SCILLATO

 

 

 

Ruggero Scillato, il cui cognome probabilmente deriva da una versione dialettale del termine “stellato”, riferito allo stemma (+ post 1258), Cavaliere, Signore di Sicignano, apparteneva ad una casata normanna di Salerno.

= N.N.

 

A1. Giovanni, Signore di Sicignano, Stratega di Salerno nel 1270, nel 1284 era uno dei cavalieri incaricati di reperire i fondi

       per il riscatto del Duca di Calabria.

       = …………

     

       B1. Maria, divenne Signora di Petina e Romagnano alla morte precoce del figlio Ughetto.

              = Jacopo di Francesco Signore di Petina e Romagnano (+ 1283).

 

A2. Matteo, Medico di Carlo I Re di Sicilia.

A3. Guglielmo, Signore di Vasto, era Cavaliere nel 1273.

       = …………..

 

       B1. Guglielmo (* postumo …. + post 1324), Signore di Vasto, Ciambellano del Duca di Calabria nel 1322, Vicerè

             della Capitanata dal 1323/1324.

 

A4. Berardo, Consigliere Regio nel 1283 e Famiglio del Re Carlo I d’Angiò, ambasciatore napoletano presso il Papa nel

       1283, Vicerè del Principato Ultra nel 1284, Signore di Atripalda dal 1291; il 5-12-1284 fu uno degli incaricati regi a

       reperire i fondi per la campagna militare in Sicilia.

       = ………….

     

       B1. Pandolfo, Signore di Atripalda, Vicerè di Terra d’Otranto nel 1311, nel 1289 era Cavaliere

              = post 1289 (?) Eufrasia Signora di Ceppaloni e Circello

 

              C1. Niccolò detto “Imbriaco”, Signore di Circello e Ceppaloni, Cavaliere, Governatore dell’Aquila e Vicerè

                     d’Abruzzo nel 1343/1344.

                     = Luisa d’Alemagna, figlia di Guiduccio Signore di Buccino e di Adelitia de’ Canalibus (vedi/see)

 

                     D1. Ugone (+ ante 1400), Signore di Ceppaloni, Circello e Chianchitello, a cui aggiunse Forcella e Colle.

                            = Rita di Molise (de Molisi), sorella di Antonio di Molise Maggiordomo Maggiore del Re Ladislao I

                               (+ post 1400), tutrice delle figlie.

 

                            E1. Ilaria (detta Flavia) (+ post 1454), Signora di Ceppaloni e Chianchitello, la sua eredità venne

                                  smembrata per ordine regio; nel 1454 rinuncia alla successione del feudo di Ceppaloni in favore del

                                  nipote Jacopo Antonio della Marra, riservandosi l’usufrutto di stabili in Ceppaloni, Benevento, Salerno

                                  e Montearato.

a)      = ca. 1400 (era ancora bambina) Jacopo Antonio della Marra Signore di Serino (vedi/see)

b)      = ante 1432 Francesco Orsini 1° Duca di Gravina (vedi/see)

                            E2. Margherita (+ testamento: 9-7-1447), Signora di Colle, Circello e Forcella per concessione del Re

           Ladislao I.

a)      = Riccardo Aldemoresco, Patrizio Napoletano (lui e Margherita furono i genitori di Luisella

         Aldemoresco moglie di Colantonio Caracciolo detto “lo sfresato” - vedi/see Caracciolo di Vico)

b)      = Luigi della Leonessa Signore di Montemiletto e Morrone (vedi/see)

 

              C2. (Parentela probabile) Riccardo (+ post 1352), Cavaliere del Duca di Calabria, Signore del ponte di Mugnano

                     e di Litto; Barone delle Quadrelle e di Mugnano fino al 1310, Signore di San Marzano e Acqua di San Mauro

                     dal 1310; nel 1312 cede la città di Mugnano al monastero di Montevergine.

         = Guglielma di Villacubaly Signora di San Marzano e Angri, che nel 1310 era già vedova di Filippello Bracchio

 

                     D1. Purpurella

                            = Roberto d’Alemagna Signore di Buccino (vedi/see)

 

              C3. (Parentela probabile) Tommaso, Dottore dal 1299, Maestro Razionale della Regia Corte, Governatore di

                     Gaeta nel 1301, ebbe il castello di Letto con parte di quello di Mignano con Regio Decreto datato : Napoli

                     12-9-1299.

              C4. (Parentela probabile) Roberto (+ post 1320), era menzionato come Barone.

 

       B2. Romualdo, Cavaliere, Protontino del Principato di Salerno nel 1316.

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com