D’APPIANO d’ARAGONA

 

detti anche APPIANI d’ARAGONA

 

Linee di Piombino e Valle

 

 

Guarnito d’APPIANO, Notaio collegiato a Pisa, originario da una famiglia di contadini di Appiano, presso Pontedera (*Pisa 1200 ca., +Pisa 1255 ca.)

= …………………

 

A1. Jacopo, Notaio collegiato a Pisa (*Pisa 1230 ca., +Pisa 1290 ca.)

= ………………….

 

B1. Benvenuto, Notaio collegiato a Pisa, Capitano della Corporazione dei Notai di Pisa 1303 (+Pisa 1330 ca.)

= ………………….

 

C1. Vanni, Notaio collegiato a Pisa, Anziano di Pisa 1328, Cancelliere del Senato di Lucca 1347 (+decapitato Pisa 28-V-1355)

= ……………………

 

D1. JACOPO I, Signore di Pisa, Piombino e territori annessi dal 30-X-1392, Notaio collegiato a Pisa, Scrivano del Consiglio degli Anziani 1352, Anziano di Pisa 1354, Castellano di Crema 1355, Cancelliere del Consiglio degli Anziani di Pisa 1370-1392 (*Pisa 1322 ca., +Pisa 5-IX-1398)

= a) Pisa 1363 Margherita ………….., figlia di Bernardo …………, da Calci presso Pisa (+1371/2)

= b) 1373 Polissena Pannocchieschi, figlia di Emanuele Pannocchieschi, Conte di Elci (+Pisa 1386)

= c) 1387 Agatina Colonna di Sciarra, figlia di Stefanello Colonna di Sciarra, Signore di Palestrina, e di Tancia Gaetani (*1363 ca., +1389) (vedi/see)

= d) Firenze 1392 Ludovica Malaspina, figlia di Spinetta Malaspina, Marchese di Villafranca, e di Costanza …………….. (*1371, +Firenze 1408) (vedi/see)

 

 

E1. [ex 1°] Vanni, Cavaliere (investito dal padre) 1394, Condottiero al servizio dei Visconti di Milano 1389, Capo delle Milizie di Pisa 1395 (*Pisa 1365 ca., +Pisa 6-X-1397, forse fatto avvelenare dal padre)

= ?-IX-1397 (probabilmente si trattò di fidanzamento, il matrimonio era una delle clausole del trattato di pace tra i della Gherardesca e gli Appiani, siglato a dicembre, dopo la morte di Vanni) Tommasa della Gherardesca, poi moglie di Antonio Pannoccieschi Conte d’Elci, figlia di Gabriello della Gherardesca, Conte di Montescudaio, e di Isabella Malaspina (vedi/see)

 

F1. [naturale da ……………..] Antonio, godeva nel 1405 di un appannaggio sulle miniere di ferro dell’Isola d’Elba

= Maria di San Cassiano, figlia di Antonio di San Cassiano, un Dottore in Legge, originario o di San Cassiano al Controne presso Lucca o di San Casciano presso Firenze

 

 

E2. [ex 1°] Conte GHERARDO LEONARDO, Signore di dal Pisa 5-IX-1398 al 1399, Signore di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola 5-IX-1398, Signore di Valle e Montioni 1400, Conte Palatino del Sacro Romano Impero 1402, Cavaliere (investito dal Duca di Milano) 1398 (*Pisa 1370 ca., +Piombino ?-V-1405)

= Roma 18-VI-1396 Paola Colonna, figlia di Agapito Colonna, Signore di Genazzano, e di Caterina de’ Conti (*1378/9, +Piombino 30-XI-1445) (vedi/see)

 

F1. CATERINA, Signora di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola dal 30-XI-1445 (*Piombino 1398 ca., +Piombino 19-II-1451)

= Piombino 1440 Rinaldo Orsini dei Conti di Tagliacozzo, Generale delle Armate della Repubblica di Siena (+di peste Piombino 13-VII-1450) (vedi/see)

F2. Conte JACOPO II, Signore di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Signore di Monteverde 1431-1433, Conte Palatino del Sacro Romano Impero, Cavaliere (investito dai Magistrati della Repubblica di Firenze) 1405, Cittadino di Firenze dal 1407 (*Piombino 1400/1, +Piombino, forse avvelenato, 27-XII-1441)

= Genova 1413 Donella Fieschi, figlia di Luca Fieschi dei Conti di Lavagna, Patrizio Genovese, Generale delle Armate della Repubblica di Firenze (*Genova 1400 ca., +Pisa 1467) (vedi/see)

F3. Violante (*Piombino 1403, +14…)

= 1430 Rodolfo Angelo da Varano dei Signori di Camerino (+trucidato dalla popolazione Camerino 12-VII-1434) (vedi/see)

F4. Polissena (*Piombino 1404, +Carpi 1431)

= 1423 Giberto II Pio, Consignore di Carpi (+17-VII-1466) (vedi/see)

 

 

E3. [ex 2°] Conte EMANUELE, Signore di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola 19-II-1451, Conte Palatino del Sacro Romano Impero 27-XII-1441, Capitano di Cavalleria nelle Armate della Repubblica di Firenze 1453 (*Pisa 1380 ca., +Piombino 15-II-1457)

= Troia 1445 Nobile Colia de’ Giudici (de Judicibus), figlia putativa del Nobile Giovanni de’Giudici, notabile di Troia, e di Ippolita ………….., in realtà figlia naturale di Re Alfonso V d’Aragona (*Troia 1430 ca., +Piombino 1473/5)

 

F1. [naturale e legittimato da ……………..] Conte JACOPO III d’APPIANO d’ARAGONA, Signore di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Conte Palatino del Sacro Romano Impero, aggregato alla famiglia d’ARAGONA dal re di Napoli nel 1465 (*Piombino 1422/3, +Piombino 22-III-1474)

= Genova 1454 Battistina Campofregoso, figlia di Giano I Campofregoso, ex Doge di Genova, Signore di Sarzana, e di Violante Avogari de Gentile dei Signori di Brando (*Genova 1432/3, +Piombino 1481) (vedi/see)

 

G1. Emanuele (+giovane)

G2. Principe JACOPO IV, Principe del Sacro Romano Impero con Diploma del 8-XI-1509, 1° Principe in Piombino (per estensione del titolo Principesco sul cognome) dall’8-XI-1509, Signore di Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango, Vignale e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola 22-III-1474-1501 e dal 1503, Conte Palatino del Sacro Romano Impero, Capitano delle Armate del Re di Napoli 1479-1483, Capitano delle Armate dei Marchesi d’Este 1483-1485, Capitano delle Armate della Repubblica di Firenze 1485, Capitano delle Armate della Repubblica di Siena 1495-1498, Governatore d’Armi delle Armate della Repubblica di Firenze 1498-1501, Capitano delle Armate del Re di Francia 1501, Generale delle Armate del Re d’Aragona 1507 (*Piombino 1459/60, +Piombino 10-IV-1510)

= 1476/8 Vittoria Todeschini Piccolomini d’Aragona, figlia di Antonio Todeschini Piccolomini d’Aragona, 1° Duca di Amalfi, e di Maria d’Aragona (*1460, +Piombino 1518) (vedi/see)

 

H1. Principe JACOPO V, 2° Principe in Piombino, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Signore di Abbadia al Fango e Vignale 1510-1519, Conte Palatino del Sacro Romano Impero (*Piombino 1480 ca., +Piombino 20-X-1545)

= a) Napoli 1510 dona Marianna d’Aragona, vedova di Don Roberto II Sanseverino, Principe di Salerno, figlia di don Alfonso d’Aragona, 1° Duca di Villahermosa, e di dona Leonora Sotomayor (*Saragozza 1485, +Piombino 1513/4)

= b) Firenze 1514 Emilia Ridolfi, figlia di Messer Piero Ridolfi e di Contessina de’ Medici dei Signori di Firenze (*Firenze 1497, +Firenze 1514, prima di consumare il matrimonio)

= c) Firenze 1515 Clarice Ridolfi, figlia di Messer Piero Ridolfi e di Contessina de’ Medici dei Signori di Firenze (*Firenze 1499, +Piombino 1524)

= d) 1525 Elena Salviati, vedova di Pallavicino Pallavicino, Marchese di Busseto, figlia di Messer Jacopo Salviati, Nobile Romano, e di Lucrezia de’ Medici dei Signori di Firenze (*Firenze 149.., +Genova 1552)

 

I1. [ex 4°] Principe JACOPO VI, 3° Principe in Piombino, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Signore di Abbadia al Fango e Vignale 1559, Conte Palatino del Sacro Romano Impero, ebbe gli Stati occupati (dal 22-VI-1548 al 1552) da Cosimo I de’Medici cui il trattato di Londra assegnò il 20-V-1557 Portoferraio (*Piombino 1529, +Piombino 15-V-1585)

= Genova 1547 Virginia Fieschi, figlia di Ettore Fieschi dei Conti di Lavagna, Conte di Savignone, Patrizio Genovese (+1597)

 

J1. Elena (*Genova 1548, +Pisa 16..)

= Orazio Lanfranchi, Patrizio di Pisa

J2. Caterina (*Genova 1550, +Arezzo 1601)

= 1580 Nunzio Barbolani, Conte di Montauto, Patrizio di Arezzo (+Livorno 1619)

J3. Vittoria (*Genova 1551, +Roma 1587)

= a) Roma 1567 Don Fabiano Ciocchi del Monte, 2° Conte di Monte San Savino, Signore di Gargonza, Verniana, Alberoro e Palazzuolo, Nobile Romano (*1545 ca., +in battaglia Chatellerault 15-IX-1569) (vedi/see)

= b) 1574 Ottavio Sanvitale, Conte di Fontanellato (*1548, +presso Torino 9-X-1589) (vedi/see)

J4. Francesco (*1553, +ante 1559)

J5. Luigia, Monaca Domenicana nel Monastero di San Domenico di Pisa (*1555, +?)

J6. Maria Caterina, Monaca Domenicana nel Monastero di San Domenico di Pisa (*1558, +?)

J7. [naturale da Maria Fieschi, sua cognata, legittimato e abilitato a succedere nel 1559 dall’Imperatore] Principe ALESSANDRO, 4° Principe in Piombino, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Scarlino, Populonia, Vignale, Abbadia del Fango, Suvereto, Buriano e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Conte Palatino del Sacro Romano Impero (*Genova 1555, +assassinato Piombino 28-IX-1589)

= Genova 1575 dona Isabella Mendoza, figlia di don Pedro Gonsalvo de  Mendoza, Conte di Binasco, Ambasciatore di S.M. Cattolica in Genova (*Genova 1558, +Piombino 1619)

 

K1. Principessa ISABELLA, 3° Principessa di Piombino 1611-1624, Marchesa di Populonia, Signora di Scarlino, Populonia, Vignale, Abbadia del Fango, Suvereto, Buriano e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola 1611-1624 (*Genova 1577, +Roma 10-XI-1661)

= a) Genova 1602 don Jorge de Mendoza, Conte di Binasco (*Genova 1560, +Piombino 1619)

= b) Roma 1622 Don Paolo Giordano II Orsini, 3° Duca di Bracciano, Principe del Sacro Romano Impero e Grande di Spagna (*Bracciano 1591, +Roma 24-V-1646) (vedi/see)

K2. Principe Cosimo JACOPO VII, 1° Principe di Piombino dal 1594, Marchese di Populonia 1594, ottenne con Diploma Imperiale del 1594 il titolo di “Principe di Piombino” con l’erezione di Piombino in Principato Imperiale e di Populonia in Marchesato, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Scarlino, Populonia, Vignale, Abbadia del Fango, Suvereto, Buriano, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola, Conte Palatino del Sacro Romano Impero (*Genova 1581, +Genova 5-I-1603)

= Genova 1602/3 Bianca Spinola, poi moglie di Fabio Visconti, Conte di Brebbia, figlia di Gian Ambrogio Spinola, Patrizio Genovese, e di Maria Spinola (*1590 ca., +23-XII-1625)

K3. Garzia (*1587, +1592)

K4. [naturale da …………..] Vittoria

 

 

J8. [naturale e legittimato da …………….] Giovanni detto Vanni, Cavaliere di Santo Stefano 1592, Capitano di Galera (*1575, +?)

J9. [naturale e legittimato da …………….] Alamanno, Cavaliere di Santo Stefano 1594 (*1578, +?)

 

 

I2. [ex 4°] Alfonso, Cavaliere di Santo Stefano 1563, Ammiraglio delle Galere del Granduca di Toscana 1564 (*Piombino 1535, +Madrid 1590)

= Verona 1581 la Contessa Isabella d’Arco, figlia del Conte Scipione d’Arco e di Potenziana Hoffman (+1620) (vedi/see)

I3. [naturale da Giulia ……………, Dama di compagnia di Elena Salviati] Alfonsino (*1530 ca., +fanciullo)

 

 

H2. Battistina (*Piombino 1482, +?)

= Ottaviano Pallavicino dei Marchesi di Busseto, Marchese di Tabiano e Bargone, Conte di Borgo San Donnino (+post 1514) (vedi/see)

H3. Isabella o Beatrice (*Piombino 1484/5, +Fondi ?-IV-1525)

= Fondi 1498 Vespasiano Colonna, 2° Duca di Traetto e Conte di Fondi (+Paliano 13-III-1528) (vedi/see)

H4. Gerolamo detto “il Signore dell’Elba”, Signore di Vignale e Abbadia del Fango 1519, Signore di diritti feudali sulle miniere dell’Isola d’Elba (da cui l’errore di dirlo Signore dell’Isola d’Elba) 1519-1544, Patrizio di Piacenza 1537, Capitano delle Armate della Repubblica di Firenze 1527-1529 e delle Armate di S.M. Cattolica 1530, Luogotenente Governatore dello Stato di Piombino nel 1557 (*1488, +Piacenza 7-II-1559). Da lui gli Appiani d’Aragona di Piacenza e gli Appiani del Piemonte

H5. Fiammetta (*1490 ca., +?)

= il Conte Francesco Rangoni dei Signori di Spilamberto, Patrizio di Modena, Generale delle Armate della Repubblica di Venezia (+post 1525) (vedi/see)

 

 

G3. Belisario (+giovane)

G4. Gherardo, eletto Conte Sovrano di Corsica nel giugno 1483 da un Consulta di Nobili Corsi tenutasi a Lago Benedetto (dopo che nel 1482 dei notabili corsi avevano fatto appello a Jacopo IV di interessarsi alle cose dell’isola), venne scacciato dai Genovesi nel luglio dello stesso anno, 1° Conte di Montagnano (talvolta storpiato in Montagnana) e Signore di Casacalenda, Ripabottoni, Matrice, Sant’Angelo Limosano, Campolieto, Lupara, Provvidenti e Limosano dal 1477 (acquistò i feudi dalla Regia Camera di Napoli cui erano stati devoluti dopo la morte di Giacomo di Montagnano, ultimo della sua dinastia, e ne ebbe l’investitura nello stesso anno dal Re di Napoli), venne privato dei feudi napoletani (tutti situati nell’odierno Molise) nel 1494 per aver partecipato alla congiura dei Baroni, Signore di Valle e Montioni dal 22-III-1474 (unitamente al fratello Belisario), Signore di Brando ed Erbalunga (in Corsica) 1477-1479 (*1461/2, *Firenze 1502)

= 1482 Lucrezia Pico, Signora di Sutri, Vetralla, Giove e Faldo, vedova di Pino II Ordelaffi, Signore di Forlì, figlia di Gianfrancesco Pico, Signore della  Mirandola e Conte di Concordia, e di Giulia Bojardo dei Conti di Scandiano (*Mirandola 1458, +Firenze 1503) (vedi/see)

G5. Semiramide (*1464, +Firenze 9-III-1523)

= Firenze 10-V-1485 Lorenzo di Pierfrancesco de’Medici dei Signori di Firenze (*Firenze 1463, +Firenze 20-V-1503) (vedi/see)

G6. Belisario, Signore di Valle e Montioni 22-III-1474 (col fratello Gherardo sino alla morte di questi, poi da solo) (*1465/6, +Valle 1515 ca.)

= Santa Fiora 1491 Aurelia Sforza, figlia di Guido Sfoza, Conte di Santa Fiora, e di Francesca Farnese (*Orvieto 1473, +Piombino 1521) (vedi/see)

 

H1. Marchese Ferrante detto “il Signore di Populonia, creato Marchese dal Duca di Firenze 1543, Signore di Valle e Montioni 1515, uomo straordinariamente ricco grazie allo sfruttamento delle miniere di allume, risiedeva spesso a Populonia per cui talvolta è erroneamente considerato Signore di quel feudo (*Valle 1492, +Firenze 1559)

= Roma 1522 Emilia Orsini, figlia di Giulio Orsini, Consignore dei Vicariati di Monterotondo, San Polo, Collevecchio e Stimigliano e di Margherita Conti, Nobile Romana (*1503, +Valle 1558) (vedi/see)

 

I1. Amalia, detta Anna (*1524, +?)

= Massimiliano Attendolo Bolognini, Conte di Sant’Angelo Lodigiano, Patrizio Milanese (vedi/see)

I2. Marchese Sforza, Signore di Valle e Montoni, Gentiluomo di Corte del Granduca di Toscana (*Valle 1526, +Firenze 1581)

= Mantova 1557 la N.D. Camilla Gonzaga, Patrizia Veneta, figlia di Carlo Gonzaga, Signore (detto Marchese) di Gazzuolo, e di Emilia Cauzzio Gonzaga (*1541, +Firenze 1604) (vedi/see)

 

J1. Ferrante (+giovane)

J2. Marchese CARLO, 2° Principe di Piombino e Marchese di Populonia dal 5-I-1603 al 20-II-1603, Principe del Sacro Romano Impero dal 5-I-1603, Signore di Valle e Montioni 1581, Signore di Scarlino, Populonia, Vignale, Abbadia del Fango, Suvereto, Buriano, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola 5-I-1603-20-II-1603, Conte Palatino del Sacro Romano Impero 5-I-1603 (*Roma 1560, +Vienna 1621)

= Firenze 1579 Virginia Alidosi, figlia di Ciro Alidosi, Signore di Castel del Rio e Massa Alidosio, Balì di Romagna dell’Ordine di Santo Stefano, e di Donna Elena de Mendoza (*Firenze 1563, +?) (vedi/see)

 

K1. Marchese Belisario, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Valle e Montioni, Conte Palatino del Sacro Romano Impero, rinunziò alla successione in favore del fratello (*Firenze 1580, +Venezia post 1626)

K2. Marchese ORAZIO, 4° Principe di Piombino e Marchese di Populonia dal 5-I-1626 al 1635, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Valle e Montioni 1581, Signore di Scarlino, Populonia, Vignale, Abbadia del Fango, Suvereto, Buriano, Valle, Montioni e delle Isole d’Elba, di Montecristo, Pianosa, Cerboli e Palmaiola dal 5-I-1626 al 1635, Signore di Valle e Montioni, Conte Palatino del Sacro Romano Impero (*Firenze 1582, +Firenze 1645)

K3. Marchese Annibale, Principe del Sacro Romano Impero, Signore di Valle e Montioni, Conte Palatino del Sacro Romano Impero (*Firenze 1585, +Firenze 27-I-1654)

 

 

J3. Belisario (+giovane)

J4. Giulio (+giovane)

J5. Orazio (+giovane)

J6. Camillo detto Scipione, Cavaliere di Malta 1589 (*1569, +Bari 1613)

J7. Valerio (+giovane)

J8. Annibale (+giovane)

J9. Cesare (+giovane)

J10. Pirro, Abate Commendatario di San Pietro in Palazzuolo (*1572, +Gaeta 1617)

J11. Lucrezia (+giovane)

J12. Giulia (+giovane)

J13. [naturale da …………….] Belisario

 

 

I3. Beatrice (*1528, +San Miniato 31-III-1595)

= il Conte Bernardo della Gherardesca, Conte di Pietrarossa, Patrizio di Pisa e Volterra (+10-X-1569) (vedi/see)

I4. [naturale da ……………..] Cinzia

= Nicola Guelfi, Patrizio di Siena

I5. [naturale da …………..…] Barbara, Monaca Clarissa  (Suor Massimilla) nel Monastero di San Lino di Volterra

I6. [naturale da …………..…] Fulvia

= Guglielmo Riccobaldi Del Bava, Patrizio di Volterra

 

 

H2. Giulio (*Valle 1494, +giovane)

H3. Camillo, Capitano delle Armate della Repubblica di Siena 1526-1529 e Capitano di una Compagnia di Corsi nelle Armate della Repubblica di Firenze 1529 (*Valle 1496, +trucidato dai suoi soldati Volterra ?-X-1529)

= Castelnuovo 1527 Lucrezia Colonna, figlia di Alessandro Colonna, Signore di Palestrina e Castelnuovo, e di Margherita Frangipane (*1501, +Roma 1576) (vedi/see)

 

 

G7. [naturale e legittimata da …………..] Margherita

= (?) il Conte Cesare Montecuccoli, Signore del Frignano (+1505)

G8. [naturale da ………..] Eleonora

= Francesco da Cagliari, un giureconsulto

 

 

F2. [naturale e legittimato da ………………..] Jacopo Vittorio, Vescovo di Gravina 1473, Protonotario Apostolico 1450 (*1430 ca., +Gravina 1484)

 

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com