SAMBIASE

Linea antica, Signori di Sambiase

 

 

 

Questa  illustre casata ha comune origine con i Sanseverino, ed ebbe a capostipite un fratello o un cugino di Turigisio il Normanno, capostipite della famiglia Sanseverino, con ogni probabilità figlio di Crispino Signore di Arnes (a sua volta discendente di Rollone o di Roberto I Duca di Normandia). 

Fu padre di:

 

Rainone (Arnone, Rainalfo) (inizio del XII secolo), menzionato nei manoscritti della Badia di Cava de’ Tirreni. Sposa N.N.

 

Pietro Sanseverino (citato 1125/1129), Signore di Martorano con la terra di Sambiase, intervenne all’incoronazione di Ruggero II Re di Sicilia a Palermo nel 1129. Sposa N.N.

 

Ruggero Sanseverino o Sambiase (* ante 1150 + testamento: 1190), Signore di Martorano e Sambiase; secondo il De Lellis portava, nei documenti coevi, il doppio cognome o alternativamente Sanseverino o Sambiase: Il cognome Sanseverino fu abbandonato dopo il 1166: in quell’anno fu siglato il matrimonio tra Guglielmo Sanseverino Signore di Sanseverino (cugino di Ruggero Sambiase) e Isabella Guarna, avvenuto senza consenso sovrano e causa della prima persecuzione regia contro la celebre dinastia. Sposa tra il 1150/1160 ca. Maria, figlia di Giovanni Grifeo Signore di Partanna (nozze incerte)

 

Giacomo/Jacopo Sambiase, 1° Signore di Sambiase, ebbe la terra di Lacconia. Sposa N.N.

 

Ruggero I, 2° Signore di Sambiase e Lacconia. Sposa nel 1244 Cicella Capece, sorella di Arrighetto Capece Governatore della Sicilia

 

A1. Riccardo, 3° Signore di Sambiase e Lacconia, vende quest’ultimo feudo nel 1260 a Giovanni di Nantolio

      = Beatrice di Lauria, figlia di Riccardo Signore di Lauria (che fu assassinato da un Jeronimo Sambiase) e forse di

         Bella d’Amico (vedi/see)

 

       B1. Ruggero II, 4° Signore di Sambiase; Capitano a guerra di Cosenza, investito di Bervicaro nel 1305, investito

              di 40 once d’oro di rendita sopra la gabella della seta di Cosenza, Consigliere di Roberto I Re di Sicilia,

              Capitano a guerra di Calabria per due volte e Vicerè di Calabria il 29-1-1310; compra il feudo di Pietrapaola

              dal Conte di Gravina nel 1316; Signore di Luzzi e Noce per eredità della moglie.

a)      = Maria Squilla, figlia ed erede di Giovanni Signore di Luzzi e Noce

b)      = ante 1329 Costanza di Sangineto, figlia di Ruggero 1° Conte di Corigliano e di Cobella Sanseverino dei

         Conti di Marsico (vedi/see), già vedova di Giandomenico Ruffo Signore di Badolato e di Guglielmo della

         Marra 1° Signore di Stigliano.

 

C1. (ex 1°) Gerardo, 5° Signore di Sambiase, Signore di Luzzi, Noce, Bervicaro e Pietrapaola, poi anche di

Melissa.

       = Isabella della Mantea, erede del feudo di Melissa.

 

       D1. Ruggero III, 6° Signore di Sambiase, Signore di Melissa, Luzzi, Noce, Verbicaro e Pietrapaola, fu

 anche Signore di Castiglione e Maierà; Cameriere della Regina Giovanna I di Sicilia e Cavaliere della

              Chiave d’Oro.

              = Saurina Ruffo, figlia di Giovanni Signore di Badolato e di Palmina di Longastrino Signora di

                 Logoteta (vedi/see)

 

              E1. Maria, 7° Signora di Sambiase, Signora di Melissa, Luzzi, Noce, Verbicaro, Maierà, Pietrapaola

 e Castiglione.

                    = Fulcone Ruffo 2° Conte di Sinopoli (vedi/see)

 

C2. (ex 2°) Matteo, Signore di Sant’Antonio, della Rocchetta (questo feudo ereditato dal cugino Ruggero) e

       di Porcile; Gentiluomo di camera del Duca di Calabria.

       = ………….. Tordi (?) – matrimonio non menzionato dal De Lellis e invece presente nel Serra di Gerace.

C3. (ex 2°) Filippo, Signore di Sant’Antonio, la Rocchetta e Porcile alla morte del fratello Matteo; fu

       Esattore; i discendenti passarono a Cosenza.

a)      = Violante, figlia di Filippo Tordi, Maestro di campo nell’esercito napoletano

b)      = Chiara Martorano dei Signori di Tortora

 

D1. Cecco, Capitano di Cosenza.

       = Fiordaligi di Tarsia, sorella di Andrea di Tarsia dei Conti di Rossano

 

       E1. Filippo, Patrizio di Cosenza.

             = Giovanna Morelli, figlia di Goffredo, Patrizio di Cosenza

 

             F1. Giovannello, Patrizio di Cosenza, Signore di Scala e Pietrapaola investito nel 1464.

a)      = Berardesca Migliarino, figlia di Niccolò, Patrizio di Cosenza e Capitano della città di

         Napoli, e di Elisa d’Alessandro

b)      = Francesca Sersale della Motta, figlia di Bartolo, Patrizio di Cosenza, e di Livia

         Cavalcanti dei Baroni di Cannicella - sorella del Vescovo di Cariati.

 

G1. (ex 2°) Giovanni Andrea, per la sua discendenza v. Parte II.

G2. (ex 2°) Giovanni Paolo, Patrizio di Cosenza, Governatore di Reggio Calabria.

       = Francesca Firrao, figlia di Antonio, Patrizio di Cosenza, e di Agata Rocco

           (+ testamento: 22-6-1553).

G3. (ex 2°) Giovanni Filippo, Patrizio di Cosenza.

       = Laura Cavalcanti, di nobile famiglia patrizia cosentina

 

 H1. Giovanni Paolino, Patrizio di Cosenza.

        = Laudonia Cavalcanti, figlia di Mario, Patrizio di Cosenza, e di Virginia Beccuti

 

        I1. Eliadora

 = Ascanio Armone Signore di Saccuto

 

G4. (ex 2°) Dianora

a)      = Roberto di Goffredo Firrao Signore di Gazella, Patrizio di Cosenza

b)      = Francesco Castiglioni Morelli, Patrizio di Cosenza

G5. (ex 2°) Ippolita

       = Martino di Marco di Gaeta

 

           F2. Giacomo Giovanni, Patrizio di Cosenza.

      = Berardina Firrao, figlia di Troilo Signore di Paperone e di Adriana Buondelmonti

 

     G1. Girolamo, Patrizio di Cosenza.

= Caterina Sersale della Motta, di nobile famiglia patrizia cosentina

 

H1. Elisabetta

       = Giovan Francesco di Giacomo Cicala, Patrizio di Cosenza

H2. Giovannella

       = Pietro Paolo Arduino Signore di Giogi

 

     G2.  Bernardino, Patrizio di Cosenza.

           F3. Giovanni Battista (+ infante), Patrizio di Cosenza.

 

       E2. Angelo, Patrizio di Cosenza.

           = Anna Tignosa

 

           F1. Francesco (+ infante), Patrizio di Cosenza.

       E3. Pietro (+ giovane), Patrizio di Cosenza.

       E4. Antonia

          = Antonello Sambiase Signore di Schito e Sacco (vedi oltre)

 

D2. Nicolò, Patrizio di Cosenza.

       = Caterina Migliarino, figlia di Pitonte, Patrizio di Cosenza, e di Ladea Pagano

 

       E1. Antonello, Patrizio di Cosenza, Signore di Schito e Sacco, fece omaggio a Carlo III Re di Sicilia

             nel 1381.

             = Antonia Sambiase, sua cugina (vedi sopra)

       E2. Matteo, Patrizio di Cosenza.

             = Isolda de Riso, di nobile famiglia patrizia cosentina

 

             F1. Giovanni, Patrizio di Cosenza.

                    = Narda Alimena, figlia ed erede di Guglielmo, Patrizio di Cosenza

 

                    G1. Nicolò, Patrizio di Cosenza.

 = Polissena di Tarsia, figlia di Giacomo 2° Barone di Belmonte, e di Giovanna

    Cavalcanti

 

 H1. Giovanni Battista, Patrizio di Cosenza.

        = Caterina, figlia di Bernardino Rocco e di Poppa Sersale

 

         I1. Nicolò Maria, Patrizio di Cosenza.

  = Dianora Caselli, figlia di Salvatore, Patrizio di Cosenza

 

  J1. Giovanni Battista, Patrizio di Cosenza.

        = Lucrezia, figlia di Fabrizio della Valle e di Giulia Quattromani

 

        K1. Nicolò Maria, Patrizio di Cosenza.

        K2. Teresa

        K3. Tommaso, Patrizio di Cosenza.

 

  J2. Tommaso, Patrizio di Cosenza.

        = Diana Cavalcanti, figlia di Francesco Maria Barone della Rota e Patrizio di

           Cosenza, e di Girolama Cavalcanti (vedi/see)

 

                    G2. Tommaso (+ 1510), Patrizio di Cosenza; Gentiluomo di Camera del Re Federico I di

                           Napoli, Governatore di Capua, Vicerè e Capitano Generale dell’Abruzzo nel 1496,

 Reggente della Gran Corte Vicaria nel 1498, 1507 e 1508 (ebbe privilegio di detenere

 questa carica nonostante il divieto che proibiva la concessione a coloro sposati con

 nobildonne napoletane).

                           = Maria di Somma, figlia di Briobisso, Patrizio Napoletano e di Bandella (Caterina ?)

                              Caracciolo (+ 1512) (vedi/see)

 

 H1. Francesco (+ infante), Patrizio di Cosenza.

 H2. Giovanni Antonio, Patrizio di Cosenza.

        = Beatrice Ferrara, di nobile famiglia patrizia cosentina della Prima Piazza

 

        I1. Fabio, Patrizio di Cosenza.

  = Clarice Dattilo, di nobile famiglia patrizia cosentina della Prima Piazza

 

  J1. Antonio, Patrizio di Cosenza.

       = Eliadora Dattilo, di nobile famiglia patrizia cosentina della Prima Piazza

 

      K1. Fabio (+ infante), Patrizio di Cosenza.

 

                    G3. Cecilia

 = Giorgio Cavalcanti dei Baroni di Sartano, Patrizio di Cosenza (vedi/see)

 

       E3. Finita

             = Roberto Firrao dei Signori di Gazella, Patrizio di Cosenza della Prima Piazza.

 

D3. Andrea, Patrizio di Cosenza, ebbe la custodia del castello di Capua.

D4. Armellina

       = Andrea di Tarsia, Patrizio di Cosenza, dei Conti di Rossano

D5. Giordano (+ giovane), Patrizio di Cosenza.

 

C4. (ex 2°) Giacomo

C5. (ex 2°) Pippa (Filippa)

       = 1329 Ruggero II di Lauria Signore di Tortora e Aieta (vedi/see)

 

       B2. Antonello, Signore della Rocchetta e di Scalzati, lasciò erede il nipote Ruggero.

       B3. Giovanni, Capitano e Governatore perpetuo di Castrovillari sotto Carlo II Re di Sicilia, investito di 12 once

              sulle saline di Altomonte, Signore di Asmundo e Valentino deal 1309, Capitano di 50.000 uomini in armi nel

              1321, fu esentato dal pagamento dell’adoha per meriti di guerra.

              = ……..

 

              C1. Ruggero, Signore di Asmundo, Valentino, della Rocchetta e di Scalzati.

                     = Isabella Castrocucco dei Signori di Albidona

 

A2. Guidone

A3. Guido

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com