PROTOSPATARO di Laureana di Borrello

 

 

 

Padre Giovanni Fiore da Cropani, nel I volume della "Calabria illustrata", enumera i Protospataro tra le famiglie "nobilissime di sangue" di Crotone (1).

Lo stesso cita i Protospataro "descendenti da Gerace" tra le famiglie nobili di Castelvetere (2) e di Rossano (3). Nel III volume della stessa opera si legge che "La famiglia de Protospatarii, antichissima tra' Greci, la passò in Italia, per quanto ne scrive Ferrante la Marra, Zaccaria protospatario, cioè principe della milizia, o ver capitano generale, il quale Zaccaria fu dall'imperador Giustiniano  II mandato a condurgli prigione papa san Sergio circa il 698. Con tale occasione stabilitasi in Italia nella Calabria, vi fiorì sempre con molto splendore, per detto di d. Carlo Calà."  (4).

La famiglia è presente in Crotone già nel sec. XV (Jo. Antonio de Prothospatariis de Cotrone partecipa ai lavori di fortificazione della città) (5). All'inizio del Seicento Perruccio Alfonso e Scipione Prothospatari possedevano ancora una casa palaziata in parrocchia di S. Maria Prothospatariis (6). Scipione si trasferirà a Laureana di Borrello. Nel 1631 Mutio (Mario) Prothospatario comprò da Francesco Campitello il feudo della Rocca di Neto (7). La famiglia possedette inoltre il feudo di Croniti seu La Sala (8), ed edificò in Crotone la badia regia di Santa Maria de Prothospatariis nella Pescheria (9). Un Giuseppe Protospataro da Castelvetere fu Vescovo di Bovino circa il 1660 (10).

Con la morte senza discendenza di D. Nicola Protospataro, ed in seguito al matrimonio della sorella D. Francesca il 24/12/1794, con il M.co D. Carloantonio Antonino Bruno Cucco Marino, i Protospataro di Laureana di Borrello si estinsero nella famiglia Cucco Marino.  

Arma: d'azzurro, a due spade decussate d'argento manicate d'oro, accompagnate da quattro girelli del medesimo (U. Ferrari, "Armoriale calabrese"

 

 

La genealogia conosciuta debutta con i fratelli Scipione e Girolama:

 

 

A1. D. Scipione combattè come Capitano nella battaglia di Lepanto (1571) (11)

            =  D.na Isabella Insardà                                

 

B1. dr. D. Giovanni Antonio

=  D.na Anna Saldanieri nobile di Serrata

 

C1. D. Scipione

C2. D.na Antonella * 1615;

C3. D.na Maria

= (27/06/1650) D. Francesco Gabriele Maiuli.

C4. D. Fabrizio ebbe nel 1629 la concessione della dogana e dei magazzini del ferro di Rosarno dal Re Filippo IV di Spagna, che nell'atto lo chiama "il nostro fedele e diletto Fabrizio" (12). 

=  [--?--]

 

D1 D. Francesco ricomprò nel 1654, per la somma di circa 10000 ducati, il diritto di dogana e magazzini del ferro già stato di suo padre

= D. Francesca Santacroce di Barletta, del b.ne D. Scipione e di D. Diana Schipani patrizia di Monteleone

 

E1. D. Carlo

=  (8/01/1684) D.na Clara Argirò - Lacquaniti del Dr. Fisico M.co D. Filippo Argirò e della M.ca D.na Giulia Maddalena Lacquaniti

 

F1. D. Francesco Filippo

=  magnifica D.na Rosaria Gallucci, del dottor fisico M.co  D. Lorenzo, patrizio del Seggio di Nilo in Napoli, e della magnifica D.na Elisabetta Catambron

 

G1. D. Nicola Giuseppe Protospataro (* 20/03/1708) Sindaco dei Nobili di Laureana di Borrello nel 1763

=  D.na Rosaria Godano dei baroni di D.na Cecilia, patrizia di Tropea

 

H1. D.na Marianna

┐                                                                                         =  (20/04/1785), M.co D. Giuseppe Maria Buda, del M.co D. Giovanni e della M.ca D. Antonia Godano dei baroni di D.na Cecilia

H2. D.na Maria Teresa

=  (7/12/1783) M.co D. Vincenzo Lamberti, patrizio di Stignano e di Stilo, del M.co D. Vincenzo e della M.ca D. Antonia Maiuli

H3. U.J.D. D. Domenico Gregorio Carlo (* 6/11/1736 + 18/05/1800) Sindaco dei Nobili di Laureana nel 1786 – 87 
=  (13/04/1775) M.ca D.na Maria Antonia Melchi dell’ U.J.D. magnifico D. Giuseppe Antonio e della magnifica D.na Francesca Contestabile degli antichi baroni di Settingiano,  patrizia di Gerace

 

I1. M.ca D.na Francesca (* 1781 Laureana di
Borrello; + 9/09/1829 Serrata)

=  (24/12/1794) M.co D. Carloantonio Antonino Bruno Cucco Marino, nobile di Serrata (vedi/see)
I2. D. Nicola

=  D.na Giulia Sanchez, da Seminara, di D. Giuseppe barone di Salica.

 

H4. D. Carlo Bruno Agapito Laureana di Borrello * 20/08/1738 + 23/07/1817
H5. D.na Concetta * Laureana di Borrello 25/09/1756

 

G2. D. Carlo Antonio Pasquale * 26/03/1715 Laureana di Borrello
G3. D. Ignazio Martino * 2/02/1718/19 Laureana di Borrello
G4. D.na Clara * 3/05/1722 Laureana di Borrello;
= (19/07/1746) D. Rocco de Stefano

G5. D. Fortunato * Laureana di Borrello about 1724 

G6. D. Domenico * Laureana di Borrello about 1729

G7. D. Gregorio * Laureana di Borrello about 1734

G8. D.na Angela Maria Eufrosia * Laureana di Borrello 12/02/1739

 

D2. Dr Fisico D. Vincenzo ebbe nel 1673 l'incarico di Protofisico e Protochirurgo del Regno di Napoli da Carlo II di Spagna (12)

 

C5. D. Vincenzo

 

B2. D.na Vittoria

B3. D.na Isabella

           

            A2. D.na Girolama (Geronima)

            = D. Donato de Cardinis

 

 

note:

 

(1)  P. Fiore da Cropani, "Della Calabria illustrata", ristampa fotomeccanica dell'edizione "In Napoli per li Socii Dom. Ant. Parrino, e Michele Luigi Mutii, M.DC.XCI", vol I pag. 228; Arnado Forni Editore

(2)   Ibid. pag. 182

(3)   Ibid. pag. 238

(4)   P. Fiore da Cropani, "Della Calabria illustrata"; vol. III, Rubettino 2001, pag. 406

(5)   A.S.N., Dip. Som. fasc. 196, f.li 1, 2 (1485 - 1486)

(6)   ANC. 117, 1626, 128

(7)   ANC. 108, 1631, 147

(8)   P. Fiore da Cropani, "Della Calabria illustrata”, vol III pagg. 269 e 406. Mutio (o Mario) Protospatario aveva acquistato il feudo Croniti o La Sala per ducati 5000 da Francesco Basilio Ungaro con Regio Assenso del 30 marzo 1634. Pellicano Castagna M.,  “Storia dei feudi”, p.187.

(9)   http://www.laprovinciakr.it/Viaggiando/Crotone/chieseconventi/prothospatariis.htm

(10) P. Fiore da Cropani, "Della Calabria illustrata”, vol III pag. 69

(11) Fedele Fonte, "Laureana di Borrello", Frama Sud 1983, pag. 144

(12) Atto conservato presso l’Archivio Storico di Simancas

 

Altre fonti:

Registri della Parrocchia di S. Maria degli Angeli e S. Gregorio Taumaturgo in Laureana di Borrello

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com