MANCINI

LINEA ANTICA

 

I Mancini affondano radici millenarie nel suolo italico e tradizionalmente vengono detti discendenti dalla “Gens Hostilia “ della quale un ramo assunse il cognome Mancinus e di cui L. Hostilius Mancinus fu Console nel 608 “ab urbe condita”. A Roma vennero chiamati anche Lucij, nome allusivo ai pesci alzati nello stemma. La denominazione di Ogni Santi fu casuale e nacque per una sanguinosa faida nel giorno di Ogni Santi tra i Mancini del Rione Monti e quelli del Rione Trevi. Secondo le prove genealogiche presentate da Filippo Giuliano Mancini Duca di Nevers ai Duchi di Mortemart e d’Aumont per essere ricevuto nell’Ordine dello Spirito Santo nel 1661 ed ampliate da studi effettuati dal Conte Pasquale Stanislao Mancini Marchese di Fusignano nel 1861 e dalla nipote Dora Pierantoni Mancini nel 1932, il primo rappresentante certo della famiglia fu Lucio Mancinus, Nobile Romano, vivente nel 990; a questi successe il figlio Pietro, Nobile Romano, da cui: Leone, Gerardo, Bona e Costanza qualificati “Nobilissimi” sotto il Pontificato di Benedetto IX (1042). Da Gerardo si ebbe: Pietro II, Nobile Romano, da cui:

Pietro III, Nobile Romano, Accolito del Palazzo del Laterano (1139), e Gerardo II; da Pietro si ebbe: Pietro IV, Nobile Romano, vivente nel 1177 sotto il Pontificato di Alessandro III. Questi ebbe: Giovanni, Nobile Romano, “Potente Signore” (1202), Pietro V, Nobile Romano, vivente nel 1202, Lorenzo, e Francesco, Nobile Romano, Capitano delle Milizie di Azzolino d’Este Marchese di Ancona da cui fu creato Patrizio di Ferrara e Signore di Fusignano (1213); Lorenzo sposò a Roma nel 1229 Filippa Frangipane, Nobile Romana, figlia di Oddone Frangipane, Nobile  Romano, da cui: Nicola, Nobile Romano, menzionato nel Cartulario di Santa Maria Nuova ( 1259) e Giacomo, Nobile Romano che per evitare le persecuzioni dei Vitelleschi, tiranni di Roma, nel 1256 si trasferì in Sicilia: discesero i Baroni di Tardello, Tumminii e Ogliastro; da Nicola discese: Gerardo III, Nobile Romano, da cui:Gerardo IV, Nobile Romano,  menzionato nel Cartulario di Santa Maria Nuova ( 1330); questi fu padre di Pietro VI (da cui inizia questa genealogia) e di Giovanna, Nobile Romana, badessa della chiesa di Sant’Agnese (1387)

 

 

Pietro VI Ogni Santi detto Mancini de Lucij per i lucci nello stemma (+ 20/2/1384), Gran Conte Romano, Nobile Romano. Epitafio nella cappella San Tommaso della Basilica dei SS. Apostoli. I suoi discendenti assumono il cognome Mancini

= Giovanna ?

 

 A1. Lorenzo II Ogni Santi Mancini de Lucij (+ 1/9/1447), 1° Signore di Leprignana ( feudo acquistato il 3/6/1441 da Giacomo Conti, figlio di Nicola Conti Conte di Anguillara), Nobile Romano. Creato Cavaliere dal Re di Napoli Alfonso V il Magnanimo che gli donò il motto: LUCIA STIRPS CLARIS OLIM LUCEBAT ALUMNIS. Aveva proprietà nel rione Trevi. Conservatore all’Urbe (1440). Epitafio nella Basilica dell’Aracoeli

=  Nobile Maria Burgamini (+ 1444)

 

  B1. Giacomo, Nobile Romano

= Lucia Bobacina Cavalieri (+ 1451)

 

   C1. Costanza, Nobile Romana

= 14/9/1451 Gregorio Nicola Giovanni dell’Isola

   C2. Paolina, Nobile Romana

= 10/11/1451 Pietro Marcellini

 

  B2. Stefano, Nobile Romano (+ 1457)

  B3. Giuliano, 2° Signore di Leprignana, Nobile Romano (+ 9/3/1455)

= Giacomella Muti Papazzurri, Nobile Romana (+ 1455)

 

   C1. Alessandro, 3° Signore di Leprignana, Nobile Romano                  (+ 20/10/1491)

= Ambrogina de Fabij, Nobile Romana (+ 19/9/1518)

 

    D1. Giuliano, Nobile Romano, Canonico di San Giovanni in Laterano       ( 1496)

    D2. Stefano, Nobile Romano

= Roma 13/10/1509 Antonia Tomaratia

    D3. Domenico, Nobile Romano

    D4. Giovanni Battista, 4° Signore di Leprignana, Nobile Romano            (+ 1515), Capitano di ventura, Conservatore all’Urbe

= Laura Miccinelli, Nobile Romana (+ 25/9/1549)

 

     E1. Giovanni Battista, Nobile Romano (+ 19/6/1514)

     E2. Alessandro, 5° Signore di Leprignana, Nobile Romano

= ?

 

      F1. Giacomella, Nobile Romana

= Gian Paolo Orsini, Nobile Romano

 

     E3. Lavinia, Nobile Romana (+ 1536)

= Nobile Niccolò Bufalini

     E4. Lucida, Nobile Romana (+ 21/2/1573)

= Roma 1/12/1524 Bernardino Caffarelli, Nobile Romano ( + 26/5/1562)

     E5. Porzia, Nobile Romana (+ 1549)

= Marco Curzio Mattei, Nobile Romano

     E6. Marzia, Nobile Romana

     E7. Giulia, Nobile Romana (gemella di Marzia)

     E8. Faustina, Nobile Romana

= Pietro Paolo Attavanti, Nobile Romano

     E9. Serafina, Nobile Romana, religiosa

 

    D5. Giacomo, Nobile Romano (+ 1518)

= Diana Miccinelli, Nobile Romana (+ 1518)

 

     E1. Giuliano ( *1507 + 18/7/1536), 6° Signore di Leprignana, Nobile Romano, epitafio all’Aracoeli

= 8/2/1531 Girolama Capranica, Nobile Romana (+ 14/10/1549)

 

      F1. Lorenzo IV, 7° Signore di Leprignana, Nobile Romano. Nel 1587 vende il feudo di Leprignana per 40.000 scudi a Giuseppe Giustiniani. Conservatore all’Urbe (1567)

= 23/1/1553 Olimpia Massimo, figlia di Angelo Massimo, Nobile Romano e di Attilia Mattei, Nobile Romana (+ 7/9/1593)

 

       G1. Paolo Lucio (+ 1635), Signore Illustrissimo, Barone Romano, Nobile Romano, Laureato in giurisprudenza all’Università di Perugia, si segnalò alla guerra di Ferrara come Capitano delle Guardie a cavallo del Cardinale Aldobrandini (1597). Nel 1602 fondò nella sua casa l’Accademia degli Umoristi. Conservatore all’Urbe (1626). Alla morte della moglie prese gli ordini

= 7/2/1600 Vittoria Capocci, Nobile Romana, figlia di Vincenzo Capocci, Nobile Romano e di Lucrezia Glorieri, Nobile Romana

 

        H1. Lorenzo V (battezzato Michele Lorenzo) (* 1602 + 5/7/1656), Barone Romano, Nobile Romano, Mastro di Strada, negromante e astrologo. Stipite dei Mancini  di Nevers

= 6/8/1634 Girolama Mazzarino, figlia di Pietro Antonio Mazzarino e di Ortensia Bufalini dei Conti di San Giustino e sorella del Cardinale Giulio che introduce la famiglia alla Corte di Francia (* Roma 1614 + Parigi 29/12/1656)

        H2. Francesco Maria (* 20/10/1606 + 1672), Nobile Romano, Diacono di San Vito e San Modesto, poi Cardinale di San Matteo in Merulana (1660). Contribuì all’elezione di papa Alessandro VII. Ebbe la qualifica di “consanguineo” della famiglia Pamphilj da parte di Papa Innocenzo X per sè e per i suoi congiunti (1649). Fu esecutore testamentario per i beni in Italia del Cardinale Mazzarino

        H3. Lorenzo Gregorio, Nobile Romano, Consevatore all’Urbe (1643)

        H4. Olimpia, Nobile Romana

= 4/2/1624 il cugino Giacomo de Velli, Nobile Romano, figlio di Andrea de Velli, Nobile Romano e di Sulpicia Capocci, Nobile Romana

 

         I1. Lorenzo de Velli, Nobile Roman,  esecutore testamentario del Cardinale Mazzarino

 

        H5. Girolama Maria, Nobile Romana

=30/1/1630 Sertorio Teofilo, figlio di Bernardino Teofilo

 

         I1. Olimpia Teofilo

= Scipione Campana

         I2. Vittoria Teofilo

 

        H6. Angelo, Nobile Romano, Conservatore all’Urbe (1658)

 

       G2. Mario, Nobile Romano, Cavaliere di Malta (1586)

       G3. Virginia, Nobile Romana

= Roma 25/5/1577 Giulio Glorieri, Nobile Romano

       G4. Laura, Nobile Romana

= Roma 23/8/1584 Alessandro Cardelli, Nobile Romano

       G5. Ortensia (* Roma 1566), Nobile Romana

= Roma 16/11/1585 Giustiniano Sevaroli

       G6. Angelica Elena (* Roma 1568), Nobile Romana

       G7. Giacomo (* Roma 1569), Nobile Romano

       G8. Federico, Nobile Romano

       G9. Orazio, Nobile Romano

       G10. Giuliano, Nobile Romano

       G11. Clelia, Nobile Romana

= Alessandro Silveri

       G12. Francesco Alessandro Paolo (* Roma 1576), Nobile Romano

       G13. Faustina, Nobile Romana

= Antonio Camaiani, Patrizio di Arezzo

 

      F2. Diana, Nobile Romana

= 27/1/1551 Nobile Giovanni Battista Bufalini

      F3. Camillo, Nobile Romano, Conservatore all’Urbe (1577)

 

     E2. Ortensia, Nobile Romana

     E3. Carridonia, Nobile Romana

     E4. Tarquinia, Nobile Romana

 

    D6. Giuseppe, Nobile Romano, Patrizio di Ancona, Monsignore e Arcidiacono. Si trasferisce ad Ancona, dove, con i fratelli, è aggregato al Patriziato di quella città

    D7. Paolo, Nobile Romano, Patrizio di Ancona, Cavaliere di compagnia di Ludovico il Moro. Si trasferisce ad Ancona e poi nel Regno di Napoli

= 1450 donna Maria de Ponte dei Duchi di Matelica

    D8. Oto, Nobile Romano, Patrizio di Ancona. Si trasferisce ad Ancona e poi nel Regno di Napoli. Creato Barone del Casale di San Nicola a Ripa il 17/11/1487 dal Principe di Squillace Federico I d’Aragona di cui era segretario; per primo prese dimora nella Baronia di Vico (1480), ma nel 1503, a seguito della sconfitta di Federico I ad opera del Re di Francia Luigi XII e di Ferdinando II d’Aragona, tornò ad Ancona

= N. di Bernardo di San Nicola

 

     E1. Domenico Nicola, Nobile Romano, Patrizio di Ancona, 2° Barone del Casale di San Nicola a Ripa; creato Marchese di Fusignano e Patrizio di Ferrara il 6/6/1535 dal Principe Francesco d’Este, di cui era Consigliere d’Onore e Cavaliere di Camera, in quanto discendente di Francesco Mancini, Signore di Fusignano e Patrizio di Ferrara (1213). Nel 1527 prese stabile dimora a Castel Baronia con l’acquisto della Rocca Carafa. Stipite dei Mancini di Napoli

a) = Maria Saveria de Leone, Patrizia di Benevento e Nobile Romana

b) = Cassandra Eleonora di Francia, Nobile calabrese, 1° Dama d’Onore di Maria de Cardona Contessa di Avellino e Marchesa di Padula, già vedova Della Torre

 

    D9. Lorenzo III (* 1468 + 1514), Nobile Romano, Capitano di ventura

= Felicita d’Arcioni, Nobile Romana

 

   C2. Luisa, Nobile Romana

= Francesco Pietro Matteo Albertoni, Nobile Romano ( + 3/6/1492)

   C3. Camilla, Nobile Romana

 

  B4. Francesca (+ 1447), Nobile Romana

= Massimo Massimo, Nobile Romano (+ 1465)

  B5. Antonia, Nobile Romana (gemella di Francesca)

  B6. Giovanna, Nobile Romana

= Giacomo dello Scuto

 

 

 A2. Giovanni II Ognisanti, Nobile Romano

= Andreozza ?

 A3. Giacomella, Nobile Romana

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com