedi/see)

A5. (ex 2°) Bonifacio (* ante 1438 + post 3-1491), Patrizio Napoletano, Priore a Barletta per l’Ordine di San Giovanni di

       Gerusalemme di Rodi dal 1456.

A6. (ex 2°) Alfonso, Patrizio Napoletano, ebbe lite con Fabrizio della Leonessa Signore di Telese per il dominio sul feudo di

       Amorosi, ebbe convenzione con questo il 15-6-1467 divenendo Signore di Amorosi.

a)      = Cristofora Margani (?)

b)      = Maria di Celano

 

B1. Bonifacio, Patrizio Napoletano, Priore di Barletta per l’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi

B2. Onorata

       = Ettore Borgarello Signore di Vico e Patrizio Napoletano

B3. Giovanni Battista (+ 1512), Signore di Amorosi (confermata con Privilegio del 25-6-1487), Patrizio Napoletano.

       = Covella Carafa

 

       C1. Alfonso, Signore di Amorosi fino al 1528, ebbe i feudi confiscati per fellonia; Patrizio Napoletano.

              = Drusiana del Doce

 

             D1. Fabio, Patrizio Napoletano.

             D2. Scipione, Patrizio Napoletano.

             D3. Fulvia

 

B4. Camilla

       = Carlo del Tufo Connestabile di Aversa (vedi/see)

B5. Lucrezia

       = Andrea Matteo Gargano, Patrizio Napoletano  

 

A7. (ex 2°) Giacomo (* ante 1425 + 1461/1463), 2° Conte di Morcone e Signore di Piedimonte dal 1437, Signore di

       Riardo, Patrizio Napoletano; Cavaliere.

       = Margherita Attendolo (Sforza) Signora di Muzio, sorella di Muzio Sforza Conte di Benevento (vedi/see), già vedova di

          Michele de’ Ravignani.

 

       B1. (Naturale) Emilia

             = (dote di 2.000 ducati 24-12-1465) Marino della Leonessa Signore di Montemarano e Telese (+ post 1491) (vedi/see)

       B2. (Idem) Bernardo (+ 1501 ?), Signore di Riardo, Longana, Rocca Maynoli e San Massimo.

a)      = Troisiana (Lucrezia ?) del Doce

b)      = Roberta Toraldo

 

C1. (ex 2°) Margherita Ippolita

       = (dote: 2500 ducati) 1494 Carafello Carafa (vedi/see)

C2. (ex 2°) Camillo (+ post 1528), Signore di Riardo.

       = Camilla Mansolino (Mansoria)

 

       D1. Vincenzo Bernardino, Signore di Riardo.

              = Sigismonda de Francesco

 

              E1. Prospero

              E2. Geronimo Bernardino

              E3. Ottavio

              E4. Vespasiano

                     = Imperia Lombardo, figlia di Ferrante I 1° Conte di Gambatesa e di Antonella de Gemmis (vedi/see)

              E5. Girolamo Camillo

 

       D2. Cristofaro

              = Giulia Cicinelli

 

             E1. Giovanni Bernardino

                   = Filomena Antinori

 

                   F1. Dorotella

                   F2. Francesco

 

C3. (ex 2°) Drusiana (+ post 1509)

      = Tommaso di Transo, Patrizio Napoletano

 

       B3. (Naturale) Antonio Cristoforo (+ ante 1464/1468), Signore di Baranello, Longana, San Massimo e Busso.

 

A8. (ex 2°) Terina (* ante 1425 + ?)

       = Giuliano di Celano

A9. (ex 2°) Gaspare (* ante 1425 + 29-12-1437), Patrizio Napoletano, Camerario.

A10. (ex 2°) Iacobella (+ post 1425).

A11. (ex 2°) Giovanni (+ post 1425), Patrizio Napoletano, Cavaliere dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi.

A12. (Figliazione incerta) Melchiorre, Signore di Campello. La sua discendenza è incerta.

A13. (Figliazione incerta) Ferdinando

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com