HOMODEI (OMODEI, HOMODEO, OMODEO)

Marchesi di Piovera, Villanueva del Ariscal ed Almonacid de los Oteros

 

 

Giampietro HOMODEI, era “postaro di grasso” al Carrobbio, a Milano

= ……………..

 

A1. Giangiacomo, banchiere

= Caterina, figlia di Benedetto Alemagna

 

B1. Emilio, “Abate” dei Banchieri di Milano

B2. Don Carlo, 1° Marchese di Piovera dal 1615, ascritto al Patriziato di Milano con il fratello Alessandro, Decurione di Milano (+1625 ca.)

= Beatrice Lurani, figlia di Giambattista Lurani

 

C1. Don Giangiacomo, 2° Marchese di Piovera e Patrizio Milanese, Colonnello delle Armate di S.M. Cattolica (*Milano 1600, +Madrid 1628)

C2. Don Agostino, 3° Marchese di Piovera (vendette il feudo il 3-VI-1656 al Patrizio Genovese Francesco Maria Balbi Cepollina), 1° Marchese di Copiano dal 15-V-1647, 1° Marchese di Almonacid (od Almonacir) de los Oteros e della sua Valle e 1° Conte di Pavias con Ahin, Alfandiga, Mated, Almedilla ed Algimia (acquista i feudi a metà del XVII secolo), 4° Marchese di Villanueva del Ariscal (alla morte della prima moglie), Conte di Sastago maritali nomine (alla morte della moglie nonostante le sue pretese il feudo passa al cognato Carlos de Aragón de Gurrea y de Borja), Signore di Ghemme, Cavagliano e Vignale dal 1651, Signore di Cusano dal 1656, Patrizio Milanese, Decurione di Milano nel 1629, Capitano Generale delle Cacce nello Stato di Milano, Consigliere nel Supremo Consiglio del Regio Patrimonio (*1605, +Madrid 1657)

= a) doña Leonor Colon de Portugal e Portugal-Castro, 3° Marchesa di Villanueva del Ariscal, figlia di don Alvaro Colon de Portugal y Portocarrero, 5° Duca di Veragua, 4° Duca di La Vega dell’Isola di Santo Domingo,  5° Marchese di Giamaica, 8° Ammiraglio ed Adelantado Maggiore delle Indie e Grande di Spagna di Prima Classe, e di doña Catalina de Portugal-Castro y Sandoval, 5° Contessa di Gelves e 2° Marchesa di Villanueva del Ariscal (*1625, +16…)

= b) doña Luisa de Aragón de Gurrea y de Borja, Contessa di Sastago, figlia di don Fernando de Aragón de Gurrea y de Borja (ex de Borja y Aragón), 8° Duca di Villahermosa, 7° Conte di Cortes, 3° Conte di Ficallo e Grande di Spagna di Prima Classe, e di doña Juana Luisa de Aragón y Alagón, 3° Contessa di Luna, Contessa di Sastago e Contessa di Morata de Jalón (*1630 ca., +165…)

= c) doña Maria Pacheco y Cabrera, figlia di don Diego Pacheco y de Bragança, 7° Duca di Escalona, 7° Marchese di Villana, 8° Marchese di Moya e Grande di Spagna di Prima Classe, e di doña Luisa Cabrera y Bobadilla dei Marchesi di Boadilla del Monte (*1635 ca., +….)

 

D1. [ex 3°] Don Carlo, portava il titolo di Marchese di Castel Rodrigo (che gli spettava maritali nomine), 2° Marchese di Copiano, 5° Marchese di Villanueva del Ariscal, 2° Marchese di Almonacid de los Oteros e della sua Valle, 2° Conte di Pavias con Ahin, Alfandiga, Mated, Almedilla ed Algimia, Signore di Cusano (investito il 2-V-1675), Signore di Ghemme, Cavagliano e Vignale, Patrizio Milanese, Commendatore dell’Ordine Pontificio del Cristo, Cavallerizzo Maggiore della Regina di Spagna Maria Luisa Gabriella di Savoia, Vicerè di Sardegna nel 1690 (terminò l’incarico il ?-XI-1690), Viceré di Valencia dal ?-XI-1690, Capitano Generale e Viceré di Catalogna, Ambasciatore di Sua Maestà Cattolica presso la Santa Sede dal 1673 (confermato nel 1684), subì la confisca di tutti i feudi nel 1707 perché fedele a Filippo V di Borbone ma fu poi reintegrato da questi nel possesso dei feudi (*1655 ca., +Barcellona 1711). Lasciò per testamento il feudo di Almonacid al figlio della sorella della moglie, Francesco Pio di Savoia.

= 1678 doña Leonor de Moura y Aragón, 2° Duchessa di Nocera, 4° Marchesa di Castel Rodrigo e Grande di Spagna di Prima Classe, 3° Contessa di Lumiares e Signora di Las Islas Terceras, vedova di don Angel de Guzman, Viceré di Sicilia, figlia di don Francisco de Moura y Mello, 1° Duca di Nocera, 3° Marchese di Castel Rodrigo e Grande di Spagna di Prima Classe, 2° Conte di Lumiares e Signore di Las Islas Terceras, e di Donna Anna Maria Moncada d’Aragona dei Principi di Paternò (+1706)

D2. [ex 3°] Don Luigi, creato e pubblicato Cardinale di Santa Romana Chiesa dell’Ordine dei Diaconi nel Concistoro del 13-II-1690, Cardinale Diacono di Santa Maria in Portico dal 10-IV-1690, Chierico della Reverenda Camera Apostolica dal 1687, non ricevette mai gli Ordini religiosi (*Madrid 20-III-1657, +Roma 18-VIII-1706, sepolto nella Chiesa di San Carlo al Corso di Roma)

 

 

C3. Don Giambattista, Patrizio Milanese, Decurione di Milano nel 1636, Questore del Magistrato Ordinario (*1606, +Milano 1651)

= Donna Ersilia Gallio, figlia di Don Francesco I Gallio, 3° Duca di Alvito, e di Giustina Borromeo dei Conti di Arona (*1620, +Milano 24-VII-1695) (vedi)

C4. Don Luigi, creato e pubblicato Cardinale di Santa Romana Chiesa dell’Ordine dei Preti nel Concistoro del 19-II-1652, Cardinale Prete del Titolo di Sant’Alessio dal 12-III-1652 al 19-X-1676, Cardinale Prete del Titolo di Santa Maria in Trastevere dal 19-X-1676 al 13-IX-1677, Cardinale Prete del Titolo di Santa Prassede dal 13-IX-1677 all’8-I-1680, Cardinale Prete del Titolo di San Lorenzo in Lucina dall’8-I-1680, Protonotario Apostolico dal 1630, Chierico della Reverenda Camera Apostolica dal 1630 al 1644, Decano dei Chierici della Reverenda Camera Apostolica dal 1644, Provveditore Generale delle Fortezze dello Stato della Chiesa, Commissario Generale dello Stato della Chiesa dal 1644 al 1655, Comandante Generale delle Armate Pontificie nella Seconda Guerra di Castro nel 1649, Legato Pontificio di Urbino dal 2-VIII-1655, Camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 16-I-1662 al 15-I-1663, Cardinale Protoprete (*Milano 1607, +Roma 26-IV-1685, sepolto nella Chiesa di San Carlo al Corso di Roma)

C5. Don Francesco, Patrizio Milanese, Capitano delle Armate di S.M. Cattolica (*1616, +in Spagna 1636)

C6. Donna Maria Prassede

= Giovanni Pietro Affaitati, Marchese di Soresina, Signore di Grumello e Patrizio di Cremona (+1660)

C7. Donna Lucrezia (+1687)

= a) Cesare Visconti Borromeo, Consignore di Albizzate e Parona, Patrizio Milanese (*15-III-1610, +assassinato 17-III-1633) (vedi)

= b) Bartolomeo III Arese, 2° Conte di Castel Lambro, Patrizio Milanese e Presidente del Senato di Milano (*Milano 1610, +Milano 1674) (vedi)

 

 

B3. Don Alessandro, Patrizio Milanese, Decurione di Milano nel 1615

B4. Angelica

= Cesare Figini

B5. Ottavia

= Ottaviano Scotti

 

 

A2. Bernardino, banchiere (+post 1584)

 

 

 

 

 

 

 

  INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

Comitato Scientifico Editoriale del
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea

         (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

info@genmarenostrum.com