ROSSI di PARMA

Linee antiche

 

 

Orlando “il Rosso”, era di origine italiana, professando i suoi discendenti il diritto Romano, era già morto nel 1147

 

A1. Orlando (+ post 1147)

 

B1. Bernardo, Signore di 1/4 di San Secondo dal 1164 (per aver vinto una causa contro i Canonici di Parma), il feudo poi non appartenne più ai suoi discendenti, Signore di Gazzano dal 1170, fu testimone all’atto del 24-VI-1162 con cui veniva confermata parte della giurisdizione di San Secondo ai Canonici della Cattedrale di Parma contro le pretese del Comune (+post 24-VI-1162)

 

C1. Orlando, Podestà di Parma 1180 e 1202, Console del Comune di Parma 1192, Rettore del Comune di Parma 1198, Podestà di Bologna 1200, di Modena 1207 e 1212 e di Cremona 1213

 

D1. Bernardo, Podestà di Modena 1213 e 1226, di Siena 1224, di Reggio 1227, di Asti 1229, di Cremona 1231, di Firenze 1236 e 1243, di Bergamo 1238, di Mantova 1238 (+in un agguato Collecchio 1248)

                                    = 1216 Maddalena Fieschi, figlia di Ugo Fieschi, Conte di Lavagna, sorella di Papa Innocenzo IV

 

E1. Orlando, Podestà di Siena 1277 e di Bergamo 1285;

= post 1.III.1261 Jacopina de Lupis, figlia di Leto de Lupis dei Marchesi di Soragna, Podestà di Jesi (vedi/see)

 

F1. Bernardo, Vicario di Obizzo II d’Este a Reggio 1290

F2. Lupo, Vicario di Obizzo II d’Este a Modena 1288

 

 

E2. Ugolino, Proposto della Cattedrale di Parma dal 1243, Arcidiacono di Parma post 1254, Cappellano Pontificio dal 1243

 

F1. [naturale da ………..] Ugo, Proposto della Cattedrale di Parma dal 1282

 

 

E3. Giacomo, Podestà di Milano 1250, di Firenze 1258, di Orvieto 1262 e 1271, di Todi 1264, di Mantova 1264, di Perugia 1269, di Rimini 1270 e di Pistoia 1284 e 1297, Capitano del Popolo di Modena 1274

 

F1. Ugolino, Senatore di Roma 1295, Reggente della Gran Corte di Vicaria di Napoli 1304, Podestà di Lucca 1282, 1295 e 1302, di Perugia 1283, 1302 e 1304, di Milano 1285, di Modena 1286, di Bologna 1287, di  Firenze 1289 e di Orvieto 1298 e 1304, Capitano del Popolo di Reggio 1278;

= 1282 Elena Cavalcabò, figlia di Cavalcabò Cavalcabò, Signore di Viadana, e di Palmaria de’ Dolesmanini (altre fonti la dicono figlia di Guglielmo Cavalcabò, Signore di Viadana) (vedi/see)

 

G1. Bernardo

= Alessandra Ruggeri dei Signori di Felino

 

H1. Ugolino, Protonotario Apostolico una volta vedovo (+Parma post 1344)

                                                                    = Alessia Ruggeri, figlia di Bonaccorso Ruggeri, Signore di Felino

 

I1. Cubitosa

= Orlando Rossi dei Signori di San Secondo (test. 1389) (vedi/see)

I2. Eleonora

= Bertrando Rossi, Signore di San Secondo (+Pavia 4.XI.1396) (vedi/see)

 

 

G2. Andreasio, Cavaliere (investito dal Re di Boemia) 22.IX.1332, Podestà di Piacenza 1325, di Bassano 1340, di Bergamo 1349 e di Firenze 1350;

= 1322 Vannina Sanvitale, figlia di Gian Quirico Sanvitale, Signore di Belforte e Podestà di Parma, e di Antonia da Correggio (vedi/see)

G3. Buoso, Canonico della Cattedrale di Parma (+in battaglia Borgo San Donnino 1313)

G4. Stefano

 

H1. [forse naturale] Giacomo, Professore di Filosofia nello Studio di Perugia, Cittadino di Perugia 1390. Da lui i Marchesi Rossi di Perugia, estinti nel 1794 col Marchese Gaspare

 

 

G5. Rosso, Podestà di Piacenza 1327 e di Brescia 1332

 

 

F2. Guglielmo, Cavaliere (investitura del Conte di Lavagna) 1282, Canonico della Cattedrale di Parma sino al 1281, Podestà di Modena 1281, di Milano 1284, di Lucca 1290 e 1293, di Bologna 1291 (+Padova 1329). Da lui i Rossi di San Secondo, Parte 2

F3. Maddalena

= 1282 Rolando da Marzolara, Signore di Marzolara

 

 

E4. Maddalena

= Giacomo Sanvitale, Anziano del Comune di Parma (+1305) (vedi/see)

 

 

D2. Ugolino, Podestà di Genova 1230 e di Pavia 1230 e 1234

D3. Orlando (+post 1200)

D4. ……………

= Guido I de Lupis, Marchese di Soragna (vedi/see)

 

 

C2. Gherardo, Console del Comune di Parma 1193

C3. Sigefredo, Console del Comune di Parma 1184

 

 

B2. Sigefredo, Signore di 1/4 di San Secondo dal 1164 (per aver vinto una causa contro i Canonici di Parma), il feudo poi non appartenne più ai suoi discendenti, Signore di Gazzano dal 1170, (+in battaglia Busto 29.V.1176)

 

C1. Bernardo, ricordato come Signore di Gazzano (+ post 1176)

 

D1. Sigifredo, ricordato come Signore di Gazzano, Console del Comune di Parma 1197

 

E1. Ugo “il Vecchio” , il Carrari asserisce portasse il titolo di Conte, Podestà di Borgo San Donnino nel 1207, Podestà di Modena nel 1209, Podestà di Verona nel 1240

 

F1. Orlando, Podestà di Cremona 1224, di Pisa 1226, di Pavia 1227, di Modena 1233, di Rimini 1234 e di Mantova 1238

 

G1. Gherardino, Podestà di Rocca Contrada 1277

G2. Giacomo, Podestà di Reggio 1266 e di Padova 1273

 

H1. …………..

                                                                    = …………….., figlio di Alberto Caccianemici, Patrizio di Bologna

 

 

F2. Ugolino, nel 1305 appariva Signore di Collecchio, Neviano e Segalara con altri Rossi, nel 1309 risultava Signore dei Castelli di Mariano e Beneceto, Podestà di Ferrara 1227, di Cremona 1237, di Pisa 1242 e di Firenze 1243

 

G1. Bonifazio, Frate dell’Ordine dei Predicatori (Domenicano), secondo il Galitio (autore di un’opera assai adulatoria sui Rossi) sarebbe stato Arcivescovo di Ravenna ma tale notizia è inventata di sana pianta, essendo l’unico Bonifacio ad aver occupato il Seggio Episcopale Ravennate in quasi due millenni di storia un Fieschi di Lavagna

 

 

F3. Gherardo, all’inizio del XIV secolo, appariva Signore di Collecchio, Neviano e Segalara con altri Rossi (+ante 1305)

= Aica da Gente da Palù

 

G1. Giacomo, Signore di Collecchio, Neviano e Segalara, esiliato da Parma nel 1305

G2. Ottobono, secondo il Galizio sarebbe stato Canonico della Cattedrale di Parma

G3. Elena

 

 

E2. Adelasia

= Gherardo da Correggio dei Signori di Correggio (vedi/see)

 

 

C2. Uggero, Giudice della Podesteria di Belluno 1205, giurista

 

 

A2. ………………..

 

B1. Alberto, Ambasciatore del Comune di Parma al Congresso di Crema 1173, Assessore del Podestà di Parma 1177, Console del Comune di Parma 1188 e 1196

 

C1. Jacopo, Podestà di Treviso 1223

C2. Gherardo, Console di Parma 1193, Podestà di Borgo San Donnino 1224

 

D1. Ranieri (+post 1262)

 

E1. Bernardino, Podestà di Firenze 1243, di Reggio 1248 e di Orvieto 1264

 

 

D2. Jacopo (+post 1305)

 

 

C3. Rolando (+post 1202)

C4. Ugo (+ante 1240)

 

D1. Gherardo “Boteri”, Podestà di Arezzo 1244

= Agnese Fieschi, figlia di Ugo Fieschi, Conte di Lavagna, sorella di Papa Innocenzo IV

 

E1. Ugo, Podestà di Pavia 1240 e 1247, Podestà di Reggio 1251

 

F1. Gherardino, Vicario di Monza dei Visconti di Milano 1367

 

 

D2. Rolando (+post 1212)

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet

Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del

bullet

Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea

bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com