RUFFO: LINEE ANTICHE

 

 

 

Gervasio Ruffo fu fatto Signore di Mizzillicar e Cabucas da Ruggero II di Sicilia nel 1146.

 

*********

 

[Pietro Ruffo, Signore di Catanzaro (secolo XII), presunto capostipite della famiglia. Padre di :]

 

Giordano Ruffo, Signore di Matena, Bruzzano, San Basilio, Frassineto, Castagneto e Mainardo. Sposa nel 1186 ca. Agnese Ruffo (di incerta collocazione, forse una cugina).

 

A1. Pietro I (+ assassinato, Terracina 1257), 1° Conte di Catanzaro dal 2-1252, Vicerè della Sicilia e di Calabria,

       Consigliere Aulico e Maresciallo del Regno di Sicilia. I suoi feudi vennero confiscati il 2-2-1256 e Pietro andò in esilio

       con la famiglia.

       = Guida

 

       B1. Gervasio

              = Aldibella, figlia di Giliberto 2° Conte di Gravina e di Caterina

 

              C1. Rocco

 

                    D1. Ruggero, Signore di San Marco, Mirto, Cabucca e Sillato.

 

                           E1. Ricca, Signora di Cabucca.

          = Guido Filingieri, Bajolo di Palermo nel 1306 (vedi/see)

 

              C2. Ricca

                     = Riccardo Filangieri Signore di Pietrastormina (+ ca. 1275/1278).

              C3. Guida

                     = Giordano di Fulcone Ruffo (vedi oltre)

 

A2. Giovanni, Signore di Policastro, Lubianco, Misuraca, Simari, Torre della Marina e Rocca Bernarda, Capitano Generale

       della Calabria, Capitano Generale e Cancelliere del Regno di Sicilia nel 1239; andò in esilio a Roma e tornò in Sicilia solo

       dopo la caduta degli Svevi (1266).

 

        B1. Sigerio (+ post 13-12-1250), Gran Maestro Maresciallo dell’Imperatore Federico II.

        B2. Ruggero (* 1209 ca. + ca. 1257), Presidente del Regno di Sicilia nel 1235.

        B3. Giordano (* 1213 ca. ? + 1260), Signore di Bruzzano, Castagneto, Frassineto, Signore di Val di Crati, autore del

              celebre trattato  De Medicina Equorum” (1250).

               = 1229 Belladama, che possedeva le rendite di alcune botteghe situate in via Picoletto a Napoli

 

              C1. Pietro II (* 1231 ca. + assassinato, Catanzaro 1302), 2° Conte di Catanzaro (perduta nel 9-1297 ma

                     riottenuta ante 1300), Signore di Lubianco, Misuraca, Simari, Torre della Marina e Rocca Bernarda;

                     Ciambellano del Re di Napoli, Capitano Generale, Cancelliere del Regno di Sicilia (confermato : 1289),

                     Cavallerizzo Maggiore del Re Carlo I d’Angiò, Signore di Briatico e Calvello maritali nomine. I suoi titoli

                     vennero riconfermati dagli Angioini nel 1270; ebbe Misiano e Montaldo da Carlo I d’Angiò, a cui aggiunse

                     Cotrone nel 1283; nel 1290 in un atto affermava di possedere : Catanzaro, Misuraca, Rocca Bernarda,

                     Policastro, Castellammare, Castel Menardo, Badolato, San Giorgio, San Senatore, Gamiore, Pantona, Buda,

                     Cotrone, Catona; nel 1292 ebbe Carbonara.

                     = 1264/266 Giovanna d’Aquino, figlia di Tommaso II 3° Conte di Acerra (+ 8-1300) (vedi/see)

 

                     D1. Giovanni (* 1265 ca. + 1334), 3° Conte di Catanzaro, Signore di Lubianco, Misuraca, Simari, Torre

                            della Marina, Rocca Bernarda, Misiano, Montaldo, Policastro, Castellammare, Castel Menardo,

     Badolato, San Giorgio, San Senatore, Gamiore, Pantona, Buda, Cotrona, Catona, Carbonara ecc. dal

     1302.

a)      = 1288/1289 ca. Margherita, figlia di Tommaso Sanseverino 3° Conte di Marsico (vedi/see)

b)      = 1290 ca. Francesca di Licinardo, figlia ed erede di Corrado Signore e Barone di Luperzano, Signore

         di Quiterno, Valle Bisento, Cultissano e ½ di San Giovanni Maggiore, e di Costanza di Molisi

 

                            E1. (ex 2°) Pietro III (* 1300/1304 ca. + 1340/1344), 4° Conte di Catanzaro, Signore di Lubianco,

                                  Misuraca, Simari, Torre della Marina, Rocca Bernarda, Briatico e Calvello dal 1334.

                                  = Sibilla, figlia ed erede di Leone di Reggio Signore di Briatico e Calvello, Gran Maresciallo e

                                     Maestro Razionale del Regno di Sicilia e di Giovanna

 

                                  F1. Antonia

                                  F2. Antonello (* 1331 ca. + ca. 1383), 3° Conte di Catanzaro, Lubianco, Misuraca, Simari, Torre

                                        della Marina, Rocca Bernarda, Briatico e Calvello.

a)      = 1350 ca. ……… Cantelmo

b)      = 11/14-12-1354 Giovanna, figlia di Manente Buondelmonti Gran Ciambellano del Regno di

          Napoli e di Lapa Acciaioli (vedi/see)

 

                                        G1. (ex 2°) Nicola (* 1359/1362 + in Calabria 1434), 4° Conte di Catanzaro, 1° Marchese di

                                               Cotrone dal 18-10-1390, Signore di Lubianco, Misuraca, Simari, Torre della Marina, Rocca

                                               Bernarda, Briatico, Calvello, Altavilla, Strongoli, Martorano, Scillone, San Lucido, Motta

                                               Grimalda e Satriano,Vicerè di Calabria nel 1383, Barone di Barbaro, Cropano e Zagarisso

                                               dal 1429, feudi comprati dai Pappacoda.

              a)   = 1395 ca. Giovanna, figlia di Leonardo di Tocco Duca di Leucade (+ 1414) (vedi/see)

b)      = Saint-Vallier 1414 Margherita di Poitiers Signora di Amantea, figlia di Luigi Signore di

         Saint-Vallier e di Catherine de Giac (* 1398/1399 + post 1453).

 

             H1. (ex 1°) Polissena (+ post 1447), esclusa dalla successione per decisione del padre e

                    con l’accordo della Regina Giovanna II di Napoli, in quanto sposata con uno straniero.

                    = Saint-Vallier (1414 ?) Luigi di Poitiers Signore di Saint-Vallier (+ testamento : 1428).

             H2. (ex 1°) Giovannella (+ assassinata 1435), 2° Marchesa di Cotrone, 5° Contessa di

                    Catanzaro, Signora di Misuraca, Simari, Torre della Marina ecc.

                    = 1425 Antonio Colonna 1° Principe di Salerno (vedi/see)

             H3. (ex 2°) Enrichetta (+ castello di Crepacore poco dopo 24-6-1462), 3° Marchesa di

                    Cotrone, 7° Contessa di Catanzaro ed erede di tutte le signorie alla morte della sorella

                    Giovannella.

a)      = (Dispensa Apostolica 1-9-1437) Nicola dell’Arena (+ ca. 1456), celebrato ma non

         consumato e annullato

b)      = primo semestre 1439 Antonio Centelles Conte di Collesano e Principe di Santa

         Severina (* 1400 ca. + in carcere post 1466).

             H4. (ex 2°) Gozzolina

                    = 1445 ca. Luca Sanseverino 1° Principe di Bisignano (vedi/see)

 

                                       G2. (ex 2°) Giovanni, Cavaliere dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme dal 1414, Priore di

                                              Santa Eufemia.

   G3. (ex 2°) Margherita

          = (Dispensa Apostolica 2-4-1372) Giacomo dell’Arena

   G4. (ex 2°) Giovanna

          = (dote : 2000 once) 9-11-1388 Ruggero Sanseverino 3° Conte di Mileto (vedi/see)

   G5. (ex 2°) Jacopo Manente (+ giovane).

 

                            E2. (ex 2°) Corrado (+ decapitato 10-1345), Consigliere privato della Regina di Napoli.

                            E3. (ex 2°) Argilda

                                   = 1342/1345 Carlo Ruffo Signore di Corbario e Palizzi (vedi/see)

                            E4. (ex 2°) Berardo, Ciambellano del Re di Napoli.

                            E5. (ex 2°) Nicola (+ post 3-3-1372), Signore di Bovalino, Bozzano, dei castelli di Rudiano, Policoro e

                                  Curso, Ciambellano e Consigliere del Re di Napoli; assunse il cognome della madre facendosi

                                  chiamare Ruffo di Licinardo.

                                  = Sanzia, figlia di Drogone di Merleto e di Isabella Appia (+ 4-7-1370).

 

                                  F1. Riccardo, Signore di Bovalino, Bozzano, dei castelli di Rudiano, Policoro e Curso.

                                  F2. Giovanna

                                         = Rostaino Cantelmo Barone d’Alvito e Signore di Popoli (vedi/see)

           F3. Giovanni, Signore di Bovalino.

 

                 G1. Nicola, Signore di Bovalino.

                        = 17-2-1401 Caterinella Ruffo, figlia di Antonio (vedi/see)

                 G2. Rosalina

                        = Enrico Ruffo Signore di Motta (vedi/see)

 

                           E6. (ex 2°) Giovanna, Signora di Policastro.

a)      = ca. 1324 Filippo Stendardo (vedi/see), nozze annullate per consanguinetà

b)      = ante 1333 Goffredo I da Marzano 2° Conte di Squillace (vedi/see)

c)      = 1335 Giovanni dell’Amendolea Signore dell’Amendolea

                           E7. (ex 2°) Elisabetta

                                  = ca. 1307/1309 Gerardo di Sangineto 2° Conte di Corigliano (vedi/see)

                           E8. (ex 2°) Tommasa, Badessa del monastero di Santa Chiara di Napoli.

 

                    D2. Giordano (+ 1345, seppellito nella Cappella dei Ruffo in San Domenico a Napoli), armato Cavaliere nel

                           1306, 1° Conte di Montalto dal 1327, Signore di Cariati, Nicotera e Borrello, Consigliere Regio e Capitano

                           Generale del Principato Ultra; ebbe la giurisdizione criminale sulla città di Tropea.

      a) = 1306 Giovanna, figlia di Giovanni della Leonessa e di Isabella Stendardo

       b) = post 1327 Oddolina di Chiaromonte Baronessa di Mignano, figlia di Riccardo Signore del Vasto e

                                  di Egidia Sorella (+ 27-6-1328), vedova di Diego della Ratta 1° Conte di Caserta.

 

              E1. (ex 1°) Carlo (* 1308/1310 + ca. 1330, seppellito in San Domenico Maggiore).

              E2. (ex 1°) Giovanni, 2° Conte di Montalto (per refuta paterna), Signore di Cariati, Nicotera e Borrello

                    dal 1345, Vicerè del Principato Ultra nel 1341.

              E3. (ex 1°) Carlo (* 1311/1314 + 1375), 3° Conte di Montalto, Signore di Cariati, Nicotera, Borrello,

                     Paola e Fuscaldo dal 1341 ca.

                     a) = Napoli 19-2-1334 Lauduna di Sabran, figlia di Guglielmo Conte di Ariano e di Francesca

              dei Conti di Celano

      b) = 1347/1348 ca. Giovanna Sanseverino, figlia ed erede di Roberto Signore di Ruvo, Acerenza,

     Genzano, Rapone, Aliano, Castelgrande, Corleto Perticara, Contiursi, Griciniano e Guardia

                                         Lombarda (vedi/see), nel 1381 ebbe la contea di Corigliano con San Marco confiscata ai Sanseverino.

 

                                       F1. (ex 2°) Antonio (+ ca. 1383), 4° Conte di Montalto, 2° Conte di Corigliano e Signore di

                                              Ruvo, Acerenza, Rapone, Aliano, Castelgrande, Corleto Perticara, Contiursi dal 1345,

                                              Signore di Seminara, Vicerè e Capitano Generale della Calabria.

                                              = (Dispensa pontificia : 24-3-1365) Giovannella Sanseverino, figlia di Enrico Conte di Mileto

                                                 (vedi/see)

 

                                              G1. Giovanna (+ premorta al marito)

                                                     = Napoli 1-1-1384 Francesco Prignano Principe di Capua, nipote del Papa Bonifacio IX.

                                              G2. Covella (+ 7-1447, sepolta ad Altomonte)

      a)= Jacomuzzo della Marra Signore di Riolo e Collepezzato (+ ante 1390)

      b)= ca. 11-2-1394 Ruggero Sanseverino 1° Duca di San Marco (vedi/see)

                                              G3. Carlo (+ 1414), 5° Conte di Montalto, 3° Conte di Corigliano, Conte di Terlizzi, Signore

                                                     di Ruvo, Paola, Acerenza, Fuscaldo, Corleto, Seminara, Rapone, Aliano, Calveto, Crosia,

                  Bovalino, Campora, Scala, Vertini, Lovonio, Roccasteti, Cuosobuone, Cariati, Rossano,

                  San Maurello, Misiano, Briatico, Motta di Filocasi; Gran Giustiziere del Regno di Napoli.

                                                     = Ceccarella/Francesca Sanseverino, figlia di Ugone Conte di Potenza (vedi/see)

 

                                                    H1. Polissena (+ Cariati 17-7-1420), 6° Contessa di Montalto, 4° Contessa di Corigliano

                                                           Signora di Ruvo, Paola, Acerenza, Fuscaldo, Corleto, Seminara, Rapone, Aliano,

                                                           Calveto, Crosia, Bovalino, Campora, Scala, Vertini, Lovonio, Roccasteti,

                                                           Cuosobuone, Cariati, Rossano, San Maurello, Misiano, Briatico, Motta di Filocasi

ecc. dal 1400. Ottiene il mero e misto impero sui suoi feudi per concessione della

Regina di Napoli.

      a) = 1415 Giacomo Marilly Gran Siniscalco del Regno di Napoli (+ 1416/1417);

            b) = 19-10-1418 Francesco Sforza Conte di Ariano (vedi/see)

                                                    H2. Covella (+ 10-1445), 7° Contessa di Montalto, 5° Contessa di Corigliano, Signora di

                                                           Ruvo, Paola, Acerenza, Fuscaldo, Corleto, Seminara, Rapone, Aliano, Calveto,

                                                            Crosia, Bovalino, Campora, Scala, Vertini, Lovonio, Roccasteti, Cuosobuone,

                                                            Cariati, Rossano, San Maurello, Misiano, Briatico, Motta di Filocasi ecc. dal 1420.

      a) = ca. 1425 Giovanni Antonio da Marzano 2° Duca di Sessa (vedi/see), divorziati

      b) = Napoli 1434 Carlo di Valois Duca del Maine (* castello di Montils-les-Tours

                    14-10-1414 + Eufvy 10-4-1472).

 

                                             G4. Leonetto

 

                           E4. (ex 2°) Covella

                                 = Corrado d’Antiochia Conte di Capizzi

 

       D3. Carlo (+ 1347).

       D4. Belladama

              = (dote : 1000 onze) 1281 Jean de Joinville Signore di Piedimonte e Venafro

       D5. Jacopa/Giovanna (+ post 1308)

              = (dote : 800 onze d’oro) Riccardo dell’Aquila Conte di Fondi (vedi/see)

       D6. Clarice

              = Gentile Orsini Gran Giustiziere del Regno di Sicilia (vedi/see)

       D7. Tommaso, Arcivescovo di Reggio Calabria nel 1306.

       D8. Sigerio

                                                          La posizione di questi è incerta, sembrano appartenere a una generazione precendente

              E1. Benedetto

                    = (sposata all’epoca di Carlo I d’Angiò secondo il della Marra) Elena di Ranone (Rassona) Signora di

                       Gravana, già vedova di Bertoldo della Marra.

 

    B4. Fulcone (+ post 13-12-1250/ante 1266), armato Cavaliere dall’Imperatore Federico II nel 1247, Signore

          di Santa Cristina e Placanica investito dal medesimo, 2° Signore di Sinopoli, Seminara e Bovalino; celebre rimatore

           = Margherita, figlia ed erede di Carnevalerio di Pavia Signore di Sinopoli, Verusio, Ardicina ecc. (+ post 1303).

 

          C1. Giordano, Signore di Castel Menardo.

      = Guida Ruffo, figlia di Gervaso (vedi sopra)

 

     D1. Berta

            = Giovanni Saint Remy Gran Giustiziere di Sicilia nel 1276.

     D2. Giordana Stella

            = Gualtiero di Caltagirone Signore di Giarattana e Gran Cancelliere del Regno di Sicilia attorno il 1286.

 

          C2. Fulcone (+ in duello contro Simone di Montfort 1276), Signore di Santa Cristina e Bovalino.

 

                 D1. (Naturale) Magaldella (= Margherita)

 

          C3. Giordana

                 = Simone del Tufo

          C4. Luisa

                 = 1-1271 Gilles de Saint Lie (di San Lucido)

          C5. Enrico (+ post 1309), 3° Signore di Sinopoli, Signore di Seminara, Santa Cristina, Bovalino, Pietrarita,

                 Lavonio, Bonense e Mongiolino, Ciambellano del Re di Napoli e Vicerè di Terra di Lavoro; armato Cavaliere

                 dal Re Carlo I d’Angiò nel 1278, nel 1283 ebbe il titolo di Nobil Uomo con decreto regio, ottiene Atino e 80

                 onze d’entrata sulla dogana di Trani

a)      = (matrimonio incerto) Margherita, figlia di Ampollone Montaperto

b)      = Margherita di San Lucido (de Saint Lie) dei Signori di Maida

 

                 D1. Pietro (+ post 1309), 4° Signore di Sinopoli, Signore di Santa Cristina, Bovalino, Lavonio, Seminara,

                        Mongiolino ecc., armato cavaliere dal Re di Napoli nel 1309.

 

                        E1. Pietrino (+ 1332), 5° Signore di Sinopoli, Signore di Santa Cristina, Bovalino, Lavonio, Seminara

                              Mongiolino ecc., alla sua morte i feudi passano alo zio Guglielmo.

                              = Giovanna, figlia di Filippo Torda, Cavaliere di Pistoia e Capitano Generale in Calabria

 

                 D2. Iacopa (+ post 8-1328), monaca a Napoli.

                 D3. Margherita (+ post 8-1328), religiosa.

                 D4. Fulcone (+ 1346), Signore di Bovalino, Motta Baldero e Bruzzano, Vicerè degli Abruzzi.

a)      = Berarda, figlia di Trisiligardo Signore della Guardia

b)      = Altadonna, figlia di Giordano di Balbano Signore di Motta del Castellaccio, Tignano, Terraccio,

         Castagneto Pollicoro, Carrizza e Reddana

 

                        E1. (ex 2°) Niccolò (+ 13-3-1372, sepolto nella chiesa di San Francesco di Gerace), Signore di Bovalino,

                              Motta Baldero e Bruzzano.

                        E2. Majadella

       

                 D5. Ruggero, Signore di Bonesio.

 

                        E1. Antonella

a)      = Pietro dell’Amendolea

b)      = Malizia Carafa                     

                        E2. Saurina

 

                 D6. Guglielmo (+ testamento : 8-12-1361), Signore di Pietracicara e Artesicolo; 6° Signore di Sinopoli, Santa

                        Cristina, Bovalino, Lavonio, Seminara e Mongiolino dal 1332, Vicerè e Gran Giustiziere del Principato

                        Ultra nel 1323, 1° Conte di Sinopoli dal 1334, Capitano Generale degli Abruzzi, Consigliere Regio, Vicerè

 della Calabria 1335, Cavallerizzo Maggiore, Ciambellano Regio.

a)      = 3-1318 Caterina Scripari de Alemania Signora di Corbazio, Ciambellana della Duchessa di Calabria

         (+ testamento : Gerace 24-8-1328);

b)      = (dote : 17-12-1331, 100 onze d’oro) Castelvetere 4-11-1332 Eloisa, figlia di Enrico d’Erville

         Vicario e Maestro Portolano della Puglia e di Ercilla Ruffo

 

                         E1. (ex 1°) Colella (* 1319 + 1336)

                                = 1335 Gerardo di Michele Cantone, da Messina

                         E2. (ex 1°) Enrico (+ Aci 30-6-1357), Signore di Gerace, Ciambellano e Consigliere della Regina di

                                Napoli, ebbe la baliva sulla città di Troia.

a)      = Giulia, figlia di Giacomo Cantelmo 3° Signore di Popoli (vedi/see)

b)      = 1339/1349 ca. Giulia Moleto, da Reggio Calabria (+ post 1401)

 

                               F1. Giovanna (+ post 1390), Signora di San Niceto, Satriano e Oliveto.

                                      = Tommaso Sanseverino Conte di Terlizzi e Ruvo (vedi/see)

                               F2. (ex 2°) Antonello (* 1340/1345 ca. + ante 1401), Signore di Condoianni, Palizzi, Brancaleone e

  Motta Plancanica ; fu in parte diseredato.

                                      = post 1360 Maria, figlia di Filippo Filangieri Signore di Candida e di Ilaria dell’Arena (+ post 1401)

 

                                      G1. Giacomo (+ ante 1435), Signore di Condoianni, Brancaleone e Palizzi.

a) = (dote : 900 onze d’oro) chiesa di San Nicola di Sinopoli 21-1-1391 Luisa, figlia di

        Fulcone Ruffo 2° Conte di Sinopoli (vedi/see)

             b) = (dote : 300 onze d’oro) 1399/1400 ca. Antonia, figlia di Giovanni dell’Amendolea

 G2. Enrico (+ post 1438), Signore di Condoianni, Brancaleone e Palizzi.

        = Rosalina, figlia di Giovanni Ruffo Signore di Bovalino (vedi/see)

 

                                              H1. Geronimo detto “Gian Nicola” (+ 1451/1453), Signore di Palizzi, Motta Placanica e

                                                     Brancaleone.

                                                     = Raimondetta Centelles, figlia di Gilberto Conte di Collesano e di Costanza Ventimiglia

 

              I1. Antonello (+ 10-1515), Signore di Palizzi, Motta Placanica e Brancaleone (investito

                   il 24-6-1462 ma confiscato per ribellione, investito ancora il 13-11-1478 tranne Motta).

a)      = Beatrice, forse figlia di Berengario Malda

b)      = Alfonsina, forse figlia di Alfonso Toraldo e Beatrice Vento

 

                   J1. (ex 2°) Geronima, Signora di Palizzi e Brancaleone (investita il 9-10-1516).

                         a) = 1496/1498 Alfonso Ayerbe d’Aragona Conte di Simmari (vedi/see)

                                                               b) = 1524 Alfonso della Rosa Signore di Guardia Lombarda (investito 5-12-1533)

 

       H2. Elisabetta

              = (contratto : Terranova 11-5-1429, dote 1.800 ducati) Nicola Antonio Ruffo dei Conti di

                 Sinopoli (vedi oltre)

       H3. Caterina, riceve 898 onze d’oro come saldo della diritti sulla eredità nel 1428.

 

                                      G3. Giordano

                                      G4. Giovanni, religioso.

                                      G5. Caterina

          = 17-2-1401 Nicola Ruffo Signore di Bovalino (vedi/see)

                                      G6. Nicola

                                      G7. Una figlia dal nome ignoto

 

         H1. Isabella

                 = 1425/1426 Battista Caracciolo 1° Conte di Terranova

                      

                         E3. (ex 1°) Carlo, capostipite della linea francese dei Roux de Laric

                         E4. (ex 1°) Margherita

                               = (dote : 500 onze d’oro)1352 Guglielmo dell’Arena Signore dell’Arena e di Santa Caterina

                         E5. (ex 1°) Luisa

                               = Arrigo Filangieri, Patrizio Napoletano

                         E6. (ex 2°) Fulcone (* 1333/1334 + 1391), 2° Conte di Sinopoli per disposizioni testamentarie del padre.

a)      = Maria, figlia ed erede di Ruggero 6° Signore di Sanbiase e Saurina Ruffo

b)      = 1363/1363 Covella, figlia di Nicola d’Alife Gran Cancelliere del Regno di Napoli e di Maria

         Fuscaldo

c)      = 1370/1375 una figlia di Saladino Sant’Angelo Barone d’Oppido

d)      = (dote di 128 onze d’oro)1378 Martuscella Caracciolo (+ post 15-2-1400), già vedova di

         Gianotto della Leonessa.

 

        F1. (ex 2°) Guglielmo (+ ca. 1415), 3° Conte di Sinopoli (investito il 20-2-1393), Consigliere Regio.

                                        = (dote : 900 onze d’oro) 1381 Lucrezia Caracciolo, figlia di Antonello Conte di Gerace (vedi/see)

 

                                       G1. Carlo (* 1390 + ca. 1464), 4° Conte di Sinopoli, Signore di Bagnara, Motta Rossa, Belcore,

                                              Massanova, Fiumara di Muro, Borcello, Longosterna, Motta Calandra, Santa Cristina e

                                              Sciacca, Consigliere del Re di Napoli, Vicerè della Calabria nel 1445, investito di Gerace e

  Terranova nel 1449.

a)      = (contratto : 6-1415 con dote di 3.600 ducati) 1418 Guglielma Caterina Grimaldi, figlia di

         Nicolosio Signore di Policastro e di Sibilla dell’Amendolea

b)      = (contratto : 1439, dote di 10.000 ducati) Maria Centelles, figlia di Gilberto Conte di

         Collesano e di Costanza di Ventimiglia

 

        H1. (ex 1°) Covella

               = 1446 Marino Correale Conte di Terranova, Barone di Grotteria e Patrizio di Sorrento

        H2. (ex 2°) Giovanni (* 1445 ca. + 8-1519), 5° Conte di Sinopoli (feudo che vende nel 1510

               ai Carafa), Signore di Bagnara, Motta Rossa, Belcore, Massanova, Fiumara di Muro,

               Borello, Motta Calandra, Santa Cristina, Sciacca, Castel dello Schiavo, Mottanomara.

a)      = 1467/1470 Eleonora, figlia di Alfonso de Cardenas Governatore di Gaeta e di

          Eufemia Villarault (+ post 1481);

b)      = 1498/1502 Caterina Marchetti, vedova di Matteo Staiti

c)      = (contratto : 6-1504, dote : 6000 ducati) Petrucella, figlia di Paolo Cerino Maestro

         Giurato della Sicilia  e di Violante Marullo

 

                                                  I1. (ex 3°) Alvina/Elvira

                                                        = Berardo Ruffo di Bagnara (vedi/see)

                                                  I2. (ex 3°) Paolo (+ 1559), per la sua discendenza v. Parte II.

                                                  I3. (ex 3°) Violante

                                                         = Gutierrez de Nava Signore di Scilla, che cede al cognato Paolo in cambio di

                                                            Montebello nel 1532.

                                                  I4. (ex 3°) Diana, monaca nel monastero di Santa Chiara a Napoli.

   I5. Fabrizio

             I6. Antonio

 

      H3. (Naturale) Filarete, Cavaliere dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme e Priore

             di Sant’Eufemia nel 1449.

      H4. (Naturale) Febo

      H5. (Naturale) Scona

             = Perruchio Malarbi

 

                                     G2. Esaù, Signore di Nicotera e Longosterna.

                                            = ca. 1435 Albina Centelles, figlia di Gilberto Conte di Collesano e di Costanza Ventimiglia

                                               (+ dopo il marito).

 

                                            H1. Diana, Signora di Longosterna.

                                                   = Carlo di Luigi Caracciolo, Patrizio Napoletano (vedi/see)

 

                                     G3. Fedamo o Fedamonte, Abate di San Benedetto in Trigona.

                                     G4. Maddalena, Signora di Pandoro.

                                            = (contratto : 1415 con dote di 2.700 ducati) Niccolò Ruffo Signore di Bovalino (vedi/see)

                                     G5. Maria

                                            = (Dispensa pontificia del 9-11-1403) Niccolò Concublet dell’Arena (* 1375 ca. + post 1456)

                                     G6. Angiolella

                                            = (contratto : 1422, dote di 1.800 ducati) Giovanni d’Ascaris Signore di Oppido

                                     G7. Angelo

                                     G8. Covella (+ 1439)

a)       = (contratto : 1403 dote di 3.000 ducati) Enrico Sanseverino Conte di Terranova (vedi/see)

b)       = (contratto : 1405) Giovanni Caracciolo Conte di Gerace (vedi/see)

                                     G9. Niccolò Antonio, Signore di Vecchio Bruzzano, per la sua discendenza v. Parte III.

                                     G10. Margherita (+ post 1455)

                                              = Giacomo d’Antolio (Nanteuil) Signore di Francavilla (+ ante 1455).

                                     G11. Lisa/Luisa

                                              = (contratto : 1422, dote 2400 ducati)  Francesco Brancia Patrizio di Amalfi, Capitano

                                                 Generale e Governatore di Calabria

                                     G12. Simone

 

      F2. (ex 2°) Mariella (* 1365/1368 ca. + testamento : 4-9-1428)

 a) = (contratto : castello di Calanna 27-8-1383, dote di 3.600 ducati) Sinopoli 3-9-1385 Blasco

        d’Alagona Barone di Monteforte

                          b) = Galeotto Aldemoresco, Patrizio Napoletano

                          c) = Giacomo Serrano

       F3. (ex 2°) Luisa

             = (contratto : 21-1-1391, dote di 900 onze d’oro) San Nicola di Sinopoli 1391 Giacomo Ruffo

                Signore di Condoianni (vedi sopra)

       F4. (ex 2°) Margherita

a)      = Giovanni Antonio di Costanzo Signore di Casaldone e Montelupo

b)      = 1396 Nicola di Filippo Caracciolo

                                F5. (ex 3°) Giovanna

                                       = (contratto : 24-6-1403, dote di 300 ducati) Giovanni Battista Caracciolo Conte di Gerace (vedi/see)

                                F6. (ex 3°) Caterina (+ post 1454)

   = (contrato : 6-3-1405, dote di 1.800 ducati) Ottino Caracciolo 1° Conte di Nicastro (vedi/see)

                                F7. Colia, Signora di Lapio

                                      = (contratto : 1403, dote di 3.000 ducati) Giovanni Filangieri Signore di Castelvetere (+ post 22-1-

                                         1400).

         F8. Enrico, Abate.

 

                         E7. (ex 2°) Ruggero, capostipite dei Ruffo de Bonneval.

       

                  D7. Jacopa, monaca nel monastero di Santa Maria Donna Regina a Napoli.

                  D8. Margherita Ruffo

                         = Boemondo Ruffo Signore di Oppido (vedi/see)                            La posizione di queste è dubbia. La seconda è

                  D9. Costanza (Ruffo ?)                                                                                     incerto se sia una Ruffo

                         = Vinciguerra Grimaldi Signore di San Demetrio

 

            C3. Giordano (* 1234 ca. + fatto sopprimere in prigionia per ordine di ReManfredi 1255), Signore di Strongoli,

                   religioso.

            C4. Silgaita

                   = 1250 Parisio di Raone di Latro

            C5. Beatrice, Signora della Rocchetta.

                   = (contratto : 4-4-1258) Giovanni Battista d’Angelo

            C6. Giandomenico (+ 1296), 1° Signore di Badolato per cessione del fratello Pietro nel 1283.

a)      = (Regio Assenso 1272) Benincasa d’Oppido (vedi oltre)

b)      = 1285/1290 Costanza di Sangineto, figlia di Ruggero 1° Conte di Corigliano (+ post 1296) (vedi/see)

 

D1. (ex 1°) Jacopa

       = Cavaliere Giovanni Carmignano, Patrizio Napoletano

D2. (ex 1°) Pietro (+ giovane).

D3. (ex 1°) Margherita

       = 1309 ca. (con un rendita annuale di  60 onze) Bertrand de Porcellet Signore di Cabries, Vicerè degli

           Abruzzi

D4. (ex 1°) Boemondo

D5. (ex 1°) Giordano, Signore di Badolato e Rocca di Niceforo

 

       E1. Giovanni (+ post 1308), Signore di Badolato e Rocca di Niceforo.

             = Palmina di Longastrino Signora di Logoteta, figlia di Gregorio di Longastrino, già vedova di Guglielmo

                di Roto

 

             F1. Pietro, Signore di Badolato.

                   = 1325 ca. Saurina, figlia di Giacomo Castrocucco e di Giacometta Pietravalida

 

                   G1. Fulco, Signore di Badolato.

 

                          H1. Stefano (+ post 1404), Signore di Badolato.

 

                                 I1. Marco Antonio, Signore di Badolato.

                      = 1425/1430 Raimondetta Centelles, vedova di Sansolles di Gorretis (risposata a

                          Geronimo e Niccolò Antonio Ruffo).

 

                                                         J1. Margherita, Signora di Badolato.

                = Giorgio Toraldo Governatore di Castrovillari (vedi/see)

                                                         J2. Maddalena

    = Francesco Ferrara

          J3. Giovanna

                = 1448 Luigi dell’Arena Signore di San Demetrio (dal 20-3-1449) (+ forse

                   strangolato, post 1479).

 

                                             H2. Nicola (+ post 1404).

 

      B5. (posizione dubbia, forse A4. ?)  Adriana (* 1212 ca. + ?)

            = Guglielmo di Borrello Vicerè di Sicilia nel 1238 (+ assassinato 1257).

 

A3. Una figlia

       = Bonello Conte d’Agnone

 

 

***************

 

 

D’OPPIDO

 

 

(La sua posizione è incerta, forse era zio di Giandomenico Ruffo) Cavaliere Boemondo di Oppido (+ ante 1290), Signore di Oppido, Barapodo, Papanico, Lecodrapano, Massinado, Verminico, San Vito confermato dal Re Carlo I d’Angiò nel 1273. Sposa  Margherita Ruffo (di posizione incerta)

 

A1. Jacopo (+ ante 1352), Signore di Oppido e terre annesse nel 1290, armato Cavaliere dal Re Carlo I nel 1278, Capitano

       Generale della Calabria nel 1291, ebbe il feudo di San Paolo nel 1291, Ciambellano Regio, ebbe la capitania di Gerace.

       a) = (dote di 200 onze) 1278 Stefania di Sangineto, figlia di Ruggero Conte di Corigliano (vedi/see)

       b) = Avenia, figlia ed erede di Corrado d’Amici Signore di Cerchiara, Albidona e Casalnuovo

       c) = Margherita di Sonnino, ricca ereditiera calabrese

 

       B1. (ex 1°) Roberto, Signore di Oppido e terre annesse , Capitano Generale e Giustiziere di Capitanata nel 1336.

 

              C1 Giovannella (+ post 1385), Signora di Oppido e terre annesse.

                    = Antonio dell’Amendolea (+ post 1442).

 

      B2. (ex 1°) Magalta (o Margherita)

      B3. (ex 2°) Benincasa, Signora di Cerchiara, Albidona e Casalnuovo.

             = Galgano della Marra dei Signori di Riolo

      B4. (ex 2°) Dierna, Signora di Cerchiara, Albidona e Calsanuovo alla morte della sorella.

            = ca. 1320 Giozzolino della Marra (vedi/see)

 

A2. Manfredi, armato Cavaliere con il fratello Jacopo il giorno di Pentecoste del 1278.

A3. Ruggero

A4. Benincasa

= (Regio Assenso 1272) Giandomenico Ruffo (vedi sopra)

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO RUFFO

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com