DEGLI ALESSANDRI

 

 

 

Maso di Lando degli Albizzi (+ di peste 1348), per i suoi antenati vedere degli Albizzi.

 

Ugo degli Albizzi (+ di peste 1348), sposa Bice, figlia di Niccolò degli Alberti

 

A1. Giovanni degli Albizzi

A2. Maso degli Albizzi

       = 1355 Giovanna Orlandini

A3. Alessio degli Albizzi

A4. Niccolò degli Albizzi (+ di peste, castello di Vinciggiato 1348), Gonfaloniere di compagnia nel 1330 e 1339, Console

       dell’arte della lana nel 1331, dei XII Buonomini nel 1340 e 1344, dei Priori delle Arti nel 1342, Capitano di Orsan

       Michele nel 1343, Ufficiale alle gabelle nel 1344, dei XX Provveditori alle fortificazioni di Pistoia e Arezzo nel 1342.

a)      = Tita, figlia di Alessandro Buondelmonti (vedi/see)

b)      = Niccolosa, figlia di Bartolo di Salvatore

 

B1. Alessandro (+ di peste 28-5-1400), Priore delle Arti nel 1360 e 1376, Gonfaloniere di compagnia nel 1362 e

      1375, Gonfaloniere di Giustizia della Repubblica di Firenze nel 1365, dei XII Buonomini nel 1367 e 1373,

      ambasciatore a Bologna nel 1375, Priore delle Arti nel 1376, componente della Balìa per le riforme nel 1393, dei

      XII Capitani di Santa Maria del Bigallo nel 1399; nel 1372 assume il cognome Alessandri ed esce dalla consorteria

      degli Albizzi, al fine di non incorrere nella esclusione dai pubblici uffici a cui veniva condannata tale famiglia.

a)      = Margherita, figlia di Fornaino de’ Rossi

b)      = Benedetta, figlia di Gregorio Buoni

 

C1. Antonio (+ post 1428/ante 1434), squittinato nel 1381, dei XII Buonomini nel 1400 e 1413, Console della

       zecca nel 1400 e 1409, Podestà di Pistoia nel 1403, Commissario dell’armata di mare nel 1404, ambasciatore a

       Genova nel 1407, a Bologna nel 1409, a Perugia nel 1410 e a Trento nel 1413, Gonfaloniere di compagnia nel

       1411, forse venne insignito del cavalierato dell’Ordine del Drago dall’Imperatore Sigismondo, Podestà di

       Verona nel 1421, Provveditore alla Camera del Comune nel 1428.

a)      = Niccolosa degli Alberti

b)      = Tita, figlia di Roberto Franzesi Signore di Staggia (+ 13-4-1435).

 

D1. Bartolomea

       = 1407 Gherardo di Filippo Corsini

 

C2. Angiola

       = 1396 Soldo di Lippo Soldani

 

B2. Bartolomeo (+ 1381), Gonfaloniere di compagnia nel 1374, dei XII Buonomini nel 1375; nel 1372 assume il

      cognome Alessandri ed esce dalla consorteria degli Albizzi assieme al fratello.

      = Costanza, figlia di Manente Buondelmonti e di Gemma Sassetti (+ post 1389) (vedi/see)

 

      C1. Ugo (+ 1423), squittinato nel 1381, ambasciatore a Spata nel 1381, Priore delle Arti nel 1397, Gonfaloniere di

             compagnia nel 1400 e 1414, dei X di Guerra nel 1401, 1403 e 1410, Accoppiatore nel 1407, Console dell’arte

             della lana nel 1407, dei XII Buonomini nel 1409, Capitano di Pisa nel 1409, Capitano di Arezzo nel 1417.

             = Gemma, figlia di Giovanni Cambi (+ testamento 21-8-1417).

 

             D1. Piero (* 22-8-1387 + 26-6-1446), notaio.

                    = Pace, figlia di Bartolomeo di Puccio da Vinci (+ 12-9-1447).

 

                    E1. Jacopa (+ 18-4-1444).

 

             D2. Niccolò (* 4-5-1390 + 1464), per la sua discendenza v. Parte II.

             D3. Alessandro (* 13-6-1391 + 27-12-1460), per la sua discendenza v. Parte III.

             D4. Bartolomeo (* 15-3-1396 + Firenze 29-12-1457), del Magistrato degli VIII nel 1428 e 1434, Consigliere

                    del Re di Napoli Renato d’Angiò e Governatore di Cosenza il 27-8-1437, Capitano di Arezzo nel 1441,

                    Capitano di Pisa nel 1443, Priore delle Arti nel 1443 e 1447, Ufficiale di moneta nel 1431, Vicario di

                    Valdarno di sopra nel 1439, dei XII Buonomini nel 1449, Tesoriere Generale di Sicilia il 26-12-1453,

                    Consigliere del Re di Francia nel 1453, Capitano di Borgo San Sepolcro nel 1456.

                   = 1420 Costanza, figlia di Benedetto de’ Bardi (+ 11-1464).

 

                    E1. Ugo (* 1-3-1423 + 11-4-1498), Podestà di San Gimignano nel 1437, Vicario di Vicopisano nel 1459,

                          Capitano della Montagna Pistoiese nel 1461.

                          = 24-3-1458 Nanna, figlia di Niccolò Soderini e di Ginevra Mazzinghi (+ 23-7-1504) (vedi/see)

 

                          F1. Maria

                                = Roberto di Neri Cavalcanti

                          F2. Giovanbattista (+ infante).

                          F3. Maddalena

                                = Roncognano Barducci-Cherichini

 

                    E2. Benedetto (* 21-2-1424 + 8-7-1493), Podestà di San Gimignano nel 1460, Console della zecca nel

                          1464, Vicario di Casentino nel 1477, Castellano della Rocca Vecchia di Pisa nel 1479.

                           = 29-3-1452 Marsobilia Orsini, figlia naturale di Aldobrandino II 5° Conte di Pitigliano (vedi/see)

 

                           F1. Brigida (* 1456 + ?)

                                  = 1472 Bartolo di Bardo Corsi

                           F2. Bartolomeo (* 20-2-1458 + infante).

                           F3. Bartolomea (+ 13-3-1518)

                                 = 1473 Lorenzo di Bonaccorso Pitti

                           F4. Bernardo (* 20-8-1460 + 1520)

                                 = Sibilla, figlia di Antonio Baldinaccio Adimari (+ 18-1-1518).

 

                                 G1. Baldinaccio (* 15-9-1487 + ?), mercante in Ancona.

                                        = 1515 Oretta, figlia di Giovanbattista Salvarese

 

                                        H1. Ginevra

                                               = 1531 Andrea di Lorenzo da Verazzano

                                        H2. Alessandra, monaca nel monastero di San Piero Maggiore a Firenze.

                                        H3. Contessa (+ Venezia 1581)

                                               = 1537 Piero di Riccardo del Pace

                                        H4. Giovanbattista (+ Firenze 7-11-1589), squittinato nel 1532, implicato in una congiura

                                               contro il Granduca di Toscana visse in esilio a Venezia per molti anni. Venne graziato

                                               nel 1587.

 

                                               I1. Oretta

 

                                        H5. Sibilla

                                               = Bartolomeo Gherardi

                     

                                 G2. Martino (+ paulo post 2-5-1505), monaco camaldolese nel monastero di Santa Maria degli

                                        Angioli a Firenze dal 2-5-1505.

                                 G3. Francesco (* 27-12-1492 + 29-8-1547), Podestà di Barsa 1532/1533.

                                        = 1532 Francesca, figlia di Carlo Libri (+ 31-1-1541).

 

                                        H1. Andrea

                                               = 1583 Lisabetta, figlia di Piero Portigiani

 

                                 G4. Antonio (+ per ferite di duello, Firenze 6-2-1534)

                                        = 1533 Orsola, figlia di Luigi Olivieri

                                 G5. Benedetto (* 30-5-1496 + ?).

                                 G6. Dada

                                        = 1521 Antonio di Bernardo dal Barbigia

 

                           F5. Giovanni (* 16-4-1474 + 1-3-1541), dei XII Buonomini nel 1531, del Consiglio dei 200 nel

                                 1532, Pretore di Valdambra nel 1510 e 1534 e di Caprese nel 1529, Capitano della Montagna

                                 Pistoiese nel 1538, Vicario della Pieve di Santo Stefano nel 1539; venne aggregato al patriziato

                                 fiorentino, era partigiano dei de’ Medici.

                                 = 1517 Maddalena, figlia di Taddeo Gaddi (+ 1571) (vedi/see)

 

                                 G1. Paolo Pietro

                                 G2. Alberto

                                 G3. Bartolomeo (* 15-4-1525 + 8-11-1588), Patrizio di Firenze, avvocato.

                                        = 1559 Maria, figlia di Pietrantonio de Nobili (+ 1-12-1591).

 

                                        H1. Giovanni (* 6-10-1566 + Laterina 18-11-1634), Patrizio di Firenze, avvocato, Podestà

                                               di Civitella nel 1608, Capitano di Fivizzano l’8-1610, Governatore di Montevarchi nel

                                               1612, di Barga nel 1614, di Barbialla nel 1618 e di Scarperia nel 1619 e 1620, Podestà

                                               di Floriano nel 1622, Podestà di Castelfranco di sotto nel 1624, Podestà di Pratovecchio

                                               nel 1628 e di Laterina nel 1634 (morto in carica), componente del Consiglio dei 200.

                                               = Maria, figlia del Senatore Filippo de’ Nerli, Patrizio di Firenze

 

                                               I1. Bartolomeo (* 28-10-1590 +post 1626), Patrizio di Firenze, Capitano nell’esercito

                                                    spagnolo a Milano, Governatore di Fivizzano 8-1625/1626.

                                               I2. Leone, Patrizio di Firenze, prete.

                                               I3. Oretta, Patrizia di Firenze, monaca nel monastero nuovo di Via della Scala a Firenze

                                                    componente dell’Ordine di Santo Stefano.

                                               I4. Francesco (* 15-1-1598 + 17-2-1636), Patrizio di Firenze, componente del

                                                    Consiglio dei 200.

                                               I5. Cosimo (* 24-4-1601 + poco dopo 1638), Patrizio di Firenze, Vicario di Lari nel

                                                    1638.

                                               I6. Ottavio (* e + 21-4-1603), Patrizio di Firenze.

                                               I7. Alessandro (+ assassinato da un suo contadino 26-7-1665), Patrizio di Firenze.

                                                    = 1663 Caterina, figlia di Marcantonio Scalandroni (+ 21-1-1700).

 

                                                    J1. Bartolomeo, Patrizio di Firenze, Capitano di milizie toscane.

                                                    J2. Alessandro (* postumo 19-1-1666 + Livorno 10-12-1716), Patrizio di Firenze,

                                                         Sottoprovveditore della dogana di Livorno, morto povero. Probabilmente era

                                                         sposato.

 

                                        H2. Maddalena (+ 15-11-1586), Patrizia di Firenze.

 

                    E3. Andrea, monaca nel monastero di San Piero Maggiore nel 1430.

 

             D5. Ginevra

             D6. Filippa

             D7. Margherita

 

      C2. Maso (+ 1417), squittinato nel 1381, Priore delle Arti nel 1403 e 1412, Gonfaloniere di compagnia nel 1405,

             Capitanodi Castrocaro nel 1406, dei XII Buonomini nel 1407, Podestà di San Gimignano nel 1409, Capitano di

             Pisa nel 1410, degli VIII di Balìa nel 1412, Capitano di Cortona nel 1415.

             = Nanna, figlia di Cavalcante Cavalcanti (+ 21-5-1440).

 

             D1. Selvaggia (+ Roma ante 1436)

                    = 1400 Francesco Tornabuoni (vedi/see)

 

      C3. Niccolò (+ 12-9-1400), squittinato nel 1381, serviva come soldato la Repubblica di Firenze.

             = 1381 Agnoletta, figlia di Bettino Ricasoli

 

             D1. Giovanbattista

             D2. Lorenzo

 

      C4. Antonia, monaca ne monastero di San Piero Maggiore a Firenze.

      C5. Paola, monaca “suor Margherita” nel monastero di San Piero Maggiore a Firenze.

      C6. Isabella

             = Bartolomeo di Niccolò Valori (vedi/see)

     

     

A5. Ugolino degli Albizzi, ambasciatore ad Arezzo nel 1341.

A6. (Parentela incerta) Ruggero degli Albizzi, era notaio nel 1276, ambasciatore a Prato nel 1281, a Pistoia il 9-1291 e a

       Pisa nel 1293, Sindaco del Comune di Firenze nel 1300.

 

      B1. Paolo degli Albizzi, squittinato nel 1366.

 

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com