DEGLI ALBIZZI

 

 

 

 

Albizzo (forse figlio di Piero) (vivente alla fine del secolo XII), sembra esser stato di origine tedesca. Suo nonno forse era un cavaliere, venuto al seguito degli imperatori, che aveva preso residenza nel contado fiorentino. Incerta la sua identificazione con un Albizzo di Piero citato nel 1199. Sposa N.N.

 

A1. Massarino, Stringitore (= sergente) nell’esercito fiorentino nel 1260.

A2. Benincasa, Anziano del Comune di Firenze nel 1251, 1253 e 1266.

A3. Compagno (+ post 1292), notaio, dei Priori delle Arti nel 1283 e 1285.

       = ………

 

       B1. Francesco, Console dell’arte della lana nel 1296.

              = ………

 

             C1. Paolo

             C2. Simone

                    = Bandecca, figlia di Lapo Formichi

 

                    D1. Andrea

                    D2. Tommaso

 

             C3. Jacopo

             C4. Matteo (+ 1348), noto giureconsulto fiorentino, dei XII Buonomini nel 1338, ambasciatore a Napoli nel 1340

                    e a Pisa nel 1341.

                    = Lisa, figlia di Lottiero Gherardini

             C5. Giovanni

                    = Mazzinga

             C6. Pizzotto, Castellano di Galatrona nel 1332, Ufficiale alla costruzione delle mura nel 1324.

             C7. Andrea

             C8. Francesca

                    = 5-4-1320 Taldo di Valore Rustichelli

 

       B2. Ricco (+ post 1312), dei Priori delle Arti nel 1293, 1297, 1301, 1308 e 1315, Camerlengo della Camera del

              Comune nel 1303.

              = Tessa, figlia di Gherardo di Mugnaio de Cattani de Diacceto

 

              C1. Banco, custode del castello di Arezzo nel 1337, Ufficiale di Torre nel 1342.

                     = Gherardesca Rigaletti (+ 18-3-1397).

 

                     D1. Gregorio

                     D2. Benedetto, squittinato nel 1381.

                     D3. Paolo

                     D4. Matteo

                     D5. Taddea

                            = Giovanni di Meglio Bonarti

                     D6. Piero (+ post 1402), dei XII Buonomini nel 1392.

                            = Mattea (+ di peste 15-8-1400).

 

                            E1. Francesca, monaca nel convento di San Giorgio.

                            E2. Alamanna

                                  = Guelfo Pugliesi

                            E3. Matteo (* 1372 + 24-4-1454), castellano di Arezzo nel 1402, Podestà di Tizzana nel 1405, degli

                                  VIII di Balìa nel 1411 e 1419, ambasciatore a Rimini e in Ungheria nel 1416, Podestà di Castiglion

                                  Fiorentino nel 1414, dei XII Buonomini nel 1422, Console di mare nel 1424, Ufficiale dei pupilli

                                  nel 1435, Vicario di San Giovanni e della Valdarno Superiore nel 1452.

                                  = Francesca (+ 17-4-1448).

 

                                   F1. Piero (* 22-9-1408 + ?), squittinato nel 1433.

                                   F2. Benedetto (* 3-8-1410 + ?), squittinato nel 1433.

                                   F3. Francesco (* 30-11-1412 + ?), squittinato nel 1433.

                                   F4. Bartolomeo (* 23-8-1415 + ?), monaco vallombrosano.

                                   F5. Filippa

                                          = 1434 Domenico di Antonio Allegri

                                   F6. Giovanna

                                         = 1434 Piero di Matteo Sacchetti

                                   F7. Costanza

                                          = 1440 Piero di Giovanni Bonaparte

                                   F8. Mattea

                                          = 1442 Francesco di Antonio Giraldi

                                   F9. Giuliana

                                          = Matteo di Bartolomeo Goteschi

                                   F10. Andrea (* 4-8-1425 + 22-1-1485), squittinato nel 1433.

a)      = Smeralda Ginori

b)      = Antonia, figlia di Raffaello Attucci (+ di peste 6-8-1464);

c)       = 1466 Costanza, figlia di Lutozzo Nasi (+ testamento: 1511).

 

G1. (ex 2°) Matteo (* 13-4-1459 + ?), dei XII Buonomini nel 1498, degli VIII di Guardia e 

       Balìa nel 1508.

       = Nanna, figlia di Niccolò Tornabuoni (vedi/see)

 

       H1. Andrea (* 6-5-1483 + 1534), del Consiglio degli LXXX, Cameriere del Papa Leone

              X, Governatore di Orvieto per conto del Papa Clemente VII (cittadino dal 1529),

              naturalizzato francese nel 1513 (confermato dal Re Francesco I nel 1515).

 

              I1. Giovanni Battista

              I2. Raffaele, Gonfaloniere di Orvieto nel 1568.

                   = Andromaca, figlia di Pace del Nibbia, Nobile di Orvieto

 

                   J1. Paolpiero

                   J2. Albizzo

                   J3. Girolamo

                         = Giuditta Coelli

 

                         K1. Giovanni Battista

                                = Caterina Sanvitani

 

                                L1. Francesca

 

                   J4. Andrea

 

              I3. Paolo

              I4. (Naturale) Michelangiolo (+ ucciso in una rissa 17-6-1546), soldato nell’esercito

                   francese.

 

       H2. Francesco (* 15-1-1486 + 28-5-1556), Capitano della cittadella di Volterra nel 1526,

              Podestà di Borgo San Lorenzo nel 1532, Vicario di Anghiari nel 1533, Capitano della

              Montagna Pistoiese nel 1540, nel Consiglio dei 200 dal 1550, degli VIII di Guardia e

              Balìa nel 1555, Patrizio di Firenze.

              = 1530 Maria, figlia di Antonio de’ Pazzi e di Camilla Martelli (+ 1-11-1556) (vedi/see), già

                  vedova di Alessandro del Vigna.

 

              I1. Antonio (* 5-1-1536 + 16-12-1576), Patrizio di Firenze.

                   = 1573 Caterina, figlia di Francesco Quaratesi, Patrizio di Firenze

              I2. Camilla, Patrizia di Firenze.

                   = 1555 Alessandro di Benedetto Lotti, Patrizio di Firenze

              I3. Banco (* 1539 + 10-5-1568), Patrizio di Firenze.

              I4. Matteo (* 1540 + 8-3-1580), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Santo

                   Stefano dal 9-6-1576, Governatore di Firenzuola nel 1573, Governatore del

                   Casentino nel 1575.

                   = 1577 Elisabetta, figlia di Simone Strozzi e di Albiera Bindi (+ 12-12-1591) (vedi/see)

 

                   J1. Maria

                         = 1597 Luigi Martelli, Patrizio di Firenze (vedi/see)

                   J2. Francesco (* 16-6-1579 + 17-4-1629), Patrizio di Firenze, del Consiglio dei

                         200 nel 1615, vicario a Certaldo nel 1610, a Firenzuola nel 1619 e 1620, a San

                         Miniato il 12-1621 e a Montepulciano nel 1623 e 1624.

                         = 1598 Selvaggia, figlia di Giovanni Battista del Riccio, Patrizio di Firenze

 

                         K1. Cosimo (* 6-8-1606 + 25-10-1652), Patrizio di Firenze, del Consiglio dei

                                200 nel 1648 e Senatore dal 1648.

                                = Dorotea degli Albizzi (+ 1661) (vedi/see)

 

                                 L1. Selvaggia (+ 26-4-1656), Patrizia di Firenze.

 

                         K2. Carlo (+ 25-1-1633), Patrizio di Firenze.

                         K3. Suor Maria Fedele (+ 1679), Patrizia di Firenze, monaca nel monastero di

                                San Piero di Monticelli.

                         K4. Suor Maria Selvaggia (+ 1679), Patrizia di Firenze, monaca agostiniana

                                nel monastero di San Martino.

                         K5. Suor Maria Innocenza, Patrizia di Firenze, monaca domenicana nel

                                monastero della Crocetta a Firenze.

                         K6. Giovanni Battista (+ 27-1-1627), Patrizio di Firenze.

                         K7. Matteo (* 9-1-1627 + ?), Patrizio di Firenze.

 

                   J2. Marina, Patrizia di Firenze.

                         = 1597 Cavaliere Luigi di Lorenzo Martelli, Patrizio di Firenze (vedi/see)

 

              I5. Baccio (* 1544 + ?), Patrizio di Firenze, Cavaliere dell’Ordine di Malta dal 1570.

              I6. Cosimo, Patrizio di Firenze, frate.

           

       H3. Niccolò (* 17-1-1487 + ?), squittinato nel 1521.

       H4. Piero (* 24-7-1489 + 14-10-1526), castellano di Cortona nel 1516 e di Arezzo nel

              1522, Podestà di Caprese nel 1525.

       H5. Maddalena

              = 1515 Amerigo di Alessandro Temperani

 

G2. (ex 2°) Banco (* 15-2-1460 + 20-10-1539), Console della zecca nel 1504 e 1509,

       Podestà di Pescia nel 1516, Podestà di Prato nel 1525 e 1531, dei X di Balìa nel 1527 e

       1529, del Consiglio dei 200 nel 1531.

       = 1486 Selvaggia, figlia di Bernardo di Stefano Segni (+ 8-2-1528).

 

       H1. Ginevra (+ di peste 16-4-1528)

              = Giovanni Aldobrandini (vedi/see)

       H2. Smeralda

              = Piero di Niccolò Gherardini

       H3. Costanza

              = 1512 Cosimo di Bernardino Martellini

       H4. Giovanni (+ 16-10-1561), Patrizio di Firenze.

       H5. Bartolomeo, Patrizio di Firenze, monaco domenicano.

       H6. Dianora

              = 1521 Antonio Barberini (vedi/see)

       H7. (Naturale) Piero (+ 9-2-1548), Podestà di Larciano nel 1527, Podestà di Vico Pisano

              nel 1536, Podestà della Pieve di Santo Stefano nel 1540.

 

G3. (ex 2°) Francesca

       = 1474 Jacopo di Piero Guidelli

G4. (ex 2°) Agnoletta

       = 1480 Lodovico di Marlotto dell’Amorotta

G5. Piero (+ infante).

G6. Antonio (+ infante).

G7. Marco (+ infante).

G8. Costanza, monaca.

 

                            E4. Dianora

                                  = Piero di Francesco Ginori

                            E5. Gherardesca

                                  = Giovanni di Ippolito della Casa

                            E6. Taddea

                                  = 1428 Antonio di Jacopo Canigiani

 

                     D7. Tommaso

                     D8. Bernardo

 

              C2. Francesco (* 1262 + 3-6-1340), poeta e amico di Dante Alighieri.

                     = Giovanna, figlia di Lorenzo Firidolfi

 

                     D1. Ricciardo (+ 27-5-1359), poeta.

                            = Simona, figlia di Francesco di Cione della Bella

 

                            E1. Franceschino (+ post 1348), poeta distinto e amico di Francesco Petrarca.

                            E2. Giovanna (+ 7-9-1374).

 

                     D2. Stefano o Stieri, Podestà di Mntevarchi nel 1370 e di Uzzano nel 1371, castellano di Galatrona nel 1372.

    = ………..

    

                            E1. Castora

                                  = 1416 Piero di Bartolomeo Ciuffiagni

                            E2. Giovanna, monaca “suor Benedetta” nel convento di Rosano.

 

                     D3. Matteo (+ post 1378).

                     D4. Andrea (+ 1388), della Balìa dei Riformatori nel 1381, ambasciatore a Siena nel 1384, ambasciatore ad

                            Avignone nel 1388, dei Priori delle Arti nel 1388 (morto in carica).

                            = 1381 Maddalena, figlia di Benedetto de’ Bardi

                     D5. Bartolomea

                            = Bartolomeo di Bartolomeo Raffacani

                     D6. Bice

                            = 1336 …….. del Pugliese

 

              C3. Albizzo, dei Priori delle Arti nel 1316, 1329 e 1337, Ufficiale del sale nel 1320, dei XII Buonomini nel 1330,

                     Gonfaloniere di compagnia nel 1331 e 1335, Console della zecca nel 1334 e 1336.

                     = Francesca detta “Cecca” (+ 19-7-1383).

 

                     D1. Bernardo, ambasciatore a Perugia nel 1344 e a Siena nel 1349, comandante di genti in armi a San

                            Gimignano nel 1353, Podestà di Fucecchio nel 1354, di Montecatini nel 1365 e Valdambra nel 1369.

                            = Adola, figlia di Lotto de’ Nerli

 

                            E1. Lotto (+ post 1395), entra nell’Ordine dei Minorti.

 

              C4. Zanobi, da vedovo divenne monaco cistercense a Settimo.

                     = Giovanna, figlia di Lippo de’ Bardi

 

       B3. Bonaiuto

       B4. Banco

       B5. Piero, frate nell’Ordine dei Minori, Provinciale della Toscana nel 1348.

       B6. Biccia

              = Monte di Spigliato (da Filicaia ?)

 

A4. Benintendi (+ poco dopo 1280)

       = ……….

 

       B1. Vanni (+ post 1340), dei Priori delle Arti nel 1305, 1309, 1320, 1330 e 1334 (bandito perché guelfo nel 1312),

              Ufficiale alle gabelle nel 1324, Gonfaloniere di compagnia nel 1325, sovraintendente all’Annona nel 1325,

              Camerlengo della Camera di Comune nel 1328, dei XII Buonomini nel 1331 e 1335.

              = ……….

 

              C1. Simona

a)      = Fiorentino di Giovanni Cornacchini

b)      = 27-4-1321 Acerbo degli Acerbi

              C2. Dolce o Margherita

                     = 1322 Federico di Bonaccorso Boscoli

              C3. Niccolò, castellano di Santa Maria al Monte nel 1343.

              C4. Bartolomeo (+ di peste 1363)

         = ……..

 

                     D1. Chiara, monaca nel convento di San Francesco.

                     D2. Filippa

                            = 1363 Bonaccorso di Forese Scassinati

                     D3. Niccolosa

                            = 1361 Guido di Tommaso del Palagio

 

       B2. Bartolo (+ ante 1319)

              = ………

 

              C1. Lippaccio, dei Priori delle Arti nel 1312, 1319 e 1323, sindacatore del Podestà di Firenze nel 1322,

                     procuratore delle granaglie nel 1322 e 1327.

              C2. Ghebardo (+ 1351), Camerlengo di Orsanmichele nel 1318.

                     = Vaggia/Selvaggia, figlia di Uberto Strozzi e di Filippa Tornaquinci (vedi/see)

 

                     D1. Bartolomeo (+ post 1366/ante 1383), ambasciatore e Talamone nel 1361, ricco mercante di lana.

                            = Cella, figlia di Pepo Adimari

 

                            E1. Ghebardo (+ giovane).

                            E2. Lisa

                                  = Piero di Giovanni Lippi

                            E3. Ubertino (+ 1434), monaco domenicano in Santa Maria Novella, Rettore e Lettore di diritto canonico

                                  e teologia dell’Università di Fireze, Procuratore Generale dei domenicani in Toscana e Vicario

           Generale in Italia, Vescovo di Pistoia nel 1426.

                            E4. Pepo

                            E5. Andrea, monaca in San Pier Maggiore.

                            E6. Giovanna

                                   = 1385 Paolo di Giorgio Canigiani

                            E7. (Naturale) Agostino

 

              C3. Guidantonio (+ post 1331), notaio.

              C4. Bartolo

                     = …….

 

                     D1. Noferi

 

       B3. Pace

       B4. Lapo, Podestà di Santo Stefano a Monteficalle 2/12-1297.

  = ………..

   

             C1. Filippo

             C2. Romolo, notaio, ambasciatore a Venezia nel 1341, deputato alla custodia degli atti del Comune nel 1342,

                    ambasciatore in Lombardia nel 1342 e a Roma nel 1348, sovraintendente alle fortificazioni di San Casciano

                    nel 1356.

                    = Tessa, figlia di Marco Pucci (vedi/see)

 

                    D1. Giovanni (+ 1363).

                    D2. Marco (+ 1363).

 

             C3. Elisabetta (+ 1370), monaca nel convento di San Giusto alle mura in Firenze, Badessa dal 1358.

 

A5. Orlando, per la sua discendenza v. Parte II.

A6. Ardimanno, Anziano del Comune di Firenze nel 1256.

       = …………

 

       B1. Vanni (+ post 1280).

 

           

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

·  Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
·  Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea

il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

·  info@genmarenostrum.com