BRANCALASSO

Baroni di Episcopia  -  Nobili di Tursi

La famiglia Brancalasso è tra le più antiche di Tursi, secondo alcuni di origine lombarda scesa nel napoletano sotto Alfonso d'Aragona . Nel 1570 sono presenti a Tursi il Giudice Antonello ed il Nobile Cesare. Nel 1635 è iscritta tra i Nobili di Tursi nel Registro della Confraternita del Pio Monte dei Morti, nel 1766 acquista dalla Famiglia della Porta il Feudo di Episcopia divenendone barone.  Insieme alle Famiglie Donnaperna, Camerino, Latronico e Panevino fu tra le più nobili e cospicue di Tursi

 

La genealogia inizia con:

A. Cesare, Nobile di Tursi vivente nel 1570.

=

B1. Gio Francesco, Dottore,  Nobile di Tursi.

=

C. Giovannandrea, U.J.D. Nobile di Tursi.

=

D1. Giuseppe Nobile di Tursi.

=

E. Tommaso Nobile di Tursi.

=

F. Francescantonio, (* 1672 +?) Dottore di legge, Nobile di Tursi.

= 1701 Giulia Formica figlia di Francesco Formica Barone di Cirigliano  e di D. Aurelia Lato.

G1. Filippo, Canonico della Cattedrale di Tursi.

G2. Carlo, Canonico della Cattedrale di Tursi..

G3. Nicola, Canonico della Cattedrale di Tursi.

G4. Elionora.

= avvocato D. Marcello Ginnari.

G5. Tommaso, (* 1702 +?) Dottore di legge Nobile di Tursi, 1° Barone di Episcopia, nel 1766.

= Antonia Giordano.

H1. Vincenzo, Giureconsulto Nobile di Tursi.

H2. Giovannandrea, Giureconsulto, 2° Barone di Episcopia.

= Giuditta Palattras di Napoli.

I. Tommaso, (* 1763 +?), 3° Barone di Episcopia, Presidente del Consiglio Provinciale di Basilicata nel 1815.

= Cristina Piciocchi.

L. Giovannandrea,  (* 1790 +?), 4° Barone di Episcopia.

= Maria Giuseppina Gallo di Avellino

M. Nicola,  (* 1815 +?), 5° Barone di Episcopia.

= Olimpia Donnaperna figlia di D. Michele dei Marchesi Donnaperna e D.Felicia Buccolo

N1. Andrea,  (*+ 1919), 7° Barone di Episcopia.

= Maria Antonia Greco

N2. Antonia.

= Gian Battista Camardo

N3. Filomena.

= Giuseppe Rocco

N4. Maria Felicia.

= A. Fasoli

N5. Cesare.

N6. Tommaso.

 

B2. Giulio Antonio (n.1570), Precettore alla Corte di Carlo Emanuele di Savoia ed autore di un compendio di teologia pubblicato in Napoli nel 1609.

 

D2. Giuseppe, (*1594 + 1656) Nobile di Tursi entrò nell’Ordine dei Minimi di S.Francesco di Paola, autore di un poema nel 1651 dal titolo “ La Betulia liberata”.

 

 

Fonti:

BRUNO R. “Le Famiglie di Tursi dal XVI al XIX Secolo” , edizioni Romeo Porfidio, Moliterno (PZ), 1989.

BRUNO R. “Storia di Tursi”, edizioni Romeo Porfidio, Moliterno (PZ), 1989.

GATTINI C. G., “Delle Armi dè Comuni Della Provincia Di Basilicata”, 1910, rist. anast. edizioni Forni, 1981

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

bullet
Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
bullet
Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
bullet

(Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

bullet

info@genmarenostrum.com