VILLANI NOVATI

 

 

 

Francesco Villani (vivente nel 1610), borghese originario di Pontremoli, si trasfer a Milano alla fine del XVI secolo. Era facoltoso. Sposa N.N.

 

A1. Ottavio (+ in viaggio verso la Germania, Bissenterre post 1632), Dottore in leggi, ambasciatore spagnolo presso le

corti europee, Senatore di Milano nel 1629, Reggente del Supremo Consiglio d Italia nel 1630 a Madrid, ebbe la

cittadinanza milanese il 16-7-1632.

= Virginia, figlia di Don Lorenzo Ricci (+ 1668).

 

B1. Isabella, il padre aveva ottenuto un particolare privilegio dal Re di Spagna: il suo futuro marito aveva la

possibilit di essere elevato al titolo di Conte. Suo marito fece istanza per il titolo il 15-9-1659.

= Teodoro Besozzi Signore di Legiuno, 1 Conte di Legiuno a seguito del matrimonio.

B2. Francesco (+ 16-11-1665), Dottore in leggi illustre a Milano, Regio Capitano di Giustizia del Ducato di

Milano 1654/1657, Avvocato Fiscale dal 1658, Senatore di Milano nel 1663, Podest di Cremona nel 1664.

= Luigia, figlia del Conte Francesco Parravicini; si rispos a Don Francesco Ferrante Medici di Novate (o

Novati) Marchese di Covo, che nomin eredi i figliastri Villani il 17-1-1698 con l obbligo di assumere il

cognome e l arma.

 

C1. Don Ottavio Villani Novati, creato Conte con Lettera Patente datata Madrid 28-7-1671, compr il feudo

di Lanzano con Zovatto e ne ottenne investitura il 30-8-1674, Priore del Monte di piet di Milano dal

19-1-1690.

C2. Marchese Don Pietro Villani Novati, alla morte del patrigno assunse per testamento il cognome Novati e

il titolo di Marchese; a seguito di una lite con il fisco non pot succedere nel feudo di Covo e appoggi il

titolo sul cognome.

= 1701 Donna Isabella Talenti Fiorenza, figlia di Don Gerolamo 3 Marchese di Conturbia e 4 Marchese

de la Fuente e di Eleonora Gonzaga dei Principi di Castiglione (vedi)

 

D1. Marchese Don Ferrante Francesco (+ Milano 29-12-1748), Colonnello Comandante del reggimento

del Maresciallo Diesbach nel 1738, Comandante di Mantova nel 1738, Tenente Maresciallo imperiale,

partecipa alle campagne contro gli spagnoli del 1740/1748; era ricchissimo, aveva una rendita di

100.000 lire annue, ma alla sua morte lasci il patrimonio completamente dissestato.

= Donna Giulia Lucini, figlia di Don Giulio Antonio Marchese di Besate e di Donna Teresa Archinto

dei Marchesi di Parona (* Milano 8-8-1715 + ivi 19-12-1800), gi vedova di Don Marco Arese 5

Conte di Barlassina.

D2. Donna Luisa (+ 1732)

= Conte Giuseppe Barni, Patrizio di Lodi

 

C3. Isabella

= Don Pietro Paolo Luigi Biumi 2 Marchese di Binasco, Patrizio Milanese (+ 1739).

 

A2. Gian Battista, Regio Canonico, Arciprete di Santa Maria alla Scala in Milano.

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della NobiltÓ Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com