DE’ PAZZI

 

 

 

 

Guglielmo de’ Pazzi (* 6-8-1437 + Firenze 6-7-1516), dei Priori di Libertà nel 1467, degli VIII di Guardia e Balìa nel 1469, Ufficiale di Monte nel 1471, Console di zecca nel 1475, Accoppiatore nel 1495, Commissario a Tortona e ambasciatore presso Carlo VIII Re di Francia nel 1495, Vicario del Mugello nel 1497, Vicario di Scarperia nel 1498, Commissario in campo contro i pisani in rivolta, Commissario di milizia fiorentina nel 1501, Commissario in Val di Chiana e Arezzo nel 1502, Gonfaloniere di Giustizia della Repubblica di Firenze nel 1513; comprò il feudo di Civitella; sebbene cognato di Lorenzo “il Magnifico” de’ Medici ed estraneo alla vicenda, venne allontanato da Firenze dopo la congiura antimedicea del 1478 e di fatto escluso dalle cariche pubbliche fino al 1494. Sposa Bianca de’ Medici, figlia di Piero de’ Medici Signore de facto della Repubblica di Firenze e di Lucrezia Tornabuoni (vedi/see)

 

A1. Giovanna

       = 1471 Tommaso Monaldi

A2. Contessina

       = 1476 Giuliano di Francesco Salviati

A3. Antonio (* 10-7-1460 + di peste 5-5-1528), ambasciatore del Papa a Firenze nel 1497, dei Priori delle Arti nel 1516,

       degli VIII di Guardia e Balìa nel 1518, degli VIII di Pratica nel 1521, Console di zecca e dei X di Balìa nel 1520,

       Gonfaloniere di Giustizia della Repubblica di Firenze nel 1521, ambasciatore a Roma nel 1523, Vicario di San Giovanni

       di Val d’Arno nel 1526.

       = 1503 Clemenza, figlia di Francesco Martelli (vedi/see) probabilmente è A3. Francesco in Martelli parte 4)

 

       B1. Jacopo (* 9-2-1505 + ?).

       B2. Francesco detto “Ceccone” (* 14-6-1506 + forse assassinato per ordine dei de’ Medici, Rohan ca. 1550),

              inizialmente favorevole ai de’ Medici, successivamente ne divenne avversario ed esulò da Firenze nel 1534

              (confiscato il 30-8-1535); fece parte dei fuoriusciti che tentarono di deporre il Duca Cosimo I de’ Medici nel 1537.

              = Costanza, figlia di Zanobi Buondelmonti e di Maria degli Albizzi (+ post 1552) (vedi/see)

 

              C1. Clemenza, Patrizia di Firenze

                     = 1565 Zanobi di Francesco da Filicaia, Patrizio di Firenze

              C2. Antonio (+ Roma 14-12-1598), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Malta dal 27-1-1571, fu poeta e

                     traduttore di opere classiche.

 

       B3. Tita

              = Neri Bonciani

       B4. Lisa, Patrizia di Firenze.

              = 1537 Alessandro di Giuseppe Rondinelli, Patrizio di Firenze

       B5. Camilla, Patrizia di Firenze.

              = 1543 Battista di Niccolò Nasi, Patrizio di Firenze

 

A4. Antonio (* 1-10-1462 + infante).

A5. Alessandra

       = 1486 Bartolomeo di Rosso Buondelmonti (vedi/see)

A6. Cosimo (* 9-12-1466 + 9-4-1513), Canonico della metropolitana di Firenze nel 1475 (rinuncia nel 1492 e 1494),

       Abate di Santa Margherita a Tosina, Priore di San Pietro a Montegonzi e Abate commendatario di San Fedele a Poppi,

       Canonico di San Pietro in Vaticano, Vescovo di Oleron dal 10-12-1492, ambasciatore presso l’Imperatore

       Massimiliano I nel 1496, Vescovo di Arezzo nel 1497, ambasciatore in Spagna nel 1497 e in Francia nel 1498 e 1499,

       ambasciatore presso Cesare Borgia nel 1501, ambasciatore a Roma nel 1503, Governatore di Forlì nel 1506,

       Arcivescovo di Firenze dal 1508.

A7. Piero (* 1-6-1468 + infante).

A8. Cosa

       = Francesco di Luca Capponi (vedi/see)

A9. Renato

A10. Lorenzo

A11. Luigia

         = 1494 Folco di Edoardo Portenari

A12. Maddalena

         = 1497 Ormanozzo Deti

A13. Alessandro (* 4-5-1483 + poco dopo 12-8-1530), degli VIII di Guardia e Balìa nel 1522, ambasciatore a Venezia

         nel 1526, Signore di Civitella; letterato, grecista e latinista, distinto traduttore dei classici.

         = 1508 Costanza, figlia di Niccolò Antinori

 

         B1. Giovanni (+ 6-10-1564), Patrizio di Firenze, Abate commendatario di San Salvatore a Toana e di Santa

                Margherita a Tosina, Canonico della metropolitana di Firenze fino al 1523, famiglio e Camereiere Segreto del

                Papa Clemente VII nel 1523.

         B2. Guglielmo, nel 1536 pubblicò una traduzione latina paterna della “Poetica di Aristotele”.

         B3. Cosimo (* 7-4-1514 + 26-3-1595), Patrizio di Firenze; Signore di Civitella, che è costretto a permutare al

                Granduca di Toscana con la commenda sull’abbazia di San Salvatore a Toana per l’Ordine di Santo Stefano

                (esecutiva dal 3-4-1567); degli VIII di Guardia e Balìa nel 1556, 1570 e 1578, Podestà di Prato nel 1559,

                Capitano di Prato nel 1562, Capitano di Volterra nel 563, Console di zecca nel 1569, Senatore dal 2-8-1575,

                Commissario Generale a Pistoia nel 1577, Vicario a Pescia e Val di Nievole nel 1593.

a)      = 1537 Maria, figlia del Conte Palatino Jacopo Guicciardini, Patrizio di Firenze, e di Camilla de’ Bardi

         (+ 1541) (vedi/see)

b)      = 1549 Lodovica, figlia di Gianozzo Pandolfini, Patrizio di Firenze

 

C1. (ex 1°, ma la sua posizione è incerta) Ludovico (+ 23-12-1578), Patrizio di Firenze, minore conventuale,

       ascritto al Collegio dei teologi dell’Università di Firenze nel 1563, Decano del medesimo dal 1572, Inquisitore

       Generale di Toscana.

C2. (ex 2°) Alessandro (* 1550 + 4-8-1607), Patrizio di Firenze, Canonico della metropolitana di Firenze

       1564/1592, nel 1598 ebbe il patronato di famiglia e fu abate comendatario di San Salvatore di Toana,

       Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 25-11-1566, Scudiero del Granduca Ferdinando I di Toscana,

       Segretario e Consigliere della Granduchessa Cristina di Toscana, Braccere della Regina Maria di Francia

       nel 1600.

C3. (ex 2°) Lorenzo (* 14-8-1551 + 1624), Patrizio di Firenze, Paggio e scudiero del Granduca Cosimo I di

       Toscana, Console di zecca nel 1589, Vicario della Pieve di Santo Stefano nel 1592, Capitano di Volterra nel

       1597, degli VIII di Guardia e Balìa nel 1598, Capitano della Valdelsa nel 1603, Capitano di Anghiari nel

       1605, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 12-1-1608.

       = 1585 Giulia, figlia del Conte Clemente Pietra, da Pavia

 

       D1. Bianca, Patrizia di Firenze.

              = 23-12-1600 Senatore Giulio di Bettino Ricasoli Barone della Trappola e Patrizio di Firenze.

       D2. Guglielmo (* 21-1-1587 + 17-9-1649), Patrizio di Firenze, Paggio Magistrale, Cavaliere dell’Ordine

              di Santo Stefano dal 22-7-1624, Balì di Chiusi, Capitano della Montagna di Pistoia nel 1624, Vicario

              della Val di Nievole e di Pescia nel 1628, Vicario di San Miniato e Val d’Arno di sotto nel 1632,

              Podestà di Prato nel 1638, Senatore il 14-7-1641, Commissario a Pistoia nel 1641, Commissario a

              Pisa nel 1647.

              = 1610 Cassandra, figlia del Senatore Cosimo Tornabuoni, Nobile Romano e Patrizio di Firenze

                 (+ 1662) (vedi/see)

       D3. Cosimo (* 2-4-1589 + 1665), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano e

              Commendatore dal 26-7-1650.

              = 1623 Alessandra, figlia di Francesco Borromeo, Patrizio di Firenze, e di Cassandra Spichi (vedi/see)

 

              E1. Clemente, Patrizio di Firenze, Paggio del Granduca Ferdinando II di Toscana e capitano di milizia.

              E2. Camilla, Patrizia di Firenze.

                     = Michele Grifoni, Patrizio di Firenze

              E3. Giulia (+ 16-5-1704), Patrizia di Firenze.

                    = 1651 Alessandro Biliotti, Patrizio di Firenze

              E4. Lorenzo (* 12-1-1641 + ?), Patrizio di Firenze, creato Conte dal Re di Polonia nel 1684,

                    Cancelliere della Lituania.

a)      = 1680 Lodovica Teufein, figlia del Capitano delle guardie della Regina Eleonora di Polonia

b)      = Ludovica Giovanna, figlia di Giovanni Casimiro Tensiriow

 

F1. Chiara (+ 1704), Patrizia di Firenze.

      = Conte Stefano Grotowski

F2. Lorenzo (+ infante), Patrizio di Firenze.

 

              E5. Francesco (* 10-3-1645 + post 1677), Patrizio di Firenze, al servizio della corte granducale di

                    Toscana nel 1677.

              E6. Luigi (+ 6-4-1700), Patrizio di Firenze.

 

C4. (ex 2°) Caterina, Patrizia di Firenze

       = 1570 Leonardo di Jacopo Serzelli

C5. (ex 2°) Gianozzo (+ assassinato 1568), Patrizio di Firenze.

C6. (ex 2°) Raffaele, Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Malta dal 7-2-1575, Ammiraglio dell’Ordine.

C7. (ex 2°) Francesco (* 20-7-1559 + 1619), Patrizio di Firenze.

       = 1613 Maddalena, figlia di Bartolomeo Tedaldi, Patrizio di Firenze

 

       D1. Alessandro (* 23-2-1613 + 1691), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal

             14-10-1654, Capitano di milizie toscane.

              = 1648 Lucrezia, figlia del Cavaliere Angelo Dazzi, Patrizio di Firenze

 

              E1. Francesco (* 8-10-1649 + 13-10-1719), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo

                    Stefano dal 1691.

                    = 1697 Teresa, figlia di Luigi Scarlatti (+ 2-8-1755).

 

                    F1. Alessandro Taddeo (* 1698 + 20-12-1720), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di

                          Santo Stefano dal 12-9-1709.

                    F2. Luigi (* 5-7-1699 + 10-4-1770), Patrizio di Firenze.

                    F3. Maddalena Camilla (* e + 1700), Patrizia di Firenze.

                    F4. Maria Maddalena (* 1702 + ?), Patrizia di Firenze, monaca “suor Maddalena Teresa” nel

                          monastero dell’Annunziata (detto delle Murate) a Firenze.

                    F5. Andrea Pazzino (* 6-1-1705 + 1748), Patrizio di Firenze, Canonico della basilica di San

                          Lorenzo dal 1716, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 1722.

                    F6. Gian Cosimo (* 4-9-1706 + Palogiano sopra Prato 12-11-1773), Patrizio di Firenze, Cavaliere

                          dell’Ordine di Santo Stefano e Commendatore dal 1742.

                          = 5-10-1751 Camilla, figlia del Senatore Ascanio Samminiati, Patrizio di Firenze (+ Pisa 15-12-

                             1762).

 

                           G1. Ascanio (+ infante), Patrizio di Firenze.

                           G2. Maria Maddalena (* 30-3-1754 + educanda nel monastero dell’Annunziata a Firenze

                                  1774), Patrizia di Firenze.

                           G3. Francesco Alamanno (* 13-9-1759 + 20-9-1821), Patrizio di Firenze, Cavaliere e

                                  Commendatore dell’Ordine di Santo Stefano dal 10-3-1776, Ciambellano del Granduca

                                  di Toscana, Colonnello delle Bande ducali nel 1795, Cavallerizzo Maggiore della Regina

                                  d’Etruria, Barone dell’Impero Francese dal 1810, Cavaliere dell’Ordine della Riunione,

                                  Consigliere onorario di Stato, finanza e guerra dal 1815, Comandante del corpo volontari

                                  dei cacciatori di Firenze.

                                  = 1-4-1774 Adriana, figlia del Cavaliere e Priore Gaetano Antinori, Patrizio di Firenze (+

  30-4-1821).

 

   H1. Maddalena (* 13-4-1776 + 5-12-1838), Patrizia di Firenze.

          = 19-2-1795 Giovanni Altoviti Avila, Patrizio di Firenze

   H2. Gian Cosimo Amerigo (* Firenze 4-4-1778 + infante), Patrizio di Firenze.

   H3. Gaetano Pazzino (* 2-1-1780 + infante), Patrizio di Firenze.

   H4. Gaetano Guglielmo (* 15-2-1782 + ?), Patrizio di Firenze, Cavaliere e

          Commendatore dell’Ordine di Santo Stefano (fu l’ultimo detentore della commenda

          ereditaria di famiglia che venne soppressa durante il regime francese e mai più ristabilita

          in seguito), Guardia d’Onore della Granduchessa Elisa Baciocchi, Ciambellano del

          Granduca di Toscana nel 1816, Gonfaloniere di Firenze 1834/1840, Colonnello del

          2° battaglione della milizia civica toscana nel 1847.

          = 7-1-1822 Eleonora, figlia del Marchese Pietro Torrigiani Guadagni, Patrizio di

             Firenze, e di Maria Vittoria dei Marchesi Santini

 

          I1. Maria Maddalena (* 17-3-1823 + ?), Patrizia di Firenze, Dama della corte

               granducale di Toscana.

               = 23-1-1843 Cavaliere Girolamo Rossi, da Pistoia

          I2. Vittoria (* 11-2-1825 + ?), Patrizia di Firenze.

               = 30-10-1844 Cavaliere Giovanni Settimanni

          I3. Adriana (* 4-2-1826 + 20-7-1843), Patrizia di Firenze.

          I4. Elisabetta (* 29-6-1829 + ?), Patrizia di Firenze.

                = 27-1-1848 il cugino Guglielmo de’ Pazzi (vedi/see) oltre)

          I5. Ida (* 1830 + ?), Patrizia di Firenze.

               = 4-2-1851 il Cavaliere Priore Ubaldo Maggi, Patrizio di Firenze

 

   H5. Camilla (* 3-3-1784 + 15-10-1844), Patrizia di Firenze.

a)      = Conte Pietro de’ Bardi, Patrizio di Firenze, che venne abbandonato dalla moglie il

          giorno stesso delle nozze perchè fugge con l’amante (che sposerà dopo

          l’annullamento);

b)   = 1804 Capitano Maurice Blanc, già suo amante

   H6. Caterina (* 4-4-1786 + 7-5-1812), Patrizia di Firenze.

          = 16-10-1806 Francesco de’ Medici Tornaquinci 8° Marchese della Castellina (vedi/see)

   H7. Guglielmo (* 15-7-1787 + 6-10-1848), Patrizio di Firenze, Scudiero della

          Granduchessa Elisa Baciocchi nel 1808, Barone dell’Impero Francese dal 1810,

          Cavaliere dell’Ordine della Riunione.

          = 1819 Marianna, figlia del Cavaliere Francesco Spannocchia Piccolomini (+ 20-12-

             1846), già vedova di …… Ramirez-Montalvo.

 

          I1. Bianca (* 5-9-1820 + ?), Patrizia di Firenze.

               = 27-5-1845 Conte Raffaele Vinci-Gigliucci, Patrizio di Fermo, Patrizio di Ascoli,

                  Patrizio di Rieti e Patrizio di Fabriano

          I2. Caterina (* 16-9-1824 + 1831), Patrizia di Firenze.

          I3. Guglielmo (* 20-2-1827 + ?), Patrizio di Firenze, Consigliere Comunale a Firenze

               dal 1850.

               = 27-1-1848 Elisabetta de’ Pazzi, sua cugina (vedi/see) sopra)

 

               J1. Pazzino (* 28-9-1848 + ?), Patrizio di Firenze.

                     = ……………….

 

                     K1. Cosimo (+ Firenze 7-5-1950), Patrizio di Firenze, ebbe il titolo

                            riconosciuto con Decreto Ministeriale del 22-6-1933.

                            = Vittoria Carones

 

                            L1. Pazzino (* 29-5-1908 + ?), Patrizio di Firenze.

                                  = Ellen Eugenia Bosley

 

                                  M1. Cosimo (* 3-4-1941), Patrizio di Firenze.

                                  M2. Vittorio (* 30-3-1946), Patrizio di Firenze.

 

                            L2. Elena (* 3-7-1909 + ?), Patrizia di Firenze.

                                  = Antonio Poggesi

                            L3. Piero Agostino (* 12-10-1910 + ?), Patrizio di Firenze.

 

               J2. Francesco (* 1-6-1850 + ?), Patrizio di Firenze.

               J3. Geri (* 1858 + 6-4-1933), Patrizio di Firenze.

                     = Mariangela dei Conti Orfini

 

                     K1. Piero (* Spoleto 18-1-1894 + ?), Patrizio di Firenze, ebbe il titolo

                            riconsciuto con Decreto Ministeriale del 22-6-1933.

                            = 15-2-1922 Maria Coppa Zuccari

 

                            L1. Vieri (* Firenze 28-3-1924 + giovane, Nordau 19…), Patrizio di

                                   Firenze.

 

                     K2. Marianna (* 21-12-1895 + ?), Patrizia di Firenze.

                            = Firenze 27-4-1924 Napoleone del Gallo Marchese di Roccagiovine

                               (* Mandela 2-8-1896 + ?).

 

          I4. Laura (* 1829 + 14-3-1850), Patrizia di Firenze.

 

   H8. Cosimo (* 9-6-1791 + 10-1-1820), Patrizio di Firenze, Paggio Magistrale e poi

          Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 1799.

   H9. Teresa (* 3-4-1792 + 1838), Patrizia di Firenze.

          = 26-1-1819 Cavaliere Baldassarre Ansaldi, di San Miniato

 

                           G4. Andrea Pazzino (* 18-12-1761 + Firenze 22-2-1782), Patrizio di Firenze, Cavaliere

                                  dell’Ordine di Malta dal 1762.

 

                    F7. Anna Maria (* 1710 + infante), Patrizia di Firenze.

                    F8. Cecilia (* 1711 + ?), Patrizia di Firenze, monaca “suor Teresa Beatrice Maddalena” e poi

                          Badessa nel monastero dell’Annunziata a Firenze; fu damigella della Principessa Ludovica di

                          Toscana.

                    F9. Angelo (* 1712 + 30-8-1743), Patrizio di Firenze, Canonico della collegiata di San Lorenzo 

                          dal 1733.

 

              E2. Filippo, Patrizio di Firenze, Canonico di San Lorenzo nel 1706.

              E3. Angelo, Patrizio di Firenze, Capitano di milizie toscane.

              E4. Antonio (+ 20-1-1720), Patrizio di Firenze, ecclesiastico.

              E5. Guglielmo, Patrizio di Firenze, Abate.

              E6. Maddalena (+ 17-1-1746), Patrizia di Firenze, monaca benedettina “suor Maria Diomira” nel

                    monastero di San Pier Maggiore a Firenze.

 

       D2. Pazzino (* 13-3-1615 + ?), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 21-11-1658.

              = 1659 Teresa, figlia di Atto Arsaruoli, da Pistoia

 

              E1. Atto Felice (* 10-3-1660 + 24-5-1722), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano

                    dal 2-8-1676.

              E2. Maddalena (+ 13-12-1711), Patrizia di Firenze.

                    = 1677 il Cavaliere Carlo di Lorenzo Bonsi, Patrizio di Firenze

              E3. Cosimo Ventura (+ giovane), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 23-3-

                    1682 e Paggio Magistrale.

              E4. Camillo Ignazio (+ giovane), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 18-10-

                    1585 e Paggio Magistrale.

              E5. Pietro Romolo (+ 29-2-1740), Patrizio di Firenze, gesuita, poi nella Congregazione di San Filippo

                     Neri ma rinuncia per tornare laico; Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano dal 20-7-172….

              E6. Francesca, Patrizia di Firenze.

                     = Cavaliere Lodovico Bocchineri, da Prato

 

C8. (ex 2°) Camilla, Patrizia di Firenze.

       = Gianozzo di Bartolomeo del Giocondo, Patrizio di Firenze

C9. (ex 2°) Pazzino (* 30-7-1566 + ?), Patrizio di Firenze.

       = Dianora, figlia di Albizzo Mancini, Patrizio di Firenze

 

         B4. Costanza, Patrizia di Firenze.

                = 1554 Benedetto di Gaspare Cattani da Diacceto, Patrizio di Firenze

         B5. (Naturale, legittimato dal Granduca di Toscana nel 1565) Luigi

 

A14. Lucrezia

a)      = Carlo di Antonio Cattani de Diacceto

b)      = 1500 Pietro di Braccio Martelli (vedi/see)

A15. Giuliano (* 10-6-1486 + 11-1517), Dottore in legge, Abate commendatario di San Salvatore a Taona, Canonico della

         metropolitana di Firenze dal 1510,  Referendario di Segnatura.

 

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com