SAVOIA

 

 

 

Tommaso III di Savoia (* VIII-1248 + San Ginesio 16-5-1282), nel 1274 ottiene Pinerolo e la Valle di Perosa; nel 1280 ottiene Torino, Collegno, Grugliasco e Pianezza. Era detto “Signore del Piemonte”. Sposa nel V-1272 Guya di Châlon, figlia di Ugo Conte Palatino di Borgogna, Signore di Salins, e di Adelaide dei Duchi di Merania-Andechs (+ 24-6-1316).

 

 

A1. Filippo I (* Susa 1274 + 23-9-1334), Signore del Piemonte, nella pacificazione con gli zii Amedeo V e Ludovico

       I, del 1295, risultava Signore di  Torino, Cavoretto, Moncalieri, Carignano, Vigone, Pinerolo e le sue valli, Perosa,

       Miradolo, Villafranca, Frossasco, Cumiana, Collegno, Pianezza e Druento; Principe titolare d’Acaia 1301/1307;

       nel 1300 ebbe Cavour, nel 1305 Gassino, nel 1313 Cavallermaggiore e nel 1330 Cavoretto; Signore di Asti

       1305/1306; ebbe la castellania di Corinto nel 1301.

a)      = Roma 2-2-1301 Isabella I de Villehardouin Principessa d’Acaia dal 1289, figlia ed erede del Principe

         Guglielmo II e di Anna Comnena Dukas Signora di Kalamata (* 1260 ca. + 23-1-1312), già vedova di

         Filippo I d’Angiò Principe di Taranto e di Fiorenzo dei Conti d’Hainaut – separatasi nel 1307;

b)      = post 7-5-1312 Caterina de La Tour du Pin, figlia di Umberto I Delfino di Vienne e di Anna di Borgogna

         Delfina di Vienne (+ Pinerolo 9-12-1337).

 

B1. (ex 1°) Maria (* 1301 + infante, post 1308).

B2. (ex 1°) Margherita (* in Grecia 29-1-1303 + post 8-12-1371), riceve in dote Carytena e Bosselet nel 1303

       ma le perde prima del 1324.

       = 10-6-1324 Rinaldo di Forez Signore di Malleval, Rocheblaine e Saint-Germain-Laval (+ 1369/1370).

B3. (ex 1°) Alice (+ 1368)

a)      = (contratto: 7-10-1324) 14-12-1325 Manfredo del Carretto Marchese di Finale (vedi/see)

b)      = 29-9-1354 Anselmo di Miolans Signore di Urtières e di Saint-Hélène-du-Lac (+ post 1363).

B4. (ex 2°) Beatrice (* 1313 + 1340)

       = (con Dispensa Apostolica 30-4-1331) Humbert V de Thoire Signore di Thoire e Villars (+ 8-8-1372).

B5. (ex 2°) Eleonora (+ X-1350)

       = (contratto 4-7-1326) 1333 Manfredo V Marchese di Saluzzo (+ post 8-8-1389) (vedi/see)

B6. (ex 2°) Giacomo I (* 6/16-1-1315 + Pinerolo 14-5-1367), Signore del Piemonte e Principe titolare

      d’Acaia 1334/1360 e 1363/1367.

a)      = I-1338 Beatrice d’Este, figlia del Marchese Rinaldo II Signore sovrano di Ferrara e di Lucrezia da

         Barbiano (+ Ivrea 10-2-1339) (vedi/see)

b)      = 9-6-1339 Sibilla del Balzo, figlia di Raimondo 2° Conte di Avellino e di Stefanetta del Balzo dei

         Signori di Puyricard (+ 16-5-1361) (vedi/see)

c)      = (contratto: 16-7-1362, Dispensa Apostolica 18-7-1367) Margherita di Beaujeu Signora di Barzay, figlia

         di Edoardo I Signore di Beaujeu e di Marie de Thil (* 20-12-1346 + I-1402).

 

C1. (ex 2°) Filippo II (* VIII-1340 + forse fatto affogare per ordine della matrigna Margherita, Avigliano

       ca. X-1368), diseredato per ribellione al padre nel 1367. Imprigionato e forse assassinato.

       = 19-9-1362 Alice de Thoire Signora di Montgiffond, figlia di Umberto Signore Thoire e Villars e di

           Beatrice di Savoia dei Principi d’Acaia (+ post 12-6-1400).

 

       D1. (Parentela incerta) Umberta (* 1368 + monastero di Santa Caterina d’Alba 16-10-1454), viene

              identificata con Filippina de’ Storgi, monaca nel monastero di Santa Caterina d’Alessandra in Alba e

              donna di santa vita.

 

C2. (ex 2°) Maria (+ post 1348).

C3. (ex 3°) Amedeo I (* 1363 + Pinerolo 7-5-1403), Signore del Piemonte e Principe titolare d’Acaia

      1368/1402.

       = (contratto: 7-9-1380, Dispensa Apostolica: 8-10-1380) 22-9-1380 Caterina, figlia di Amedeo III Conte

          di Ginevra e di Mahaut d’Auvergne (+ Vigone 17-10-1407).

 

       D1. Bona (* 21-6-1390 + post 1392).

       D2. Beata (proclamata il 1-9-1838) Margherita (* 21-6-1390 + monastero di Santa Caterina

              d’Alessandria in Alba 23-11-1464, sepolta ivi), alla morte del marito divenne Badessa del monastero

              domenicanodi Santa Caterina d’Alessandria in Alba; il suo culto fu autorizzato nel monastero di

              Santa Caterina d’Alessandria con Bolla Pontificia del 1566 ed esteso a tutto l’ordine domenicano nel

              1671.

              = 17-1-1403 Teodoro II Paleologo Marchese del Monferrato (vedi/see)

       D3. Matilde (* 1393 + Germersheim 14-5-1438, sepolta nella chiesa dello Spirito Santo a Heidelberg)

              = Pinerolo 30-11-1417 Luigi III Principe Elettore del Palatinato (* 23-1-1378 + Heidelberg

                 30-12-1436, sepolto nella chiesa dello Spirito Santo a Heidelberg).

       D4. Caterina (* 1400 + ?).

 

C4. (ex 3°) Ludovico I (+ Torino 11-12-1418, sepolto a Pinerolo), Signore del Piemonte e Principe titolare

       d’Acaia dal 1402. Alla sua morte i feudi piemontesi passano al Duca di Savoia.

       = 24-7-1403 Bona di Savoia, figlia di Amedeo VII Conte di Savoia e di Bona dei Duchi di Berry

          (* 11-10-1388 + castello di Stupinigi 4-3-1432, testamento: 19-10-1429) (vedi/see)

 

       D1. (Naturale e legittimato, da una nobildonna napoletana) Ludovico (* 1390 ca. + 1459), Signore di

              Pancalieri dal 1407, Signore di Racconigi e Migliabruna dal 23-2-1414, Signore di Castelraniero e

              Cavour dal 1417; istituisce una primogenitura approvata dal duca di Savoia il 27-7-1420, investito il

              22-1-1443 di Racconigi, Migliabruna, Pancalieri, Osasco, Cavour, di ½ di Castelraniero e di una

              pensione sul censo di Villafranca; Cavaliere dell’Ordine Supremo della SS. Annunziata il 13-2-1434,

              Maresciallo ducale nel 1454.

              = 3-11-1412 Alice de Montbel, figlia di Guigues Signore d’Entremont e di Catherine de Maubec

 (+ testamento 11-1-1464).

 

              E1. Francesco (+ ante 1-1-1503), Signore di Racconigi e Migliabruna con ½ di Pancalieri e

                    Castelraniero (omaggio ducale del 27-3-1461), Governatore di Vercelli 1465/1467.

                    = Caterina di Seyssel, figlia di Giovanni Signore di Barjat e Maresciallo della Savoia e di

 Margherita de la Chambre dei Visconti di Moriana

 

                    F1. Maria

a)      = Goffredo San Martino Signore di Rivarolo

b)      = Goffredo Favria, da Finale

c)      = Manfredo di Saluzzo Signore di Cardé (+ 12-11-1510).

                    F2. Claudio (+ poco prima 7-1-1521), Signore di Racconigi e Migliabruna con ½ di Pancalieri e

                          Castelraniero (investito il 21-12-1502), investito di ½ di Pancalieri con Sommariva il 10-10-

                          1505, Maresciallo Generale del Ducato di Savoia e del Piemonte 1482/1483, Cavaliere

                          dell’Ordine Supremo della SS. Annunziata dal 1518.

                          = 1476 Ippolita Borromeo, figlia di Giovanni Conte di Arona, Patrizio Milanese, e di Maria

                             Cleofe Pio di Savoia dei Conti di Carpi (* 1-1-1464 + 1527) (vedi/see)

 

                          G1. Bernardino (+ 25-12-1526), Signore di Racconigi e Migliabruna con ½ di Pancalieri

                                 e Castelraniero (investito il 7-1-1521), Governatore di Vercelli.

                                 = Violante Adorno, figlia di Giovanni Signore di Poviglio, Patrizio Genovese, e di

                                    Eleonora Sanseverino dei Conti di Cajazzo, Signora di Poviglio e Consignora di Sale

                                    (+ 1521) (vedi/see)

 

                                 H1. Ludovico, Signore di Racconigi, Migliabruna con ½ di Pancalieri e Castelraniero

                                        (investito il 25-11-1526), Luogotenente di Torino nel 1536, Cavaliere dell’Ordine di

                                        Malta dal 1570.

                                 H2. Filippo (+ 1581), Signore di Racconigi, Migliabruna con ½ di Pancalieri e

                                        Castelraniero (investito il 16-5-1538), Conte di Pancalieri investito il 29-11-1541,

                                        dichiarato idoneo alla successione dal duca di Savoia e creato Cavaliere dell’Ordine

                                        Supremo della SS. Annunziata il 14-8-1568.

                                        = 1537 Paola Costa, figlia di Luigi Antonio Signore di Miradolo e di Bona Villa dei

                                           Signori di Rivalba (vedi/see), che porta in dote Tegerone e Motturone.

 

                                        I1. Bernardino II detto “il Monsignore di Racconigi” (+ 1605), Conte di Racconigi

                                              e Pancalieri dal 1581 al 1602, investito di Tegerone il 12-1-1582 assieme al

                                              fratello, investito di Cavour e Villafranca il 13-2-1583, Signore di Barge dal

                                              1591, Signore di Motturone dal 1599, investito di Tegerone il 9-6-1598 ma lo

                                              cede nel 1599, Cavaliere dell’Ordine Supremo della SS. Annunziata dal 25-3-

                                              1569, Capitano degli Arceri delle Guardie del Corpo ducali.

                                             = 1577 Isabella Grillet de Pommier, figlia di Nicola Conte di Saint-Trivier e di

                                                 Maria Gondi, Patrizia di Firenze (+ 1625).

                                        I2. Violante

                                              = Ottavio Henry de Crémieux 2° Conte di Altessano Inferiore e Conte di

                                                  Cremieux, Luogotenente Generale del Duca di Savoia in Piemonte

                                        I3. Francesco (+ per le ferite riportate nella battaglia di Lepanto, Corfù

15-10-1571), Paggio alla corte di Spagna, poi imbarcato sulle galee spagnole.

                                        I4. Amedeo Ludovico, il 9-3-1562 ebbe il beneficio dell’oratorio di Santa Maria

                                              presso Racconigi, il 12-9-1571 era procuratore del padre alla riscossione delle

                                              somme dai tesorieri in Francia.

                                        I5. Filiberto (+ Saragozza 1585), Cavaliere dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

                                              dal 25-2-1573, Commendatore dall’11-4-1574.

                                        I6. Bona (+ post 6-2-1606)

                                             = (contratto 8-6-1577) Claudio di Challant Signore di Villarset, Saint-Vincent, de

  la Rivière e di Montjouet (vedi/see)

                                        I7. Claudina (+ Torino 1617)

                                              = 1570 Principe Besso I Ferrero Fieschi Marchese sovrano di Masserano (vedi/see)

                                        I8. Luisa

                                              = Isnardo Roero Conte di Sanfré

                                        I9. Ottavia

                                               = Giovanni Francesco Provana Conte di Beinette, Signore di Faule e Leynì

                                                  (+ post 24-3-1589) (vedi/see)

                                        I10. Giovanni Battista (* 1549 + Saragozza 10-5-1585), beneficiato dell’oratoro di

                                               Santa Maria presso Raccoigi nel 1562, Abate di San Beningno dal 1581,

                                               Protonotario Apostolico e ambasciatore a Roma nel 1582, rinuncia alla carriera

                                               ecclesiastica nel 1582; investito di Tegerone il 12-1-1582, Marchese di Tegerone

                                               dal 20-6-1583, Marchese della Chiusa il 20-7-1583, Somiglier del corpo nel

                                               1583, Cavaliere dell’Ordine Supremo della SS. Annunziata nel 1585.

                                               = Benedetta Spinola, figlia di Alfonso Marchese di Garessio e Patrizio

                                                  Genovese (+ post 1589).

                                        I11. (Naturale, da Nida de’ Nucetti dei Signori di Cavallerleone, legittimata il

                                                26-9-1603) Veronica

                                               = 1580 Clemente Vivalda 1° Barone di Mombarcaro e Presidente del Senato di

                                                   Torino (+ post 1605).

 

                                 H3. Claudio (testamento: 13-8-1569, ma + post 1579), Conte di Pancalieri e Signore di

                                        Cavour e Caselle 1562/4-6-1579, Cavaliere dell’Ordine Supremo della SS.

                                        Annunziata dal 14-8-1568, Cavaliere dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro dal

                                        1573 e Somiglier del corpo del Duca Emanuele Filiberto I di Savoia.

                                        = post 1576 Maria Gondi, figlia di Antonio, Patrizio di Firenze (* 1542/1543 +

II-1603), già vedova di Nicola Grillet de Pommier Conte di Saint-Trivier.

                                 H4. Carlo, Cavaliere dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro il 2-2-1578.

                                 H5. Francesco (+ 22-7-1544), aveva in beneficio l’oratorio di Santa Maria presso

                                        Pinerolo e una pensione sull’abbazia di Cavour.

                                        = Margherita Bolleris dei Conti di Centallo (+ 1589).

 

                          G2. Antonio Luigi (+ I-1552), Cavaliere gerosolimitano dal 1516, ma rinuncia; Castellano

                                 e Capitano di Valle di Perosa nel 1536, investito di Cavour il 27-6-1538 (omaggio al Re

                                 di Francia 27-4-1541); pretese alla successione dei feudi paterni in contrasto con il

                                 fratello.

a)      = Giovanna de Pontevès, figlia di Tanneguy Signore di Cabanes e di Jeanne de

         Villeneuve dei Signori di Masse (+ post 25-5-1555), e già vedova di Luciano

         Grimaldi Signore di Monaco;

b)      = 1549 Florimonda Costa, figlia di Giacomo Antonio Signore di Arignano e Bene

          (+ post 1553).

 

H1. (Naturale) Giuliano (+ post 1522).

 

                    F3. Annibale, Luogotenente del fratello Claudio a Vercelli.

                    F4. (Naturale) Bernardino (+ post 13-5-1497).

 

              E2. Maria (+ 1471, testamento: 24-10-1471)

                    = (contratto: 12-10-1449) Amato di Seyssel Conte di La Chambre e Visconte di Moriana

                       (+ 1466).

              E3. Ludovico (+ ante 1503), Signore di Osazio e Cavour con ½ di Pancalieri e di Castelraniero

                    (omaggio ducale il 27-5-1461).

                    = 1493 Francesca di Saluzzo, figlia di Ugonino Signore di Cardé e di Marguerite de La Palud

                        (vedi/see)

 

                    F1. Giovanni Francesco (+ testamento: 10-2-1538), Signore di Cavour, Osazio e ½ di Pancalieri.

a)      = Violante Valperga, figlia di Giacomo Conte di Masino e vedova di Bernardino

 d’Albano

b)      = Amata de Montbel, figlia di Carlo Signore di Montillier e di Gabrielle d’Oncieu (+

         dopo il marito).

 

G1. (ex 1°) Lionetta (+ 1538), il 26-9-1538 vende i suoi diritti feudali al Re di Francia.

       = Aleramo Valperga Signore di Cercenasco

G2. (ex 2°) Beatrice (+ 18-2-1602)

       = Bruxelles 1528 Carlo Manfredo Conte di Luserna (+ 16-3-1577).

G3. (ex 3°) Giuseppe (+ ante 27-6-1538).

G4. (Naturale) Ludovico (+ post 10-2-1538).

 

                    F2. Antonio Ludovico (+ post 1503).

                    F3. Gian Battista (+ post 1503).

 

              E4. Lucia

                    = Conreno Roero

              E5. Barbara (+ post 11-1-1464)

                     = Galeazzo di Saluzzo Consignore di Mulazzano e Farigliano

               E6.  Alice (+ post 11-1-1464)

                      = (contratto: 8-3-1460) Innocenzo Fieschi Signore di Masserano (+ 1492).

 

       D2. (Idem) Azano Zaccaria

 

C5. (Naturale) Antonio, capitano al servizio dei Conti di Savoia, andò con Amedeo VI di Savoia in Oriente

       nel 1366, Castellano di Lemona, seguì Amedeo VII di Savoia in Francia per combattere i fiamminghi

       nel 1380, ebbe in dono il feudo di Busca il 5-3-1418. Aveva soprannome "della Morea" che fu usato

       come cognome dai discendenti.

       = ……..

 

       D1. Martino, Signore di Busca, rende omaggio al Duca di Savoia il 23-6-1465.

              = ………

             

              E1. Guglielmo

                    = Giovanna, figlia di Claudio da Revello

              E2. Antonio (+ 1540), Signore di Busca.

         = ……..

 

                    F1. Giovanni Lorenzo (+ 1560), investito di Busca Superiore nel 1540.

   = ……..

 

                          G1. Goffredo (+ testamento: 22-3-1593), investito di Busca Superiore dal 1560.

= ……….

 

                                 H1. Guglielmo (+ testamento: 7-6-1613), investito di Busca Superiore nel 1594.

                                 H2. Caterina

                                        = Nobile Alessandro Signorile, da Busca

                                 H3. Camilla

                                        = Ludovico Solaro Conte di Moretta e Signore di Dogliani (+ post 20-5-1613/ante

18-8-1627).

                                      

                    F2. Martino

 F3. Maddalena

                          = Andrea de Ymola (vedi/see), da Pinerolo. I loro discendenti assunsero il cognome de Morea.

 

              E3. Goffredo, castellano di Busca Superiore nel 1480.

         = ……….

                   

                    F1. Costanzo, investito di Busca Superiore nel 1530.

 

       D2. Luigi, Signore di Busca, investito nel 1465.

    = ………

 

              E1. Bernardo, Signore di Busca, investito nel 1483.

         = ……….

 

                    F1. Ludovico

                          = Susanna

 

                          G1. Giulia, il 23-12-1575 rinuncia alle sue pretese su Busca in favore del cugino Martino

                                 dell’Acaia.

a)      = Barnaba Piccione, da Pesaro

b)      = il Capitano Domenico Caldera, Consignore di Monesiglio

 

              E2. Giacomo, Signore di Busca, investito nel 1483.

 

       D3. Antonio (+ 1477), Signore di Busca, investito nel 1465.

       D4. Manfredo

              = Chinosa

 

              E1. Maria

                    = Francesco Graffione, da Saluzzo

 

C6. (Naturale) Brachetto

 

B7. (ex 2°) Giovanna (+ post 3-11-1355)

          = ante 22-5-1330 Amedeo di Poitiers Signore di Saint-Vallier (+ post 1349/ante 18-8-1350).

B8. (ex 2°) Amedeo (+ 13-6-1376), Canonico d’Orléans e Lione, Vescovo di Saint-Jean di Moriana dal 2-4-1349,

      Vescovo di Losanna dal 1354, Signore di Cumiana 1367/1370.

 

       C1. (Naturale) Giovannetta

              = 1391 Jean de Montroux

 

B9. (ex 2°) Tommaso (* 1328 + post 6-10-1360), Signore di Pianezza dal 1331, Canonico e Conte della chiesa di

  Lione, Vescovo di Torino dal 10-11-1348, Signore di Soliers dal 1355.

B10. (ex 2°) Edoardo (* Susa ante 9-6-1330 + 1395), monaco a Sion dal 18-2-1346, Abate di San Giusto e Priore

         di Borghetto dal 1366, Vescovo di Belley dal 1370, Vescovo di Sion dal 1374, Arcivescovo di Tarantasie

         dal 23-3-1386, Signore di Conteis e Chillon nel 1370.

B11. (ex 2°) Isabella, Badessa del monastero di San Giacomo a Pinerolo.

B12. (ex 2°) Agnese (+ post 2-5-1350)

         = I-1343 Giovanni II de La Chambre Conte di Laville e Visconte di Moriana (+ 1371/1372)

B13. (ex 2°) Aimone (* post 9-6-1330 + testamento 13-3-1398), Signore di Cumiana e Cavallermaggiore, il

19-3-1378 ebbe il castello di Villafranca come Luogotenente del Conte di Savoia.

        = ante 11-11-1385 Mencia, figlia di Oddone Marchese di Ceva e di Eleonora dei Marchesi di Saluzzo (+

           testamento 11-1-1434).

B14. (Naturale) Rinaldo di Ferexio

B15. (Naturale, da Serena della Perosa) Antonio Cocqui

B16. (Naturale) Beatrice

        = Guglielmo Petit, da Villafranca

B17. (Naturale) Anselmo (Lantelmo) detto “il Bastardo d’Acaia” (+ post 1369), Signore di Collegno e Altezzano

        Inferiore investito il 7-2-1320 (e rinuncia a Rivoli) e 4-10-1334 (omaggio al Conte di Savoia il 23-2-1356),

        castellano di Cumiana.

        = Isondina

 

         C1. Filippo (testamento: 23-9-1391, ma + ante 1406), Signore di Collegno e Altezzano Inferiore investito

                il 13-3-1378 e 2-5-1403, Consigliere del Principe d’Acaia, Vicario di Torino 1-11-1375, 4-11-1380,

                1398, 1399, 1400, 1402 e 1403.

                = ………..

 

                D1. Antonio (+ testamento: 21-7-1421), Signore di Collegno e Altezzano Inferiore investito 1404 e

                       1418.

                       = 1395 Margherita Orsini, figlia di Risbaldo Signore di Rivalta e di Chiara Caterina Solaro (vedi/see)

 

                       E1. Michele, Signore di Collegno e Altezzano Inferiore (investito il 13-9-1426).

 = ………..

 

                             F1. Antonio II (+ testamento: 11-10-1507), Signore di Collegno e Altezzano Inferiore (investito

                                   il 24-8-1480).

= ……….

 

                                   G1. Francesco (+ testamento: 2-12-1561), Signore di Collegno e Altezzano Inferiore

                                          (investito il 22-5-1538), 1° Conte di Collegno investito il 17-5-1560.

                                          = 1522 Giachele Ferrero Fieschi, figlia di Goffredo Marchese di Bordolano e di

                                             Margherita Sanseverino di Bordolano (vedi/see)

 

                                         H1. Antonio III, Conte di Collegno, Maggiordomo del Duca di Savoia.

                                                = 1545 Giulia degli Obizzi, forse figlia del Cavaliere Gaspare, Nobile di Padova, e

 di Beatrice Pio di Savoia (vedi/see)

 

                                                I1. Veronica

                                                      = Francesco di Giovanni Cocconito di Montiglio

                                                I2. Emanuele Filiberto, Conte di Collegno con parte di Altezzano Inferiore

                                                      (investito il 7-3- 1569 e nel 1589).

                                                      = Margherita, figlia di Antonio Thesauro di Salmour e di Dorotea Tarris

 

                                                      J1. Filippo (+ 1598), Conte di Collegno e parte di Altezzano Inferiore (investito

                                                            il 13-1-1594).

 

                                         H2. Conte Federico, Abate commendatario di San Benigno di Fruttuaria dal 1550,

                                                Podestà di Biella nel 1561 e 1563, investito di parte di Altezzano Inferiore e di

                                                Collegno il 7-3-1569 e il 5-8-1582.

 

                             F2. Niccolò

 

                D2. Antonio detto “Turriglia” (* gemello di D1.)

                       = 1398 Micheletta, figlia di Borno di Piossasco

 

                       E1. Filippo, Consignore di Collegno e Altezzano Inferiore investito il 1-4-1465.

 = …………

 

                             F1. Anselmo, Consignore di Collegno e Altezzano Inferiore investito il 3-4-1473.

                             F2. Lazzarino

 

                       E2. Francesca

                             = il Cavaliere Georges de Grasse

 

         C2. Giacomo, monaco benedettino a Pinerolo.

         C3. Amedeo (+ ante 1406), Priore di Sant’Andrea a Torino, Procuratore e Vicevicario di Torino per conto

                del fratello Filippo.

 

B18. (Naturale) Enrichetta Francesca (+ infante), fidanzata a Martino de Machierat.

 

A2. Pietro (+ Lione XI-1332), Canonico e Decano di Lione nel 1304, Arcivescovo di Lione, Conte di Lione e Primate

 delle Gallie dal 1307, Signore di Montfaucon dal 1324, Signore di Septème dal 1331.

 

       B1. (Naturale) Giovanni detto “la Mitra” (+ 1348), Signore di Cuynes.

       B2. (Naturale) Ugonino, Signore di Lemie e Usseglio.

              = Beatrice

 

A3. Tommaso (+ Amiens, post XII-1340), Canonico di Amiens, Vescovo eletto di Torino.

A4. Guglielmo (+ 1326), Abate di San Michele della Chiusa dal 1310.

A5. Amedeo (+ post 1340), Arcidiacono di Reims dal 1320.

A6. (Parentela incerta) Lancellotto (+ premorto al padre ?).

A7. (Naturale, parentela incerta) Francesco (vediivente 1362/1363), Signore di Bard-de-Mer nel 1362 e 1363.

       = ………….

 

       B1. Perotto o Peretto (+ post 1369).

 

A8. (Naturale, parentela incerta) Nicola (vediivente 1336/1340), Signore di Bard-de-Mer.

 

 

 

 

 

INDICE DELLE FAMIGLIE NOBILI DEL MEDITERRANEO

  • Comitato Scientifico Scientifico Editoriale del
  • Libro d'Oro della Nobiltà Mediterranea
  • (Presidente: il XIII duca di San Donato, dott. don Marco, marchese Lupis Macedonio Palermo dei principi di Santa Margherita)

  • info@genmarenostrum.com