SPINELLI

 

 

 

Troiano Spinelli, Patrizio Napoletano del Seggio di Nido, appartenente ad antica famiglia patrizia nota dal XIII secolo. Sposa forse Viola Dentice

 

A1. Giacomo (+ ca. 1474), Patrizio Napoletano.

= .

 

B1. Troiano (+ ante 1485), Patrizio Napoletano, 1 Barone di Summonte, partecipa al Parlamento dei nobili del 1443,

fu al servizio di Alfonso V dAragona.

= Maria, figlia di Gualtieri Caracciolo Rossi, Patrizio Napoletano, e di Martuscella Piscicelli (vedi)

 

C1. Antonio, 2 Barone di Summonte e Patrizio Napoletano.

C2. Federico, 3 Barone di Summonte e Patrizio Napoletano.

= Cubella, figlia di Carlo Pignatelli, Patrizio Napoletano, e di Marcella Offieri (vedi)

 

D1. Troiano III (+ 11-1528), 4 Barone di Summonte e Patrizio Napoletano.

= Laura Carafa

 

E1. Federico (+ 1530), 5 Barone di Summonte dal 1530 e Patrizio Napoletano.

 

D2. Lucrezia, 6 Baronessa di Summonte dal 1530.

= Giovanni Antonio Caracciolo Barone di Oppido (vedi)

 

C3. Giovanni Battista (+ forse in prigione 25-7-1522), Patrizio Napoletano; Conservatore Generale del Real

Patrimonio e Consigliere Uditore dal 7-5-1486 (carica avuta per i meriti del padre presso il Re Ferdianndo I

di Napoli); 1 Signore di Paola e Fuscaldo con sole cause civili, feudi comprati nel 1496 dal Fisco per 4.000

ducati e confermati da Consalvo de Cordova nel 1503 che subito dopo lo obbliga a rinunziarvi; 1 Conte di

Cariati (con le terre di Terravecchia, Cerenzia, Caccuri, Umbriatico, Verzino, Scala, Rocca di Neto, Campana

e Bocchigliero) con Regio Privilegio del 20-2-1505, riconfermato il 5-5-1507; 1 Signore del feudo di Pantano

(acquistato dal Fisco, confermato il 6-2-1518); 1 Signore di Guardia Piemontese acquistata da Agostino

Adorno nel 1510; 1 Signore di Castrovillari, feudo acquistato il 28-10-1521, poi 1 Duca con Privilegio del

24-4-1522; Tesoriere Generale di Calabria dal 10-1516); Consigliere in guerra e pace dei domini del Regno di

Napoli e percezione diritti fiscali su Casoria investito il 22-3-1518; ambasciatore e componente del Consiglio di

guerra e di stato.

= 1494 Livia Caracciolo, figlia di Tristano Signore di Ponte Albaneto, Fontanafusa e Lusciano, Patrizio

Napoletano, e di Beatrice Piscicelli (vedi)

 

D1. Donna Isabella

a)      = (dote: 14.000 ducati) Giovanni Francesco di Capua Conte ereditario di Altavilla (vedi)

b) = Giannantonio Donato Acquaviva dAragona 8 Duca dAtri (vedi)

D2. Don Ferdinando (+ ca. 1547), 2 Duca di Castovillari, 2 Conte di Cariati, Signore di Terravecchia,

Cerenzia, Umbriatico, Verzino, Campana, Caccuri, Scala, Bocchigliero, Rocca di Neto, Barone di

Fuscaldo con Paola e del feudo di Pantano (Rilevio 23-12-1523); vende Guardia Piemontese nel 1531

a Paolo Nanni con Pantano, poi riottenuta; vende con patto di retrovendita Fuscaldo, Guardia e Pantano

nel 1532 a Bernardino Martirano, quindi riavuti dal figlio di costui e rivenduti allo zio Carlo Spinelli con

Regio Assenso del 5-2-1537; Marchese di Mesuraca e Signore di Scalea e Tortorella maritali nomine e

Patrizio Napoletano; Capitano Generale di Calabria e Basilicata, Consigliere Regio, Logoteta e

Protonotario del Regno di Sicilia (Citra faro) con stipendio di 1.190 ducati annui dal 20-12-1525,

Consigliere del Collaterale; Grande di Spagna di prima classe dal 1535; partecip allimpresa di Tunisi con

propria galea nel 1535; ottenne 800 ducati annui sui fiscali di Tortorella e casali per meriti paterni e

personali il 30-3-1536.

a)      = Donna Diana Acquaviva dAragona, figlia di Don Belisario 1 Duca di Nard e di Donna Sveva

Sanseverino dei Principi di Bisignano (vedi)

b)      = Isabella Caracciolo, figlia ed erede di Giovanni Andrea 1 Marchese di Misuraca, Signore di Scalea

e Tortorella e di Andreanna di Caivano Signora di Misuraca (+ post 1569) (vedi)

 

E1. (ex 1) Don Giovanni Battista II (+ 7-1551), 3 Duca di Castrovillari, 3 Conte di Cariati, Signore

di Terravecchia, Scala, Rocca di Neto, Cerenzia, Montespinello, Verzino, Campana, Bocchigliero e

Umbriatico dal 1547 (Rilevio 23-1-1548), Grande di Spagna e Patrizio Napoletano, con Regio

Assenso vende Verzino alla matrigna Isabella nel 1549.

= 1540 don Isabel Alvarez de Toledo, figlia di don Pietro Alvarez de Toledo Vicer del Regno di

Napoli e di dona Maria Pimentel y Osorio 2 Marchesa di Villafranca del Bierzo sorella di

Eleonora Granduchessa di Toscana. Fu tutrice della figlia.

 

F1. Donna Francesca (+ 15-10-1603), 4 Duchessa di Castrovillari, 4 Contessa di Cariati, Signora

di Terravecchia, Scala, Rocca di Neto, Cerenzia, Montespinello, Verzino, Campana, Bocchigliero

e Umbriatico dal 1551 (Rilevio 21-10-1553); per debiti vende una parte considerevole dei suoi

feudi: nel 1560 vende Caccuri e Cerenzia a Bernardino Cimino per la somma di 26.500 ducati,

nel 1571 vende Paola al Marchese di Fuscaldo suo cugino, nel 1565 salva il resto dello stato di

Cariati (con Montespinello, Terravecchia, Scala, Campana, Bocchigliero, Umbriatico e Rocca di

Neto) vendendolo in blocco al suocero Carlo Spinelli, vende il ducato di Castrovillari ai

Sanseverino nel 1581. Ebbe lite per lintestazione della terra di Verzino con lava Isabella

Caracciolo.

= Don Scipione I Spinelli 2 Duca di Seminara (vedi)

 

E2. (ex 1) Donna Vincenza

a)      = Pietro Antonio Caracciolo dAragona Signore di Pisciotta e Plaisano (vedi)

b)      = Pietro Alvarez de Toledo

E3. (ex 1) Donna Isabella (+ 5-1589)

= Ferrante Caracciolo 4 Conte di Nicastro (vedi)

E4. (ex 2) Don Troiano, capostipite dei Principi di Scalea.

E5. (ex 2) Don Giovanni Vincenzo, capostipite dei Principi di Tarsia.

E6. (ex 2) Donna Livia

= Girolamo Carafa Marchese di Castellabate

E7. (ex 2) Don Carlo (+ 12-12-1609), Conte di Bianco e Patrizio Napoletano.

= 28-10-1574 Eleonora Crispano (+ 29-6-1620).

E8. (ex 2) Don Ferrante (+ 1582), Patrizio Napoletano, Vescovo di Policastro.

 

D3. Donna Geronima

= 1525 Ferdinando Carafa Conte ereditario di Montorio, Patrizio Napoletano (vedi)

D4. Donna Dorotea (* 1507 + 9-12-1570)

= Matteo di Capua Conte di Palena e Patrizio Napoletano

 

C4. Carlo (+ 4-5-1540), 1 Barone di Seminara (comprata per 4.000 ducati nel 1495, confermata con il feudo di

Santa Cristina il 30-4-1517), poi 1 Conte di Seminara con Privilegio del 6-8-1532; 1 Signore di Fuscaldo,

Guardia e del feudo di Pantano acquistati dal nipote Ferrante il 26-3-1536, Regio Assenso 5-2-1537, e donati

poi al figlio Salvatore in occasione delle sue nozze nel 1540; Patrizio Napoletano; fu al servizio degli aragonesi

prima e dellImperatore Carlo V poi.

= Eufemia Siscara, figlia di Paolo 2 Conte di Aiello e di Giulia Carafa dei Conti di Airola

 

D1. Pietro Antonio (+ 18-6-1554), 2 Conte di Seminara e Signore di Santa Cristina dal 1540, Patrizio

Napoletano.

= (capitoli matrimoniali: 8-4-1524) Donna Ippolita, figlia di Don Camillo Pignatelli 2 Conte di Borrello e

Duca ereditario di Monteleone e di Giulia Carafa (vedi)

 

E1. Carlo, capostipite degli Spinelli Savelli.

 

D2. Camilla (+ premorta al marito)

= Michele dAyerbo dAragona 2 Conte di Simeri (vedi)

D3. Salvatore, capostipite della linea di Fuscaldo (Spinelli Barrile).

D4. Paolo (+ 1577), Signore di Cosoleto per successione della moglie, Patrizio Napoletano.

= Cornelia, figlia ed erede di Jacopo Claver Signore di Cosoleto e di Diana Ruffo dei Signori di Bagnara

(+ 1568).

 

E1. Diana (+ 19-3-1621)

= 30-11-1570 Don Giovanni Antonio II Caracciolo 1 Principe di Santobuono e 4 Marchese di

Bucchianico (vedi)

E2. Vittoria (+ 16-9-1612)

= Don Marzio Carafa Duca di Maddaloni

 

C5. Giacomo, Patrizio Napoletano.

C6. Troiano, Patrizio Napoletano.

C7. Giovanni, Patrizio Napoletano, Cavaliere dellOrdine di San Giovanni di Gerusalemme.

 

A2. Bertraino, Patrizio Napoletano.

= .

 

B1. Francesco, Patrizio Napoletano.

= ..

 

C1. Pier Giovanni, capostipite dei Principi di San Giorgio.

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della NobiltÓ Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com